Pages

venerdì 24 aprile 2009

G8 a L'Aquila. La Sardegna ringrazia. I terremotati anche

Volevo farlo ieri a caldo il post, ma poi ho aspettato per vedere un pò i commenti che giravano. E' assurdo, trovo fuori luogo la decisione adottata dal governo: spostare il G8 dalla Sardegna a L'Aquila.

Qui si lavorava già da un paio d'anni(tranne il governatore cagnolino direi che non l'han presa molto bene ). Centinaia e centinaia di operai al lavoro.  Mancavano 3 mesi all'evento quindi vi lascio immaginare lo stato di avanzamento dei lavori e che fai.. fermi tutto come si stesse organizzando una festa di compleanno (ma le finiranno le opere avviate?) e sposti il baraccone di almeno 16mila persone (l'insieme delle delegazioni) in un posto colpito dal disastro. Martoriato dal terremoto, dove stanno tra macerie e fango. Credo che la popolazione de L'Aquila abbia bisogno di normalità, di soldi per la ricostruzione e non di caos. . Non ci credo che il baraccone non intralci alla ricostruzione. Non ci credo al fatto che si risparmieranno soldi poi.  Come se organizzare un G8 a L'Aquila ora sia a costo 0. Come se la sicurezza là fosse garantita a prescindere (Berlusconi dice che là i no-global non verranno, che non ci saranno manifestazioni, ma già si sbaglia a leggere qui ) . Dove faranno il summit nelle tendopoli? Visto che le strutture sono pericolanti..
 Io ci vedo una fortissima strumentalizzazione. Si usa il dramma di quella gente per creare consenso mediatico, un mega sponsor.
Poi mi placo e accetto l'idea che magari si ricavi qualche soldo da questa operazione e mi viene da pensare ciò che non ho sentito dire da nessuno. E' una mia idea.
"Se alla Maddalena costava troppo, e se proprio si doveva spostarlo, ma vallo a fare in una città più attrezzata(che ne sò Roma)  e non tra le macerie. I soldi risparmiati poi li dirottavi verso l'abruzzo. In sostanza là solo soldi, ma nessun circo mediatico. Spegnete le telecamere"

18 commenti:

Fatdaddy ha detto...

Bleah, ormai è tutto incentrato sulla propaganda ed il consenso costruito sulle spalle dei poveracci.
Orrore e straquotone.

Daniele ha detto...

Per stravincere le Europee va bene tutto...

Anonimo ha detto...

Dal punto di vista di un pianificatore è un'enorme cazzata..avrei voluto capire meglio tutta la situazione, mi sembra strano anche a me che si risparmi..boh..non dico altro perchè ne sò troppo poco sull'argomento..ma mi dà l'idea di un grosso sbaglio..

R. Davide

GIAN CARLO ha detto...

Poi mandano via Vauro e sono i primi vignettisti

Ezio ha detto...

Solo una pregunta? Se questa mossa fosse stata fatta da prodi che se ne sarebbe detto?...e secondo me l'avrebbe fatta.....

the yogi ha detto...

math, hai torto.... vuoi mettere il ritorno mediatico?! siamo in campagna elettorale......

Mathias ha detto...

Le critiche QUI non hanno colore politico. Da destra a sinistra tutti criticano una scelta irragionevole. Non è anti-berlusconismo è una polemica sull'improvvisazione(non si può decider della cosa pubblica improvvisando, mandando all'aria due anni di lavoro), che si sarebbe sollevata anche ci fosse stato un governo di sinistra (il g8 in terra sarda fu deciso dal governo Prodi, ma è solo una segnalazione). E credimi Ezio ci sarebbe stata. Vivo in una regione che sta in ginocchio, il mio è un grido di dolore. Sono triste per la mia generazione di conterranei, senza prospettive. I singoli si salvano, si ma scappando da qui. A livello di informazione globale poi la polemica corre solo su internet. Non ho sentito questo gran clamore dai media, grandi lamentele non ci son state, così fanno apparire sia tutto ok.. L'informazione è anestetizzata e piegata. Lo si dice per retorica a volte, oggi lo posso affermare con certezza. Sono sconcertato..

Anonimo ha detto...

"Solo una pregunta? Se questa mossa fosse stata fatta da prodi che se ne sarebbe detto?...e secondo me l'avrebbe fatta....."

?????
Paolo (Modena)

Pimpe ha detto...

UN GRANDE PAGLIACCIO IN UN GRANDE TENDONE.. ecco dove lo sistemeranno..
povera italia....

era il Papen ke dofefa venire a L'aquilen ....!!
infece ha mandaten il zuo principalen ...

Monica ha detto...

e poi all'aquila e' molto piu' facile tenere alla larga chi vuole dimostrare....da un punto di vista etico-morale,e ovviamente, logistico. cmq math, quando ho letto la notizia pensavo fosse una vignetta di vauro, ma purtroppo pare sia la verita'.

Anonimo ha detto...

ih, ih, ih, bella pimpen! herr kaliffen.

Ezio ha detto...

?????
Paolo (Modena)



??????
Ezio (Frascati)

Ezio ha detto...

Comunque Math l'Italia e' in ginocchio tutta..ne destra ne sinistra....ne questo ne' l'altro governo sono decenni che si saccheggia questo ormai martoriato paese. Solo una cosa ...la situazione all'Aquila e' sempre piu pesante e entro l'estate bisognera' trovare una soluzione che faccia chiudere e portare via quelle tende che da ottobre non serviranno piu'. Se questo G8 serve a mantenere alta l'attenzione verso quei poveracci ben venga ...e poi certo che dopo l'immobilismo del governo precedente ci vuole un bel coraggio a criticare chi magari sagliando ma un minimo lo sta' facendo...poi che dicevi? Propaganda elettorale...? Lascia perdere che sono tutti uguali e figli dello stesso padre...con madri sono diverse naturalmente.

Monica ha detto...

ezio - non credo che sia questo tipo di attenzione che fara' bene all'aquila. sai benissimo cosa comporta un G8 e non credo sia il momento di "invadere" una citta' martoriata da morti e distruzione.

l'attenzione che serve ora e' quella della ricostruzione intellegiente.

siamo tutti d'accordo che non e' questione di colore. fosse anche stato un altro a proporla, l'idea mi sarebbe sembrata comunque fuori luogo.

e poi, come dice math, bisogna pensare che per fare il G8 all'aquila si abbandona un posto in cui i lavori erano gia' iniziati e non credo sia il momento di sprecare.

Mathias ha detto...

Monica ha espresso perfettamente il mio pensiero. Resto comunque speranzoso che l'operazione si svolga come hanno auspicato. Con risparmio di soldi e con risvolti positivi per il territorio aquilano.
Per chiudere se credessi siano tutti uguali non andrei a votare, mantengo ancora qualche speranza. Vado ad esprimere ogni volta il voto in adempimento del mio dovere civico, per acquisire almeno il..diritto di lamentarmi!

Anonimo ha detto...

@ezio: secondo me invece sono figli della "stessa madre"... e di padri differenti.
io ultimamente non voto e mi piacciono i governi immobilisti, visto che le mosse degli ultimi 20 anni hanno prodotto solo danni.
...tanto le mazzette sugli appalti in sardegna le hanno già prese, adesso largo ad altri appalti in abruzzo! inoltre è difficile che i black block distruggano l'aquila, se ci saranno scontri si potrà tuonare sul cinismo dei "comunisti". un paese senza prevenzione conviene: quando succede qualcosa bisogna decretare d'emergenza, i controlli vengono meno e l'albero delle mazzette si riempie di frutti!
luciano er califfo.

RafCos ha detto...

C'è di buono che i no global finiranno di spaccare ciò che è rimasto in piedi a L'Aquila e non verranno ad infestare la nostra amata terra con le loro finte e inutili proposte pseudo-pacifiste. O speriamo che i no global cambino comportamento cercando di aiutare concretamente i cittadini colpiti dal terremoto... ma la vedo dura. Povera Italia!!

Ezio ha detto...

Luciano...si sulle madri e i padri mi sono impicciato.

Mathias...beata gioventu'...