Pages

mercoledì 2 dicembre 2009

Emozioni al rintocco delle campane.Firenze Marathon, crolla il muro delle 4ore


(nota postuma: questa maratona è stata preparata e vissuta grazie all'Ugo Training cui rimando)
--
Firenze per me sei il rintocco solenne delle campane di S.Maria del Fiore.
Non me le levo dalla testa e so il perché.
Nelle infinite falcate della mia corsa sono i momenti esterni, fatti di suoni, impressioni, situazioni, volti amici, che marcano il panno del ricordo e fanno elevare certi passi sopra altri.
Eravamo al transito del 28°km circa. Quel contesto monumentale ha reso la mia corsa solenne e adrenalinica. Un'emozione devastante, che a stento son riuscito a trattenere e la cosa più bella è che l'ho vissuta con a fianco un amico, Fabio..che le vie di Internet mi hanno fatto conoscer perchè fu il primo che commentò quel video celebrativo di New York messo su Youtube.
Trovarsi, perdersi e poi ritrovarsi. E' il destino degli amici maratoneti, riproposizione in chiave sportiva di quello che spesso ci riserva la Vita.
E' accaduto più volte nel giorno di gloria sportiva Domenica 29 Novembre.
Vi porto così alla partenza di Piazzale Michelangelo sotto un cielo grigio. Diecimila anime alle prese con la propria battaglia che circolano di qua e di là.. Si parla e si scambiano battute, allungo un the ad Andrea Rigo, poi trovo altri amici blogtrotters, poi Fabio. I minuti passano, Firenze là sotto di noi è già bellissima di prima mattina e tra un pò sarà nostra. Non fa neanche poi così freddo. Che allegria, smorza quella tensione agonistica che lieve sale. Primo rintocco di campana. Cambia la scena. Mi ritrovo così per un momento in un bagno oscuro, uscito dal quale degli amici non c'era più traccia. Solo. Io e la mia passione, che è anche quella degli altri scalmati intorno. Le parole del Mister riecheggiano nella mente. Stai tranquillo per i primi 30km, poi vola. In fondo penso che così interpretata questa sia una maratona sperimentale. Son molto più tranquillo che in altre occasioni, ciononostante una minzione disperata in un angolo tra dei sacchi, poco prima del transito sotto la linea della partenza, mi richiama antichi difetti emotivi. Mi infilo infine tra la selva di gambe giù per la discesa, nel traffico. Il tappo umano è notevole, questa la prima insidia, poi quando gli spazi si fanno più larghi la seconda insidia è dipesa dalla voglia di lasciar troppo andar le gambe per recuperare quei secondi persi. Mi fotto così continuo a ripetermi Piano Piano. Vedo gente che salta le aiuole e fa acrobazie incredibili. Osservo tutto questo mentre le campane riecheggiano lontane e mi portano sul piano. Il primo ritrovo in corsa è poco dopo aver incontrato la pianura. E' l'amico Andrea, Insane, il piacentino (che mi accompagnò per molti km durante la mezza maratona in notturna a Roma) mi sfila e dopo qualche metro con me, va a rincorrer la sua performance. Io viaggio con il freno a mano tirato. I 5km a 5'42 son un pò sporcati dalla lenta discesa e dal minutino perso nel primo mille. Del resto Ugo me l'ha detto di non scostarmi dai 5'35/5'30". Goditi Firenze Math. E così faccio, ma qualcosa già al primo affaccio sull'Arno mi turba. E' la vescica che si sta nuovamente riempiendo e inizia a bussare. Ogni tre respiri il mio pensiero è lì. Cazzo devo fermarmi, ma magari resisto. Mi trascino dietro il pensiero per quasi 7 km. All'altezza del 14° non ce l'ho più fatta, prendo la decisione e mi paro dietro un albero in un interminabile minuto (tondo tondo). Nel frattempo se ne è andata una seconda cinquina a 5'36.. e la terza con pausa a 5'42. In sostanza ci sto dentro nei dettami del mister non fosse per gli inconvenienti avuti!
Tocco di campana. E' un'altra maratona, più godibile. La mia corsa ora è più sciolta e meno pensierosa. Forse per leggerezza(o perchè uscivo dal pit stop) salto il rifornimento del 15°, dove avrei voluto prender una bevanda energetica, ma viene di lì a pochi istanti in soccorso l'amico Fabio, che mi ritrova. Inizian una dozzina di km bellissimi in sua compagnia. L'amicizia in corsa non ha bisogno di parole, ma è fatta di presenze e di gesti. Un pezzo di banana, suo rifornimento personale, condiviso passerebbe nel silenzio se non lo narrassi. Rientra tra i momenti che ricorderò sicuramente. Il nutrimento zuccherino mi dà la carica per mantener l'andatura di crociera e traghettarci nei 6 km sin alla mezza a 5'32"/km. (mezza in 1h58'56").
Faccio il countdown. Dico a mezza voce, non so se Fabio l'ha capito che tra circa 8/9km io cambio passo. Son km transitori, passiam nella zona dello Stadio, poi ci riaffacciamo verso il centro. Ci son decisi di cambi di direzione che fanno un pò rallentare. Passo quasi accanto al mio Albergo vicino a Piazza San Marco che manco me ne accorgo. Sin ai 30 la mia maratona decreta un 5'37 nei 9 km parziali e nel totale sino a quel momento (30 km in 2h49'03"..accidendenti per quei 2'!!).
Ma tornano le campane e l'adrenalina di quel passaggio narrato all'inizio, prepotenti ed in primo piano. Le urla degli amici di Alghero, poi quelli di Roma ai bordi strada. Son stordito e la mia elettricità forse manda in cortocircuito il Forerunner. Il Garmin infatti si spegne un attimo. Lo riaccendo. Son tra il 29° ed il 30° quando accade ciò. Perdo dal primo piano l'andamento della mia gara. Indi resetto in movimento e riparto da lì a cronometrarmi. Approfitto del'inconveniente del gps per anticipar di un 500 metri la decisione. Del resto son troppo gasato dalla folla per trattenermi oltre. Fabio andiamo, voliamo, dai..
Tocco di campana. Ho cambiato passo e mi son librato a scriver una pagina della mia storia podistica. Penso che Fabio sia con me, ma i primi metri son abbondantemente sotto i 5. Mi giro e lo perdo di vista. Perdersi e ritrovarsi chissà dove ora..Grazie Fabio, lo ringrazio con il pensiero per avermi aiutato ed esser stato con me. Mi calmo un attimo, poi mi lascio ancora andare. Procedo a strattoni, senza comunque più guardare l'andatura nè niente. Sono figlio della sensazione e del vento entro nel parco delle Cascine che sono un uragano. Per 8km travolgo tutto. Ricevo una pacca sul culo da Ezio che vedo cammina(mi spiace, ancora devo saper che è successo ai miei amici dei blog), sfilo poi Giampy che da dietro mi urla che i palloncini delle 4h son là davanti e io mi ci avvento. Li voglio e devo prendere. I brevi rallentamenti in questi 8km son dati solo dai rifornimenti che vedono una ressa incredibile. Mi devo fermare qualche istante sia al 30° che al 35° per bere qualcosa. Il parziale dal sito tds mi darà 5'28 in questi 5km, ma sò che son sotto i 5'20 abbondantemente nei tratti corsi.
Il patatrac lo faccio al ristoro dei 35. Salto il rifornimento salino per la fretta e la troppa gente e non reintegro neanche in frutta. Mi accontento di mezzo bicchierino di acqua e non basta. Di lì a due km la pago. Attorno al 37°, che è quello evidenziato in azzurro nel tabellino qui sopra, sento il tocco di campane che decreta l'apertura della sofferenza. Si affacciano degli accenni di crampi. Ora ai polpacci, ora nell'interno coscia. Devo rallentare e stringere i denti. Finisce il parco e di nuovo l'Arno, Ponte Vecchio si avvicina. Entro in piazza della Signoria in "crisi mistica".In sostanza i 3 km sin al 40° son stati quelli della paura. Se il crampo arriva deciso qua zoppico sin al traguardo sussurro. A terra vedo podisti che son nelle condizioni in cui io non vorrei finire. Arrivo sin ai 6'09"/km, poi giunge a salvarmi l'ultimo rifornimento. E' fondamentale, prendo sali e the..è una botta di benessere. Poi gli amici supporter di Alghero, lì poco oltre, fanno il resto. Mi ristabilisco e riesco a correre bene. Le gambe son ancora fresche. Ora Firenze è un casino pazzesco. Io mulino felicità. Vedo l'ultimo palloncino delle 4h lì poco avanti che svolta, sento lo speaker. Piazza Santa Croce è dietro l'angolo, io son in lotta con uno dei miei sogni, questa volta non mi scappa. Svolto, tutto va al rallentatore. Sento una gioia immensa salire, perché guardo il tabellone e capisco. Un rumore sordo è il crollo del muro. Due braccia alzate al cielo di una bellissima Firenze, tra polvere e calcinacci, son le mie a prendersi un 3h58'27 con caparbietà. La storia narra che ho perso un caffè con il Gianca che mi ha dato oltre 35' (e son 2..mi sa che gli regalo una caffettiera!), ma scopro ora in email di aver un record in maratona identico al secondo niente popodimeno che con il mitico Fat e la cosa mi fa un piacere immenso. Fabio arriverà un paio di minuti dopo di me per chi ha avuto a cuore, dalle mie parole, le sorti della sua gara. Sarà record anche per lui.
Questa qui sotto è una tabella riepilogativa
Ai più non diranno niente, ma questi numeri celano delle emozioni. Le ho vissute ed ora son perdute e mischiate tra le tante dentro di me. Come gli amici maratoneti che da qualche parte li rincontrerò, così gli echi di questa giornata e le gesta ad essa connesse, ritorneranno prepotenti a galla al primo rintocco solenne di campana.

41 commenti:

Anonimo ha detto...

beh, complimenti per il muro sverginato (con ugo ti abbiamo già sputtanato tramite mail inter nos).
però che casinista che sei: vesciche, rifornimenti saltati, cambi esagerati a 5/km, mezzi crampi, garmin che si spegne, invasione delle cavallette...
ah, ah, ah!
grande math!
er califfo.

innovatel ha detto...

Uomo ... ti ho già detto tutto via sms domenica sera ... non posso che rinnovarti i miei complimenti e dirti che sei veramente in gamba!

Ora vedi di impegnarti ... così magari la caffettiera la regalano a te :P

Ahhh ... preparati ... anno nuovo ... allenamenti nuovi ;)

insane ha detto...

Bravo Mathias! Finalmente abbattutto quèl muro che non ti apparteneva più..complimenti ancora ed è stato un piacere.
(rialzarmi da quèl marciapiede,alla fine,è stata dura...) :)))

innovatel ha detto...

@insane -> avrei voluto vedere correre assieme ... sarebbe stato veramente bello un arrivo assieme ... :)

Ezio ha detto...

Bravo Mathias! Ti ho visto veramente concentrato e preciso. Sei un grande. La pacca sul culo la do' solo agli amici....quando finiamo il discorso? Da quando te l'ho data non penso che a te....

innovatel ha detto...

@Ezio -> Eviterò di incrociarti in Maratona ... al massimo preferisco seguire "certi consigli" che un saggio mi ha dato ieri prima di andare a prenotare la visita medica :P

GIAN CARLO ha detto...

Bella storia Math... pero' c'è chi dice che fuggi a Milano per non pagare pegno !

francescarun ha detto...

splendido racconto,,intenso,,,complimenti :)))

Fatdaddy ha detto...

Quando ho visto il tempo su TDS stentavo a crederci, non perchè avessi abbattuto il muro (era nell'aria, era nelle tue gambe...) ma perchè mi hai onorato dello stesso incredibile real time, come se fossimo arrivati fianco fianco al traguardo, a mesi di distanza.
Grande Math, non immagini quanto sia contento per te!!! ;)))

Daniele ha detto...

E ce l'hai fatta a salvare il saluto eh... :-)

Non ti ripeto ancora i complimenti sennò ti gonfi come un pavone...

Monica ha detto...

ce l'hai fatta a scrivere eh!?? sono giorni che controllo per leggere la tua storia. i complimenti t eli ho gia' fatti via sms e sul mio blog...mo basta!

bella la storia dello stesso tempo con daddy...i miei tesorini con lo stesso identico tempo....FIGO!!!

franchino ha detto...

Contentissimo per te Math!
A presto visto che sarai a Milano, magari ci si incontra più spesso!

Francarun ha detto...

Bravo math, correre in compagnia di Amici è la cosa più bella...!

Dante ha detto...

Grande !!! Bel racconto mi ha incuriosito il tuo tempo esattamente uguale al mio ...e infatti sei arrivato assieme a me :-) unica differenza io ero accompagnato da due fanciulle con tanto di ali a mò di Angelo. Bravo e ancora complimenti per il PB.

Gianluca ha detto...

Complimenti x il "muro abbattuto", ora sotto con il prossimo (3.45')..è stato un piacere conoscerti dal vivo! alla prossima

Fra ha detto...

Ciao Math....erano giorni che controllavo il blog, aspettavo il tuo racconto di Firenze, complimentissimi per l'abbattimento del "muro" delle 4 h, era nell'aria, ma nulla è mai scontato, gli imprevisti sono sempre dietro l'angolo...sono felice per te.....

Marco Bucci ha detto...

Complimenti Math.... complimenti veramente...!!!
Adesso pensa a come recuperare quei 2 caffe'... ti dico che ce la puoi fare.... per la serie : ecco un motivo perche' RunnerBlade continui a tirare come un matto ...!!!

Ciao stammi benissimo

Michele ha detto...

bravissimo...

Kikko ha detto...

E'stato un piacere conoscerti poco prima della partenza e complimenti ancora per il tuo nuovo PB! A presto.

Mic ha detto...

Complimenti per il bel risultato! ..e anche per l'ottima memoria :-) Mentre tu sai il personale tuo e di Fatdaddy, io non so nemmeno quello mio in maratona.

Mathias ha detto...

@luciano: son un casinista. Io se risolvo il problema del bagno tolgo 5' netti a prescinder dalla preparazione
@andrea innovatel: giuro che non ti pago per commentarmi ed incensarmi di complimenti ovunque. :-P
@Insane: ti ho visto provato là seduto. A resto..chissà dove..
@ezio: ho letto stamani, ma rispondo ora. sto piangendo ancora dalla battuta che
@Giancarlo: i debiti inizian ad esser preoccupanti
@frncescarun: grazie france
@FAT: Sembrano scherzi del destino. Ce ne vuole a pareggiarsi su una gara di quasi 4h. La bella a scacchi?
@daniele: è minuto e mezzo che fa la differenza..mi sarebbero girate ad elica
@franchino: capiterà sicuramente..mi è spiaciuto pper la tua gara, ora vengo a scrivertelo sul sito
@Monica. visto l'abbiam fatto apposta..
@francarun: la corsa con gli amici da un valore aggiunto alle nostre imprese!
@fra: non era scontato no..se mi fossero partiti quei crampi sarei arrivato 10' dopo!
@gianluca. è stato un piacere aver conosciuto un..nuovo blogtrotter!
@kikko: piacere mio..anche se al volo. avremo modo di rincontrarci
@dante. si si mi ricordo gli angioletti che ti accompagnavano..non sapevo avevi un blog. pensa te, quindi anche tu hai fatto lo stesso tempo a questa maratona? ma ce li giochiamo al lotto sti numeri?
@mic: :-P tu non ricordi perchè..sei allergico alle maratone!
@marco bucci: non lo lascio cullare certo sugli allori..

innovatel ha detto...

@Mathias -> se una cosa non la penso per davvero ... non la dico ;)

Fatdaddy ha detto...

A scacchi sono scarsetto, preferirei una sfida alla Terence & Bud a "Birra e Salsicce"!

Se arrotondo per eccesso con i millesimi confermo che vado a 3h 58' 28", quindi Math mi hai sotterrato! :D

Bacchini Fabio ha detto...

Sei un grande. Hai buttato giù un muro...ma ora...te ne aspettano altri. L'unico rammarico che ho e non aver corso...anche perchè questa gara l'avremmo fatta insieme...PECCATO.
Mi ha fatto tanto piacere rivederti e spero di rivederti presto.
Un abbraccio.

Simone ha detto...

Veramente complimenti, anche se analizzando i ritmi diversi,la progressione con annessi crampi, le minzioni e il resto sei vicinissimo alle 3h 45'. A Settembre bisogna andare a Berlino,Beppe,scusami Mathias e lì puoi scendere di gran lunga sotto quel muro. Bravo

Davide R. ha detto...

Non c'è altro da dire Mathias: COMPLIMENTI!!!

the yogi ha detto...

t'ho visto arrivare (come anche gli altri), più felice che stanco... e mi è bastato! un altro muro caduto.... :)

Lucky73 ha detto...

Math sei stato grande, ma voglio dirti che ora che hai abbattuto il muro se vorrai continuare con la maratona potrai scendere parecchio....

Emozioni enormi e te le meriti. Quando sarai a Milano ti festeggerò a dovere :-))

Complimenti a parte però secondo me sei partito un po' piano perdendo molto sui primi 5K che se non erro erano in discesa ...(minuti per potevano portarti ad un facile 3.55) ....

Il fatto di non integrarti non ti ha permesso di continuare la tua progressione ......

In pratica hai un 3.50 celato che potrai scoprirlo la prox volta!!

ORA goditi il crollo del muro, alla grande!!!!

innovatel ha detto...

@Lucky -> ueee ... cosa credi? Il buon Mat lo si festeggia assieme ... :D

Lucky73 ha detto...

Ah per il problema pipi ...io la faccio anche pochi minuti prima della partenza.....
:-)) Pimpe ne sa qlc ...alla sgamelàa ....

innovatel ha detto...

@Lucky -> per la pipì ho autonomia di 35km massimo ... nel senso che se parto e tengo verso il 35° devo fermarmi ... quindi io verso il 10° mi fermo ... e poi riparto ... così non rompo il ritmo dopo :D

Alfredo ha detto...

Bravo math,
Al tds era saltato un tuo passaggio (se non erro il 25simo) ed avevo temuto il peggio, invece fortunatamente sei ricomparso al passaggio successivo.
Per il caffè avevo capito subito già alla mezza che non c'era storia con quel diavolo del RB.
Okkio ai particolari la prossima volta, che solo lì limi di almeno una decina di min.
Sempre emozionanti i tuoi racconti al solito.

Francorre ha detto...

Bravissimo Math. Sono proprio contento per il Muro abbattuto, a colpi e rintocchi di Campane.
E quel suono che si rinforza ad ogni rintocco ti porterà ad altri traguardi e a non pagare più caffè.
E come sempre bellissimo racconto.

MFM ha detto...

Grandissimo Math, quello delle 4 ore è anche il mio sogno. Leggerti mi dà nuova carica in una settimana in cui sto a casa influenzato. Se a marzo vieni a Roma magari scendiamo sotto le 4 assieme. ;-)

Ale57 ha detto...

Grande Math, sono strafelice per te. Il rumore che ho sentito in lontananza era dunque quel fottutissimo muro che andava in briciole!
Avevo il cellulare KO per cui non ti ho potuto mandare un sms di felicitazioni, ma ero ansioso di leggerti e provare le tue emozioni (hai fatto praticamente il mio tempo, siamo sullo stesso livello, solo che tu hai dalla tua l'età e presto.. volerai come io non farò mai). Bravo bravo bravo.... alla prossima!
Ah, che ne dici di Roma 2010? Dai che la corriamo assieme...

Furio ha detto...

In nettissimo ritardo.. ma COMPLIMENTI MATH!

er Moro ha detto...

Come è potuto succedere nn lo so ma finalmente sono abbonato ai tuoi feed, ormai sei mio, nn mi scappi+ :D
Complimenti per l'ottimo resoconto, m'hai emozionato davvero :oops: Cmq caro Math, da adesso ti gironzolerò + intorno ;)
Eccoci a Firenze

Micio1970 ha detto...

In ritardo anche causa suina ... ti faccio i miei complimenti perchè un muro è sempre difficile da abbattere. Ma ce ne saranno molti altri!

Bravissimo!

Paolo Isola ha detto...

Complimenti per aver abbattuto il muro delle 4 ore! Mi chiedo, una pisciatina prima del via non è possibile? Anch'io ho problemi di quel tipo, principalmente per ragioni emotive, ma per fortuna riesco sempre, almeno 5 minuti prima del via a farmi la mia pisciatina. Non c'erano i bagni a Firenze?

-Walter- ha detto...

Bel racconto, davvero complimenti!!

Marco ha detto...

In ritardissimo ti faccio i miei complimenti natalizi per la tua performance!!!!
Quel muro aspetta anche me (assieme al muro ancora piu' importante di RIUSCIRE a correre sta maratona, almeno nel 2010!)...
Esempio!