Pages

venerdì 11 aprile 2008

35 km nella bufera..


Giornata di bufera in quel di Alghero oggi..vento a 20 nodi, nuvoloni, e pensare che ho fatto il lunghissimo. Non potevo rimandarlo. Questo finesettimana lavoro ai seggi e la settimana prossima mi riprende la scuola di specializzazione!
A pensarci non l'ho spostato di tanto rispetto agli originarissimi programmi. Dovevo farlo domenica scorsa a -21 ed invece l'ho svolto oggi, venerdì, a -16. Penso mi sian sufficienti per recuperare..
Ho scoperto le strade vicinali che dall'abitato di Santa Maria la Palma girano attorno al Monte Forte, belle, isolate e senza traffico, per molti tratti riparate dal vento da lunghi filari di Eucalipti,che quasi si piegavano per resistere alla furia di Eolo. 20km mai corsi prima, veramente entusiasmanti. Sono ritornato poi lungo la strada che già, chi mi segue da un pò, aveva visto nel mio ultimo lunghissimo pre New York. Chiusura con arrivo nel Golfo di Porto Ferro dinanzi ad un mare mostruoso..
Cazzo ragazzi, aldilà della prestazione che ora analizzerò, sono questi giri che mi fanno entusiasmare e mi rendono orgoglioso di essere un maratoneta, perchè danno un contatto intenso e profondissimo con la natura.E c'è una gioia, sconfinata, quando si stoppa il cronometro, più forte dello sfinimento:la consapevolezza di aver realizzato, ancora una volta, qualcosa di magico.

Veniamo al lunghissimo. Ne ho fatti 35 ad un ritmo medio di 6'09"
Vi riporto nel dettaglio i parziali ogni 5 km, così li commento con voi
05km 30'16"(media 6'03"; battito 156)
10km 30'11"(media 6'02"; battito 160)
15km 30'18"(media 6'04"; battito 163)
20km 30'48"(media 6'10"; battito 166)
25km 30'46"(media 6'09"; battito 166)
30km 30'45"(media 6'09"; battito 168)
35km 32'12"(media 6'26"; battito 169)


Non ho più il polso del mio stato di forma dopo i prolungati stop di marzo, i battiti come vedete, sono ancora molto alti..tanto per aver anche voi un riferimento a febbraio sui 32 km giravo a 5'57" e 152 battiti.
Conscio di non valere quei tempi sto cercando il ritmo giusto. Mi sono detto, perchè non provare i 6'05" di media..non sarebbe male, potrebbe essere un ritmo sostenibile..son partito senza curarmi dei battiti, badando solo all'andatura
-nei primi 15km in effetti così è stato( ho fatto anche anche qualcosina meno, per effetto di alcuni passaggi sui 5'59"/6'/km)
- Tra il 15°e il 30° ho rallentato come avete visto..mantenendomi sui 6'09"/km. Con progressiva stanchezza.
-Gli ultimi 5 meritano un approfondimento:31(6'06) 32(6'17") 33(6'19) 34(6'48) 35(6'41)
Sono riuscito a fare ancora un km brillante, poi durante il 32° e il 33° ho avuto un rallentamento di 10"..infine negli ultimi 2 sono scoppiato.Quello che ho sentito a partire dal 32° è stato un indurimento delle gambe e crampi, che durante il penultimo km mi han penalizzato molto.Penso sia la classica crisi!
Considerazioni:
- Forse sono partito troppo forte?. Ma i battiti non è che mi rientreranno nella norma da qui a due settimane? Perchè girare a 20 bmp in meno sarebbe tutta un'altra cosa.
- Potevo prendermi un carboidrato in gel in più (ne ho preso uno al 22 e basta).
- I 36 prima di N.Y, in forma, li avevo fatti a 6'24"; questi 35, in stato così così, a 6'09", comunque il bicchiere lo vedo mezzo pieno.
Non mi resta che analizzare bene questi dati nei prossimi giorni, così potrò scegliere il ritmo giusto per Vienna.

8 commenti:

Monica ha detto...

intanto splendido che sei riuscito a fare 35km considerando tutto quello che ti e' successo 'sto mese! inoltre a me i tempi fanno ben sperare, nel senso che ora e' troppo presto per te per stare attorno al 5'57'' o un po' sotto, ma da qui a due settimane tutto puo' cambiare. secondo me per allora avrai totalmente recuperato, e spinto dall'atmosfera della gara, dalla bellezza di vienna e dalla compagnia...ANDRAI ALLA GRANDE!
pronostico per te: 4:12:30 :-) [toccati eh eh]

Micio1970 ha detto...

In effetti il piacere dei lunghi è sia il senso di sfinimento che questo immenso contatto con la natura a cui ti obbliga questo tipo di corsa. Poi come sempre invidio i favoloi scenari sardi dove mare e natura selvaggia si incrociano meravigliosamente!

Ezio ha detto...

L'importante e' che hai fatto tutti sti km senza problemi allla gamba come pochi dicevi pochi giorni fa' ora pensa solo a recuperare la freschezza quindi pochi km e del tutto rilassanti e ci sei!

Mathias ha detto...

@Monica: mi segno il pronostico, ma la vedo dura..tra qualche giorno faccio anche io un post tipo il tuo, con i vari obbiettivi
@Micio:eh lo so..certo però che ieri il vento fortissimo rendeva i miei posti, a tratti, un pò meno piacevoli del solito :)
@Ezio: E' vero, non ho dato atto del fatto che non ho sentito alcun bruciore.Sicuramente lacosa più importante!

albertozan ha detto...

Mathias penso che il vento abbia influito sulla tua prestazione. Detto ciò e considerata la crisi io a Vienna partirei tranquillo (6,15-6,20..)fino almeno alla mezza e poi (sia a sensazione sia guardando i battiti cardiaci che rapporterai magari a quelli di questi 35km)potrai incrementare il ritmo...per il pronostico stile Monica ci risentiamo...;)
ciao

Nick.12 ha detto...

Vai così Mathias, l'importante come si dice sopra è che hai fatto i 35 km senza postumi particolari e pericolosi, dopo per il cronometro c'è stato anche il problema meteo.
Arriviamo Vienna.............
Ciao Nick

Furio ha detto...

Monica ha ragione, hai corso 35km, una bella esperienza non alla portata di tutti, la forma tornerà ;)

Marione ha detto...

Mathiassss, venerdì era veramente un vento bestiale ne so qualcosa, visto che l'aereo non voleva scendere sulla pista di alghero, l'ho dovuto letteralmente buttare giù con tanto di patacca, che devi fare quando c'è vento so c.......!!!! Rientrato in quelli di roma, sono andato a correre come al solito e devo dire che anche qua il vento non perdonava, anzi si faticava abbastanza, non è un tempo clemente in questo periodo, però l'importante è il risultato, quindi se sei riuscito ad allenarti va bene lo stesso!!!