Pages

sabato 3 aprile 2010

La ciclabile di Pinzolo, una corsa di felicità tra le Montagne

La ciclabile della Val Rendena è un luogo fantastico dove correre. Mia sorella ha la piscina lì attaccata a quel grazioso lembo di asfalto, in quel di Spiazzo.Le montagne chiudono la valle e son innevate sulle cime (Credo la Cima della Presanella sulla sinistra). La mia corsa si svolge in direzione di quel muro fantatico. Mi insinuo nella valle che si stringe, lambendo il fiume Sarca, che risalgo dolcemente. Sono euforico nonostande il freddo delle 9 del mattino. Se non batte il sole qui ci son 0° e i ponticelli di legno che attraverso me lo ricordano. Sono tutti subdolamente ghiacciati e passandoci su quasi pattino.. Poi la luce del sole entra in scena, scendendo dal fianco sinistro della valle e mi ritrovo nella luminosità della mia primavera, baciato da un tiepido sole. Corro felice, incredibile come tutto sia perfetto. Il campo da golf, i parchetti ben curati, l'aria pura ed io sono efficiente. Ho una corsa solida, un'autonomia tale che non posso provar fatica. E' questa sensazione il regalo del running: la capacità di portarsi a spasso ed io mi ci porto sino alle porte di Pinzolo, al cospetto delle alte montagne. Poi da lì la strada impenna verso Madonna di Campiglio ed io la saluto, ritornando sui miei passi. Girandomi, in fondo, vedo che il cielo si rannuvola presto. Scure nubi stanno risalendo pure loro la valle. Riprendo la via della piscina ed innesto un passo medio. Sia mai che Giove pluvio mi tiri qualche scherzetto!!! Come niente viaggio sotto i 5'/km, facilitato anche dalle leggeri pendenze a mio favore. 15 km letteralmente drogati dall'ambiente. Così si corre troppo facile.
Ora qui fuori dalla finestra è un grigio pomeriggio, non si vede niente e piove. La montagna è così, repentina nei suoi mutamenti. Bisogna essere lesti a cogliere i doni che all'improvviso ti fa. La corsa di stamattina è stato uno di questi!

3 commenti:

Filippo ha detto...

Anche tu a gufare il tempo sull'isola? ;-)

MFM ha detto...

La montagna insegna che noi siamo minuscole schegge trasportate dal vento. Sta a noi capirla e comprenderla.

insane ha detto...

Tua sorella vive a Pinzolo???
Quando l'estate vado in Val Gardena qualche corsetta non me la faccio mancare. L'unico problema è che o sali o scendi,non spiani mai...magari fai km e km impossibili e poi km e km fin troppo facili...non mi abituo mai..

Adesso prepari il rientro con la preparazione in montagna...professionista.. ;)