Pages

martedì 10 febbraio 2009

38 battiti minuto. Bradicardia sportiva

38..erano mesi che non mi misuravo..no che avete capito :-)
Sono i miei battiti a riposo. Sono pochi, la bradicardia sportiva fatta a persona. Sono letteralmente impressionato. Quando ho iniziato a correre viaggiavo a 70 battiti. Dopo un anno di corsa mi assestavo sulla 50na. Poi passato un altro anno mi son spostato sul 43/45. Ora, dopo misurazioni durate giorni non supero MAI i 40. 38 è il battito dell'immobilità. Se faccio piccoli e lenti movimenti mi sposto di 1/2 battiti sui 40..
Sono sano e mi sento in forma, anche se a chi lo dico mi guarda strano. "La bradicardia sportiva è una condizione normale nei soggetti allenati"  continuo a ripetere. Nell'era del consumismo è bello viver badando al risparmio energetico..io inizio a far economia con i battiti del cuore :-)
E a voi come butta?

Aggiunta: Qui esce lo statistico che c'è in me.Qualcuno si spaventerà..comunque ho calcolato ciò..se potessi biforcare idealmente la mia vita facendo un Mathias A(sedentario) Mathias B(sportivo regolare) e dando uno scarto di una ventina di battiti tra i due.. ho calcolato che ci son 10milioni e mezzo di battiti risparmiati all'anno. In due anni e mezzo da che corro, 26milioni circa. Che vuol dire? Che il mio cuore è come avesse risparmiato 260giorni di battiti.. (fine messaggio statistico)
Un link utile per chi vuole approfondire il discorso della bradicardia sporiva: eccolo

43 commenti:

Daniele ha detto...

Ancora 4 in meno ed eguagli Coppi... ti credo che vai forte in salita...

GIAN CARLO ha detto...

Fino a qualche anno fa avevo anche io 38 battiti al mattino.
Ormai son fisso sui 45-48, ma dipende + dalla vita stressante che non dal mancato allenamento.
Son certo che quando sarai magistrato(come speri) avrai figli etc etc anche se ti allenerai sempre con costanza sarà difficile stare sotto a 40

Micio1970 ha detto...

quoto Giancarlo ... per ora goditi i 38!

francesco ha detto...

Io prima di iniziare a correre 4 anni fa viaggiamo a 53-55, ora vado sui 42-44.

Comunque, era più anomalo avere 70 prima che iniziassi a correre, che ora a 38 che corri.
Via, ci dimostri che correre fa bene!

Francorre ha detto...

38 di Febbre, quella della Corsa dell'Oro. Orologio che fa Tic Tac 38 volte al minuto.
Complimenti sig.re Coppi.

Ribichesu Davide ha detto...

...io arrivo intorno ai 50 la notte prima di andare a dormire mentre sono fermo immobile. L'anno scorso probabilmente sopra i 60 ..vicino ai 70. Quando facevo ciclismo un periodo ero intorno ai 54 - 56. Quindi oggi son più allenato.

Paolo ha detto...

Azz Mathias...complimenti!!! Il mio minimo storico credo sia stato intorno a 50...come massimo beh, mi conoscete!
Vai così Mathi!

Mathias ha detto...

@Daniele: davvero su Coppi..non lo sapevo! :-)
@Giancarlo e Micio: Lo stress influisce, sicuro. Per quanto mi riguarda, anche se a chi non è addentrato nel mio ambito di corsista non parrà possibile, mi trovo a gestirne di quantità notevoli.So che con tutte le variabili della vita che si aggiungeranno, famiglia figli ecc, dovrò gestirne sempre di più..se ci perderò qualche battito no problem. Diciamocela, siamo tutti fortunati..star anche attorno ai 50 non è malaccio. E' sintomo che stiamo in forma..poi nessuno di noi ha la garanzia di viver di più.
Alla fine magari ci sarà anche chi obeso, fumatore, sedentario camperà più di noi. Io lo prendo come un biglietto della lotteria per l'avvenire. Ed intanto mi diverto..
@francesco: cavolo anche tu sei economico :-)

Fatdaddy ha detto...

Sono ancora bello altino io.
Certo farsi 5 caffè al giorno forse non aiuta...

Ale_1957 ha detto...

Di tutti gli accertamenti che ho fatto al mio cuore mi è rimasto impresso il valore dei miei battiti a riposo, intorno ai 45... segno evidente di attività sportiva e dunque dato da considerarsi positivo. Non porto il cardio (per scelta) e dunque non sò quale sia il valore massimo al massimo sforzo, ma finora non ho mai avvertito problemi di tal genere (speriamo!).
Quel che risparmi traducilo in giorni di vita..... vedrai che bella sorpresa.

Mic ha detto...

L'argomento è interessante, e mi ha fatto venire in mente delle cose divertenti, anche se poi forse non sono del tutto sbagliate.
Math, secondo me è riduttivo pensare ai benefici dell'attività sportiva solo in termini di battiti risparmiati. Penso che più che altro intervengono degli adattamenti del cuore, che ad esempio, cresce di dimensioni. Riguardo "l'economia" di pulsazioni ne avevi parlato ancora e a me era venuta in mente una cosa... non è che magari nel bilancio bisognerebbe tenere conto anche di quelle 5-6 ore di allenamento a settimana, in cui il cuore batte 2,5-4 volte più veloce? Non è che magari convenga starsene immobili sul divano a farsi l'elettrostimolazione, guardando la TV...? ? CIAO e non prendere il mio post troppo seriamente! :-)

orlando ha detto...

Una ragazza che viene ai miei stage una volta mi ha riferito che aveva 24 battiti al minuto. Ero dubbioso e pensavo che nella conta ne avesse “perso” qualcuno, ma quando mi ha fatto vedere l’elettrocardiogramma sono rimasto impressionato.
La sua situazione era però anomala, tanto che non le è stata riconosciuta l’idoneità agonistica. In tal caso però si tratta di un’alterazione dell’attività elettrica del cuore e non tanto dell’efficienza del muscolo cardiaco per effetto dell’allenamento aerobico.

Lucky73 ha detto...

Io la penso che non capisco bene la mia condizione .....

Non ho battiti particolarmente bassi a riposo ....a dir la verità non li ho misurati, lo farò presto, ma penso di essere intorno ai 48/50 (io però sono un commerciale e sono stressato ehehe) ....come Max intorno ai 185 ....però correndo ho battiti veramente bassi .....basta vedere i miei grafici .....sono eloquenti....

Domattina cmq misuro :-)))

Paolo ha detto...

Mmm non ci siamo...seduto davanti la scrivania a lavoro misuro 64 eh eh!!! Però sono sotto effetto del 4°caffè...
Mathi hai fatto partire il totobattito!

Mathias ha detto...

Orlando: il caso che hai citato mi ha fatto impressione.. segna il confine tra patologia e salute sportiva. So solo che se fossi sedetentario, smettessi per un periodo di far sport e rimanessi così basso di pulsazioni mi preoccuperei. Ho il conforto medico fortunatamente.
@Mic: è già tutto calcolato.. son solo 5/6 ore a settimana(sto abbondando anche) in cui il cuore batte oltre i 140. Poche rispetto alle altre 163 ore di "quiete". Fidati..al limite in un anno anzichè 10milioni e mezzo di disavanzo con il tuo alter ego sedentario ne conterai 10milioni. E' solo un gioco di calcolo, per dire che il muscolo si è risparmiato. Poi hai ragione ci son altre modificazioni più rilevanti, fortuna che non mi danno lo strumento per misurarle sennò vi riempirei di ulteriori statistiche :-)
@Lucky: già averne 50 significa aver un cuore calmo allenato e basso.
Ah ai fini della prestazione, non è ancora intevenuto ma lo farà, una volta Luciano disse che ha più motore chi ha il cuore con la max alta che quella bassa..

Paolo ha detto...

Mmm sul serio?? La cosa non può che
farmi piacere...certo farsi un lungo a 175 (come faccio io) al posto di 150 non so quanti benefici porti..
Forse avere una massima alta permette di essere più "sprintosi" sulle corte/medie distanze ma non oltre.
Non saprei...Luciano aspettiamo lumi..

Furio ha detto...

Ottimo Math, anche io lì ho molto bassi, prima di vendere il polar (un anno e mezzo fa) avevo 37 bpm.. ora lo ignoro.

Michele ha detto...

Devo fare la misurazione al più presto, finora mi ero fissato solo sui cm :)

Alvin ha detto...

stasera provo, che dici? faccio la prova con Garmin e polar e poi la posto?

franchino ha detto...

Cuore da maratoneta!
Se non sbaglio il marciatore Alex Schwazer a riposo sta sulle 29 pulsazioni.

Alessio ha detto...

Credo k Pantani fosse sui 24 a riposo.

Gianluca Rigon ha detto...

Come li misuri ? Con il cardiofrequenzimetro ?

Mathias ha detto...

si gianlu..mi sdraio sul letto col cardio al torace..sto fermo qualche minuto(2/3), poi quando son calmo inizio il rilevamento osservando la frequenza (1min)
@Paolo: non so se califfo interverrà e magari non troverà la domanda..ti rispondo io dal quel che mi ricordo. Quel che conta, per aver un motore forte, è avere il più alto differenziale tra fcmax e fc min (se ho 40 ma arrivo solo a 180 di max son meno forte di chi ha a riposo 50 ma arriva a 195), perchè può spingere il motore molto più su di giri.
Quando califfo ne parlava faceva riferimento proprio a te..sentiti onorato :-)
E mi sta venendo in mente in questi casi, di persone dall'alta frequenza cardiaca di natura, forse per andar più forte devon sforzarsi di abbassare i battiti praticando molta corsa lenta, per cercare di avere ancora più differenziale. Vaneggio..

Paolo ha detto...

Praticamente è un pò come avere una cilindrata più alta quindi...bah vedremo. Ricordo ancora quando praticavo tennis (parlo di almeno 10 anni fa!!!). Durante una seduta di atletica nella quale ci venne chiesto di spingere al massimo, arrivai a 220bpm (era difficile persino contarli). Roba da infarto! Ora non credo di superare i 195.

Oggi a proposito mi toccano le ripetute(incrociamo le dita)! Verso la fine provo a tirare un pò che son curioso di vedere il motore a quanto arriva..

Comunque grazie Mathias per le delucidazioni! ;)

Anonimo ha detto...

ekkime! non sono esperto in materia (vorrei sentire un medico) ma, come ricorda math, "dicesi" che un alto differenziale possa essere UN punto a favore (poi ci sono mooolti altri fattori). io comunque so di grandi atleti che hanno fcmax assolutamente nella norma... vedo blogger che corrono veloci con fc a 150 e altri che corrono lenti con 180, boh! io conosco vita, morte e miracoli di una 50ina di grandi atleti del passato e del presente: TUTTI fanno il lento a 140, medio a 160 e gare a 170/175. a proposito, sto cercando di fare sedute svegliacuore: oggi sono riuscito a fargli toccare i 180 e sono felice come 'na pasqua! la mattina ho 48 e durante il giorno 60. volete sapere la seduta?
-10x100 scalini veloci in 27" rec. 1'30 (fc da 100 a 170)
-6x300 salita 2% in 1'10 rec. 1'50 (fc max 180).
luciano er califfo.

giuseppe ha detto...

44 battiti. Appena misurati. Ma secondo me a letto, la mattina appena sveglio, posso scendere ancora di 2-3.
Ciao mathias. Bello questo post tecnico. Mi spinge ad approfondire l'argomento. Promesso.
Ciao a tutti!!!

Paolo ha detto...

E' ufficiale...fcmax pari a 195 bpm. Ieri una sessione di ripetute ammazza gambe. Ho fatto l'ultimo mille sotto i 4' al km ed ho raggiunto i suddetti 195bpm!

Mathias ha detto...

ammazza sei una fuoriserie paolè

marcevif ha detto...

ciao. fa piacere che ci sia in circolazione qualcuno che fa economia di battiti cardiaci.io nelle ore notturne arrivo anche a 30 al minuto. ho 57 anni e non ho mai smesso di fare attività fisica da quando ne avevo 14.attualmente faccio voga veneta,canoa olimpica ,bicicletta e montagna camminando scalzo a quattro zampe.

adriano ha detto...

anch'io non ho mai smesso di fare sport. Attualmente faccio golf due-tre volte la settimana per un totale di 6-7 ore e circa 20 km. in più faccio anche un paio di sedute di pesi ogni settimana oppure un paio d'ore di canoa. Sono bradicardico e ho normalmente 48 bpm e a riposo anche 42. Adesso arrivo anche a 37. Però ho 74 anni.
Adriano

Giuliano ha detto...

ciao io ho 29bpm a riposo ed ho 16 anni a 11 ne avevo 42bpm e facevo calcio cosi per strada poi a 12 anni ho iniziato a far atletica poi ho smesso dopo circa 3 anni ed ora faccio ciclismo.pensate dopo la mia prima gara con tante salite durissime che ho vinto ho misurato ad 1 minuto circa dalla conclusione la pressione che era 105/45 e 29pulsazioni.quindi fate sport e fatelo a 360 gradi e vi darà grandi benefici.
by Giuliano.

MissPansy ha detto...

Sono arrivata a questo post cercando proprio qualcosa sulla bradicardia sportiva.

Non ne so molto perchè mi sono riavvicinata allo sport solo da un anno e mezzo.

Ero un'obesa di III grado, quando a febbraio 2008 ho cominciato una fortunata dieta (ho anche una patologia tiroidea e la dieta non era la prima purtroppo), abbinando il tutto ad una decina di ore a settimana di sport molto leggero (leggi acquagym per non sforzare la colonna con il mio peso).

Viaggiavo come battiti sui 70 (che mi dicono essere comunque cosa buona per un'obesa)

Già perdendo una trentina di chili (ora in totale ne ho persi 53) e continuando piscina, il battito si era abbassato e viaggiavo sui 55 a riposo.

Oggi, sul letto, ho sentito il cuore in gola e per questo ho misurato i battiti al polso (sono in periodo di stress, quindi mi aspettavo un bel valore alto).
Me ne dava 45.
Non ci ho creduto e nella stessa posizione ho preso il polar, appoggiato il cardio allo sterno e aspettato quei 2/3min.
Esito: 44bpm (quindi la misurazione manuale era giusta!)

Ora mi chiedo: quanto può aver influenzato il fatto che sono un paio di mesi che pratico meno acquagym e più sport come lo spinning e una leggera corsa?
Possibile che in un paio di mesi abbia abbassato tanto il sit?

C'è da dire che come sforzo max non ho mai superato i 180.

Dimenticavo: ho 27 anni :)

p.s.: si capisce che ho cercato l'argomento perchè mi sono moooolto meravigliata della cosa ;) ?

Mathias ha detto...

ciao misspensy..ma complimenti per il dimagrimento. Secondo me influisce si sull'abbassamento del battito. Le attività che pratichi son molto più aerobiche ed è proprio questo genera di attività che influisce sull'abbassamento del battito. E' quasi un paradosso a pensarci, più lo facciamo batter veloce e più poi questo(il nostro cuore) diventa forte ed efficiente. Il risultato è che a riposo avrà necessità di far meno sforzo per irrorare il corpo.

MissPansy ha detto...

Grazie mille Mathias :)
In verità la cosa mi dava abbastanza preoccupazione, ma riscontrato che non ci sono aritmie o roba del genere, penso che questa bradicardia possa solo essere cosa buona.

Grazie ancora e buona corsa!!!

Anonimo ha detto...

|| Ciao Matias ho caspito gia' sernti Matias se vui stare una ragazza come me ma io ti amo da morire qunasdo il setimento amore io sono con da morire amore mio leggi e' rispondere con me sono anche sicuro senti sei un figo a me pero' io voglio stare con te amore baci baci pasticino pa<sticino

Toni ha detto...

Sono contento di aver trovato questa discussione :-)
Faccio molto sport, calcio 3 volte la settimana + un pó di palestra e se capita jogging.
Ormai faccio sport da tanti anni e le mie pulsazioni a riposo sono circa 40.
Purtroppo peró da qualche mese mi capita di avere delle aritmie, mi sento il "cuore in gola", la pressione é 120 / 110 ed i battiti 150 al minuto.
Il tutto in genere dura 2 - 3 ore e poi ritorna tutto normale.
Nel 99% dei casi capita di notte, quindi quando i battiti scendono ancora.
Il dootre mi ha dato un beta bloccante (minima dose), ma questo aumenta l bradicardia, misurato una volta 33 battiti con l'apparecchio per la pressione.
L'ipotesi é che di notte, diminuendo i battiti, scatta l'aritmia come meccanismo di compensazione.
Io sono preoccupato.
Che ne pensate.
Toni

adriano ha detto...

Toni, sei per caso stressato o anche emotivo? perché secondo me lo stress e l'emotività danno quei segni che descrivi. Non sono un medico ma mi sembra che la cura che ti hanno dato (betabloccante) sia un pò, come dire, superficiale. Perché non ti fai vedere da un altro cardiologo anche per sentire un'altra campana? Tanto per fare paragoni. Poi: per caso hai apnee notturne? Perché ho sentito dire che le apnee fanno questi scherzi. Comunque il mio cardiologo mi ha detto che non si può generalizzare e che in ogni caso la cosa pericolosa non è tanto l'aritmia che può anche essere costituzionale o momentanea (stress ecc.), ma la fibrillazione che potrebbe insorgere a causa delle aritmie in caso di attività sportiva. Non mi sembra che tu, pur facendo tanto sport (e fai bene) accenni alla fibrillazione. Ciao e auguri. Adriano

Anonimo ha detto...

salve sono andrea! io nn corro a piedi ma vado in bici ho un passato da agonista, ora o 38 anni e per richiesta del mio medico sportivo ho fatto l'holter, è risultata un frequenza a riposo di 37 batti....
e nn sono al massimo della forma!
quando correvo arrivavo a 34/32

Anonimo ha detto...

Io ho scoperto di essere bradicardico causa incidente in moto. Ricoverato in rianimazione facevo sempre scattare l'allarme della macchina che mi monitorava perchè quando mi addormentavo andavo sotto i 30 bpm. Ogni volta che c'era un cambio turno dovevo sempre fare presente all'infermiera della cosa, altrimenti arrivavano di corsa con il defibrillatore..

Hires ha detto...

40 pure io, faccio 3 sedute di body building alla settimana e due di addome + 40 minuti di vogatore.

Anonimo ha detto...

ieri il cardiolgo mi ha misurato i battiti. 1^ misurazione 45. 2^ misurazione 40. DA circa 2 mesi, ho ripreso una preparazione atletica di calcio (direi anche blanda) dopo un anno di inattività. iniziavo a preoccuparmi, poi ho trovato questo link e vedo che non sono il solo.

Anonimo ha detto...

io invece ho svolto attivita' agonistica fino a 10 anni fa( arbitro federale di calcio), in dieci anni di inattivita' sono aumentate sia la pressione che la frequenza cardiaca...da marzo di quest'anno ho ripreso a correre ...la pressione e' ritornata quasi nella normalita' ed i battiti sono ( a riposo ) intorno ai 47-50.. ciao a tutti Gianni

zipoli luca ha detto...

52anni circa 6 anni che corro a piedi nel 2012 piccolo infarto allora battiti 40/45 nel 2013 coronografia battiti 33/3 ad oggi 2014 a battiti 26/33 avro forse edagerato avrò bisogno di un placsmecher.