Pages

martedì 28 aprile 2009

Ciclo allenamento Ugo. Scheda 1(potenziamento?) week 1.

Passate due settimane di corse sciolte dopo Parigi, è iniziata l'avventura. Di Ugo allenatore sapete. Quindi è giusto iniziare a dar conto dei miei allenamenti.
E' un nuovo ciclo, che non si pone obiettivi di gare particolari al momento, ma finalizzato al potenziamento(se sbaglio mister correggimi) in questa fase.

Ho corso 60 km questa prima settimana e mi sono prodotto in ciò
Lunedi: Ne avevo già parlato. Il potenziamento tramite esercizi, preceduto da mezz'ora di riscaldamento. Bello perchè praticamente è un giorno di non corsa (il riscaldamento serve solo per arrivare caldi), ma durante il quale alleni tutto il corpo mediante esercizi vari. Ci si stanca in modo diverso dal solito.
Martedì. Variazioni di ritmo. 40" veloce 1'20" lento per 30'. Riscaldamento e defaticamento a condimento.
Ecco, qui la prima novità rispetto al mio consueto modo di allenarmi. Sono sempre molto legato al ritmo del Garmin, a rispettare l'andatura che leggo scritta.  Ora non devo farmi più condizionare. Devo essere libero di interpretare i ritmi fidandomi delle sensazioni del corpo e non di quelle dell'aggieggio. Basta questo per rendermi entusiasta e lasciarmi andare più volte vicino e sotto i 4'/km. (media finale 4'02 nei tratti veloci). I recuperi a 5'47 di media ( sporcata però dagli ultimi oltre i 6'). Fino alla 10° variazione era tutto ok. Poi ho iniziato a faticare un pochino..ma ci stà.. Il cuore è arrivato sin a 178, i dati oltre, da Colibrì son sballati dalla caduta della fascia.

Mercoledi: riposo
Giovedì. Riscaldamento e defaticamento. In mezzo un 5000.
Ne avrei fatto un post avessi battuto il record. Non è successo. Non era neanche mia intenzione tirarlo al massimo. Mi sentivo così sicuro di scender sotto quel 23'27(media 4'41/km) di Ottobre.
Sono migliorato da allora, ma..tenere un' andatura attorno ai 4'40 non fa per me in questo momento. Ciò che nei mesi ho acquisito in resistenza l'ho perso in velocità, o per meglio dirla in resistenza alla velocità. Guardate i passaggi. Son morto attorno ai 3.5 km (tenevo ancora i 4'42'km). Poi ci son stati 600 metri di sbandamento in cui ho mollato decisamente l'andatura, ma non l'obiettivo di finir la prova.. A 900 metri dalla fine un timido recupero per chiudere in 24'21 (media 4'52 km). 

Venerdì: Salita di Scala Piccada. riscaldamento e defaticamento a scendere
Quante volte ve l'ho descritta e fatta vedere Scala Piccada(Ugo guarda il video, così ero e correvo a marzo scorso). I famosi 2.5 km di salita, il pianoro di poco meno di 500 metri di mezzo ed ancora 2.3km a pendenza media 5%. Il panorama fantastico della baia di Alghero mentre si sale.. come si sale? Sul ritmo. Al primo intermedio sono passato vicino ai miei tempi migliori, nonostante stavolta non la stessi prendendo a gara.. poi la flessione nella seconda salita, laddove si fa leggermente più pendente e la fatica accumulata inizia a farsi sentire.



Sabato: riposo

Domenica: Scelta tra 1h30' di lungo oppure una GARA. Ho optato per la Sassari Osilo che già sapete dal post qui sotto.

14 commenti:

GIAN CARLO ha detto...

vedrai che piano piano zitto zitto lemme lemme cacchio cacchio...Mr Ugo ti fa fare un mazzo a tarallo !!!!

Anonimo ha detto...

Math, sei solo all'inizio...questo è niente in confronto a quello che farai tra un pò di tempo, ma vedrai quante soddisfazioni riuscirai a toglierti...
Sabato ho fatto la 50 km di romagna e per me non è stata una passeggiata, però non immagini
l' emozione che ho provato dopo aver tagliato il traguardo...da paura ,in tutti i sensi!!!!
un abbraccio lady

the yogi ha detto...

scribble scribble..... ehm, prendo nota! ;)

Fatdaddy ha detto...

ri-scribble, ri-scribble...ed io copio il copione di qui sopra! ;)

Anonimo ha detto...

5 sedute di qualità su 5... beh, hai l'età che ti favorisce. vedremo le prossime settimane e ne parleremo a roma anche con ugo. luciano er califfo.

Lucky73 ha detto...

204BPM ho letto bene? Ma medio o picco max?

Periodo di tabelle per tutti e dal tuo post noto che stai facendo sul serio e stai cominciando a martellare alla grande. Vedrai che bello andare a ritmi appena sopra o addirittura sotto i famigerati 15 km/h !!! è tutto un altro correre!

Sul 5.000 ...hai appena corso la maratona ora devi veloccizzarti e vedrai che tra poco quel tempo vecchio lo spazzi via ....

La Scala Piccada....quando vengo in estate la voglio, la voglio!!

paolo72 ha detto...

Caspita Math, come prima settimana, chissà come saranno le altre.
Ciao paolo

ps.forse sabato non ce la faccio

ti farò sapere ciao

Mathias ha detto...

@Gianca: siamo qua per questo. Impermeabile al dolore @Lady:..e complimenti!! Immagino la soddisfazione enorme. Come è che tutti quelli che allena Ugo debordano verso le ultra..:-) Sia chiaro che il sottoscritto è ben disposto a sottoporsi agli allenamenti più massacranti, ma..la 42km è il max delle mie ambizioni, nel breve medio termine(oltretutto ho ancora l'incertezza della possibilità di una maratona autunnale). Tra qualche anno chissà, io ultramarathon man!?.. però ti deve nascere da dentro lo stimolo. Per adesso ne prevale un altro ho uno ben chiaro e netto: VOGLIO DIVENTAR VELOCEEE, quindi ben venga l'acido lattico :-) @jogy+fatdaddy: spionaggioo :-)
@Luciano: diciamo che mi son complicato io il fine settimana, andando a fare la gara. :-P I lavori che ho sentito veramente sono le variazioni ed il 5000 (invece meno il potenziamento e la corsa in salita lunga). Son curioso della chiacchierata che ne nascerà in pizzeria, voglio sedermi vicino..così da ascoltarvi..
Io giudizi non ne darò però sulle vostre filosofie, al massimo.. posso provarle, come sto facendo con Ugo :-) Mi sono affidato a lui e vedo dove mi porta, accettando la fatica e il fatto che possano passare i mesi prima di ottenere risultati..mi confortano però gli esempi di chi ci è già passato! :-)
@Paolo: peccato se non vieni!

uscuru ha detto...

ma quanti lavori fai???
ih ih ih ih!!!

Anonimo ha detto...

math, non ho dubbi che ugo sappia il fatto suo e neanche che stessi obiettivi possono essere perseguiti con metodi anche molto diversi, prova ne sono le tabelle degli atleti di livello internazionale. solo che spesso dicono che le mie tabelle sono dure...
er califfo.

Ribichesu Davide ha detto...

Vai Math!! questa nuova avventura son sicuro che sarà ricca di sorprese e risultati!! Il più bell'allenamento di questa settimana lo sai già quale è..la scala piccada ..ma anche le variazioni devo dire che mi hanno stuzzicato la fantasia! ciao Math ci si vede tra pochi giorni..ci sentiamo.

paolo72 ha detto...

ciao mathias mi dispiace tanto avremo passato una bella serata, ma non ce la faccio ci sentiamo cmq io andro a Nuoro il 16/05
ciao paolo

ugo ha detto...

Luciano in letteratura esiste tutto e l'esatto contrario di tutto, e le questioni non sono legate al fatto che uno sappia e l'altro no. E' una questione di filosofie, Mat infatti a seconda di come lo imposti può fare 5 giorni di carico o 2 con dei richiami di stress nei restanti giorni.
Altra giusta osservazione è che è giovane ma anche che deve fare potenziamento e che prima di fare velocità dovrà preparare i suoi muscoli a sostenere quel carico e che questo sarà calibrato alle sue capacità di sostenerlo, in pratica "lavori in corso" ma anche "prove tecniche di trasmissione" e quindi individualizzazione! Ma....ne parleremo davanti ad una pizza!!

ugo ha detto...

.....comunque in effetti il problema è come somministrare il tarallo.....