Pages

lunedì 26 novembre 2007

Gossip sui fatti di cronaca nera..che nervi!!

Leggete poi sotto..
Ma come mi girano le palle, speculazione allo stato puro. I media oramai campano di questo..esser coinvolti in un omicidio porta ai protagonisti quasi più soldi che vincere alla lotteria!
E' il prezzo che dobbiamo pagare per la nascita di un nuovo format televisivo.
Presupposto: un bel fatto di cronaca nera, un bell'omicidio.
Prima fase: il caso viene sviscerato e i giornalisti stanno maniacalmente attenti alla raccolta delle prove, manco fosse una puntata di C.S.I! Urlano a squarciagola "novità sul caso di turno", turbano il lavoro degli inquirenti tracciando profili degli omicidi, si schierano..innocentisti e colpevolisti i talk show televisivi ne parlano per ore...
Seconda fase: quando non hanno un piffero da dire, perchè le indagini stagnano, o forse perchè semplicemente la giustizia ha il suo normale iter che prevede dei tempi che non sono compatibili con le esigenze televisive, ecco l'ulteriore passo. Il gossip sui protagonisti delle vicende di cronaca nera
Così abbiamo potuto appurare che Alberto Stasi è stato visto con una ragazza in giro per Milano, ma che no non è la nuova fidanzata, è solo un'amica.. che Azouz è tornato a vivere ad Erba, che Corona sta cercando Lubumba per farlo sfondare.. ma ce ne può fregare qualcosa a noi?

Ecco l'articolo che ha destato questo mio sfogo
Delitto Meredith, l'asta dei media
Il Giornale svela tariffe interviste
Un "supermarket dell'orrore". Lo scrive "Il Giornale", che fa il punto sui "tanti soldi" che girano intorno al delitto di Meredith Kercher, sul quale sono puntati da quasi un mese occhi e orecchie dei media di tre Paesi, Italia, Gran Bretagna e Stati Uniti. "Dalle leggende metropolitane sul battesimo di cocktail macabri (Bloody Mez e Bloody Meredith) alle processioni di "turisti" lungo il belvedere che affaccia sul casolare di via della Pergola - scrive il quotidiano diretto da Mario Giordano - fino al borsino delle testimonianze, con tanto di quotazioni, variabili, delle interviste ai protagonisti del fattaccio".
L'asta più combattuta "è stata quella per assicurarsi le prime dichiarazioni di Patrick Diya Lumumba. La stampa britannica, prima della scarcerazione annunciata, comincia a pressare avvocati e amici del barista per strappare l'esclusiva. Una gara a due tra lo stesso "Mail on Sunday" e il "Sunday Express". Un modo per compensare la brutta avventura del congolese.
Alla vigilia dell'uscita del proprietario del "Le Chic" dal carcere uno dei giornalisti inviati si fa avanti. Gli viene detto che c'è già una richiesta da parte di una nota trasmissione della tv italiana. La base d'asta? 25mila euro per Patrick, e con altri diecimila nel "pacchetto" c'è anche la moglie. Il "Sunday Express" manifesta l'intenzione di offrire di più, a patto che Lumumba superi a bocca chiusa l'assedio dei cronisti fuori dal carcere e davanti a casa sua. Prima ancora che il congolese torni libero, si sa già che davanti a taccuini e telecamere si limiterà a un "ringrazio Dio".
Martedì sera la cifra però sale ancora. "Il Mail on Sunday, per i rappresentanti di Patrick - prosegue il quotidiano -, offre 62mila euro. La replica dell'Express è immediata, la quotazione delle parole del congolese impenna a 51mila sterline, più di 70mila euro. Sembra fatta. Ma mercoledì fa il suo ingresso sulla scena Max Clifford, 64enne guru tra i pr delle star. E Clifford, contattato dagli amici di Lumumba, fissa la nuova tariffa a una cifra astronomica: servono 150mila euro in più nel piatto per assicurarsi l'esclusiva. Il tiro alla corda, però, stanca i giornali inglesi. Le 'azioni' di Pat sembrano in picchiata, anche perché sui giornali finisce qualche virgolettato del congolese. Giovedì arriva la controproposta, stavolta al ribasso. Un terzo domenicale avrebbe offerto una cifra vicina agli 80mila euro, ma intanto qualcuno scommette su una prossima apparizione di Lumumba sui teleschermi nostrani, e il congolese ha già attratto in città il Clifford nostrano: Fabrizio Corona. 'Incontrerò Patrick, con me può sfondare', giura il paparazzo, che già accenna a un servizio su un settimanale. In esclusiva, ovviamente".
Il Giornale racconta poi un "piccolo giallo sull'intervista al fidanzato italiano di Meredith. Il ragazzo parla, gratis, con il 'Mail on Sunday', che e' convinto di avere un'esclusiva. Il giorno dopo il suo racconto finisce anche sulle pagine del 'Sunday Mirror', che lo avrebbe ottenuto dietro compenso". Altra storia controversa è quella della 'lettera alla madre' scritta da Amanda come compito nella classe di italiano. "Per cederne una copia - scrive il quotidiano- la professoressa, con un giornalista britannico, parla di un generico compenso. Salta fuori una cifra, chiesta a una tv statunitense: diecimila euro. Offerta rifiutata".

fonte il giornale
-

5 commenti:

Cri ha detto...

Faccio il giro dei saluti...... ritornerò più gajarda che mai questo weekend! Ciaaaaaaooooo!!! :D

Ele ha detto...

Assurdo..oramai si specula su ogni cosa, senza per altro pensare al dolore dei famigliari che hanno perso un loro caro...che tristezza!
Per non parlare del fatto che in ogni omicidio, in cui son coinvolti giovani, si parla sempre di ragazzi senza ideali,faccendone di tutta un'erba un fascio...che schifo!

Zazen di Rostock ha detto...

Caspita! Il giornale ha avuto l'illuminazione, ha fatto una scoperta veramente incredibile. E' più o meno da 15 anni che gli organi di informazione fanno così (così spudoratamente) e ci voleva il Giornale di Mario Giordano a dircelo. Certo è una voce (da Farinelli) autorevole visto che ha avuto per tanto tempo quello sciacallo della Rolla a alle sue dipendenze.
Heil Zazen!

Mathias ha detto...

Aggiornamento: tra qualche minuto in diretta da Mentana c'è Lubumba! ..POVERO lui.. Mentana fottiti, non sei piu' un giornalista!! tu sei il peggio dei talk-show man che vanno dietro queste cose!

furiasarda ha detto...

Bella Tio, anche io da qua sto seguendo appassionatamente il delitto di Perugia. Mi è piaciuto il colpo di scena di oggi: Meredith è stata strozzata prima di essere sgozzata e quindi sono state rilevate sul collo le impronte digitali dell'assassino! Bene, tutto ciò dopo 2 settimane, 4 arresti, impronte di scarpe, dna su coltelli, cuscini, richiesta di estradizione... insomma... CSI si...ma all'italiana..mathi-rendi-conto?