Pages

lunedì 12 ottobre 2009

Ciclo Ugo training (Scheda 5 week5):la settimana del ginocchio

Ve ne avevo fatto accenno qualche giorno fa. Lunedì mi son infilato in un errore da principianti andando a far le variazioni con scarpe vecchie. Risultato? Il ginocchio mi ha tormentato tutta settimana. L'infiammazione alla parte esterna è sparita quasi subito, quello che è rimasto è la sensazione di averlo "insaccato". Ho corso quindi male, come se una gamba fosse a gomma bucata.
Non ho potuto far i miei ritmi. Ma son usciti tanti chilometri:83

Lunedi: Variazioni 60" 60"(x30') con parte veloce a 4'05 e lenta oltre i 7. Ho ridato quella velocità che richiedeva il mister, che serviva da richiamo. Nota, mi incasino con la prima, impostando male il gps(avevo messo ripetute da 1000)..sta di fatto non finiva, morale l'ho fatta di 90"!. Poi abortisco l'ultima. tot quasi 13km
Attacco all'uscita serale la prima nuotata in piscina (1700metri)

Martedì: c'era 12x400 (rec 1'30"). In mattinata effettuo un prelievo del sangue. A sera, nel primo giorno di ginocchio insaccato, esco sulla costiera sotto casa. Mi sento debole, penso che il prelievo mi abbia debilato (vengo poi smentito da mio fratello e da Ugo che mi dicon non è percepito un prelievo così). Sta di fatto che son un fantasma. Ne tiro 6, ma son tipo sull'1'50. Dopo 5,5 km sto già camminando e penso sia meglio rientrare. Ho fifa per il ginocchio. Ipocondriaco.

Mercoledì: l'ora lenta passa a 5'40. Fatico come stessi andando 20" meno. Colpa dell"insaccato"
La piscina a seguire però mi rilassa tantissimo (2km) e mi riappacifica con il mondo

Giovedì: risc + 5000+ rec 6' + 3000 + def
Era un'uscita serale tosta. Il gps decide di abbandonarmi (sto pensando ci sia un bug nel software, non mi si può spegner dopo mezz'ora, devo aggiornare il firmware) ai 3,5km dei 5 lanciati. Stavo andando a 4'50. Termino ad occhio. Conto a mente i 6' e mi butto nei 3000 circa. La sensazione era di andar più piano dei 5000.

Venerdì: 20' risc + salita lunga veloce. rientro lento. Scala Piccada me la conquisto senza guardare ritmi. Ho capito non ha senso sta settimana. Salgo a 6'/km. Faccio fondo letteralmente. Sto iniziando a pensar quanti km ho già fatto. L'insaccamento del ginocchio oggi, vuoi che corro in salita, si è ridotto della metà!

Sabato: pausa. Ne avevo proprio bisogno. Cerco di ridurre all'essenziale i movimenti corporei :-P

Domenica: Era il grande giorno de 1h lenta + 45' medi + 45' lenti (2h30).
Conscio della durezza dell'uscita allargo le maglie del recupero e decido di correre nel pomeriggio, concedendomi la mattinata di relax.
Son fresco e riposato quando esco. Il ginocchio sembra apposto. Il giorno e mezzo di quiete l'ha sistemato. Posso giocare quindi ad armi pari con il lungo. Ho voglia di mordere la strada, ma parto accorto, perchè l'ultimo lungo con partenza flash mi avevo visto crollare miseramente nel finale. La prima ora scorre correndo fino alla fine della strada vicinale di Carrabuffas (6km da casa) che si riallaccia alla statale che porta ad Olmedo. Passo per belle campagne. Una salitella da affrontare sia all'andata che al ritorno. Son sui 5'39/km quando bippo la fine della prima parte. Mi sembra di star iniziando a correre ora. Innesto infatti da lì il medio, in pieno centro abitato, di rientro. E' domenica pomeriggio e la gente torna dal mare, è un casino, arrivo sul lido che ci son file di macchine, gente che passeggia..io sta di fatto che sino a Fertilia riesco a star sui 5'09, non di meno. Devo spezzar ogni tanto l'andatura per evitar gente passeggiante, che vuol attraversar la strada ecc. Comunque è medio. Bevo dalla bottiglietta, son leggero oggi. Mi faccio supportar da mio padre per un paio di cambi volanti di acqua, così evito di portarmi lo zaino idrico. Entro nei 19km alla fine del medio e mi sembra incredibile quella sensazione di freschezza che ancora sento. Per la seconda volta mi ripeto inizio ora. Penso al singolo parziale, oramai per quanto son lontano da casa so che dovrò correr un quarto d'ora in più e che sforerò i 30. Ma non son pensieri negativi. Gli 11 km rimanenti son a sè stanti. Non fanno parte del giro lungo. Corro bene e senza fastidi. Queste sensazioni le stavo cercando tutta la settimana!. La media non è da fulmine di guerra, ma è un 5'38 senza patimenti nell'ultima ora. 30,24 km in 2h46' (media 5'28) con la possibilità di andare avanti ancora parecchio, data l'assenza di crisi. Credo sia primato sulla distanza, dovrei controllare. Sta di fatto che il mio lungo si è trasformato in lunghissimo

Conclusioni: 240 km in tre settimane (80-77-83). Senza lunghissimi sino a ieri sera (c'era un 26km !camminato nel finale! soltanto). Tra me e me rifletto che la maratona Ugo me la sta costruendo durante la settimana. (In passato sarò stucchevole, sarei già stato al 3° o 4° lunghissimo!). La paura di aver la crisi, dato che non faccio spesso lunghissime distanze, si dissolve quando mi ritrovo, come ieri sera, dopo 2h30 di corsa ancora a cercarla, ad aspettarmela. Dovrei fidarmi di più. Smantellare il muro delle proprie consolidate convinzioni è comunque operazione seppur lenta molto godibile.

22 commenti:

Francarun ha detto...

ma il ginochhio ora come va? per i tuoi allenamenti hai fatto anche troppo viste le tue condizioni non proprio buone.

Mathias ha detto...

@franca: ginocchio a posto da domenica. La prima uscita normale senza alcuna sensazione strana. Ci ho corso su..forse ho rischiato(infatti martedì l'ho abortita proprio per sta paura). Quando però sei nel mese precedente(anche se manca di più ) la gara è difficile fermarsi!

the yogi ha detto...

andare oltre significa abbandonare le convenzioni, roba da far vacillare persino un runner.... se non tu chi, sennò?! ;) daje.......

Daniele ha detto...

Ma che crisi e crisi… hai un allenamento incredibile, mai ti sei così preparato per una maratona… devi aggredire l’asfalto e non pensare alla crisi.. A Firenze spacchi, devi spaccare!!! Vaiiiiiii!!!!!!!

Fatdaddy ha detto...

Quando l'allenamento è "debole" ed uno cerca la crisi, questa arriva puntuale e con gli interessi.
Tu la chiami più volte e di lei nemmeno l'ombra..ti sei convinto che sei forte e sicuro, ora? ;)
Anch'io nessun dubbio, a Firenze sarà il tuo trionfo!!

Alfredo ha detto...

E vai, che questo mese rifai il record di km.

Drugo ha detto...

Stai andando alla grandissima. Settimana super Mathias, il lunghissimo finale è un trionfo.
Bravissimo

GIAN CARLO ha detto...

Ma non è che Ugo ti vuol portare al Passatore

insane ha detto...

Ho fatto un paio di over-30 e mi accorgo che sul finale pago un pò,sento la stanchezza..
Se riesco a rimanerti allacciato a Firenze ti uso da traino.. ;)

Lucky73 ha detto...

Sul prelievo mi trovo in netto disaccordo con tuo fratello e con Ugo.

Io, per esempio, anche se mi levano poco sangue rischio di svenire e rimango debilitato per tutto il giorno!

Infatti solitamente a pranzo mangio una bella bistecca, ma alla sera niente allenamento!

Per le scarpe io a 800K le cambio sempre e comunque....

1 perchè preferisco averle sempre belle cariche

2 posso usarle ancora un po' cariche per camminare

Domenica è un allenamento da pazzi....tu sei fuori :))

Rocha ha detto...

Allenamenti intensi, non c'è che dire ... ti stai preparando veramente bene per la tua maratona, commplimenti.

Paolo ha detto...

Il volume chilometrico mi fa paura...lo ammetto!! Per il sangue invece concordo con Ugo e fratello.. se il prelievo è quello tipo da analisi...beh mi sembra davvero troppo poca la quantità estratta per dare segni di cendimento! Al max è una questione psicologica...che non è da sottovalutare!

Alla donazione vera e propria invece io il pomeriggio crollo letteralmente...dopo mangiato mi sparo almeno 4 ore di sonno ristoratore! Il giorno successivo si rientra nella normalità!

Master Runners ha detto...

Math e io pensavo ormai che eri diventato un professionista, mi vai a mettere le scarpe vecchie!!!!!!

MAth, hai due chat, una si trova in basso al blog, ma che hai combinato???!?!?!?!?
Hihihi!

Mathias ha detto...

Rispondo sparso
@Lucky: son del tuo partito..per me era legato al prelievo quel crollo
@Paolo: che era psicologica me l'ha detto anche il mister. Ho un forte potere autosuggestionante
@yogi e alfredo e fat: quando vedi una tabella sulla carta pensi, ma con questa non ci arrivo alla maratona per una superficiale visione della mancanza di lunghi. Invece il volume chilometrico è letteralmente spalmato nella settimana. Mi risulta meno faticoso così sostenere poi i lunghi quando vado a farli(e non son gli allenamenti più difficili). In precedenti tabelle mi rendo conto ora che magari avevo pochi km in settimana e molti lunghi la domenica. Lì andavo in crisi più spesso perchè l'impegno finesettimanale in percentuale era meno equilibrato e più sbilanciato.
@Daniele ed insane rocha: diciamo che mi impegnerò divertendomi..e se Insane vuole lo traino (sarebbe il contrario, dovrei io aggrapparmi alla sua schiena!)
Drugo: quel finale di lungo ripaga le fatiche. C'è un preciso momento in cui senti di star cavalcando un'onda e ti sembra che potresti correr in eterno
Gianc: no il Passatore non fa per me. Ce lo si deve sentir dentro. Voglio riservare le mie energie mentali altrove dopo Firenze. In ambito corsa non mi dispiacerebbe però diventar "velocissimo" sui 10000....che ne sò, avvicinar scender i 45'?! :-P

Davide R. ha detto...

x la stanchezza io penso che più che il prelievo, possa essere la piscina del giorno prima, anche se fatta in modo blando potrebbe comunque darti una sensazione di svuotamento, a me di solito capita cosi quando abbino qualcosa di diverso, ma subito ci si abitua..ma son pensieri e sensazioni personali. Vedo che comunque tutto procede bene, son contento che da quanto ho capito il problema al ginocchio sia rientrato!! a presto ciao!!

Alvin ha detto...

Leggendoti al sabato ho tirato un sospiro di sollievo, ottima la piscina, occhio al ginocchio ma se col bel trentone che ti sei sparato la domenica non hai avuto problemi fidati, è tutto ok, gambe in spalla e via...state menando tutti di brutto amici!!

franchino ha detto...

Bravo Mathias, ma quanti lavori di qualità fai in settimana?!?!
PS il Garmin si spegne da solo? Prova ad aggiornare i software, se risolvi bene se no è un brutto segnale...

Anonimo ha detto...

scusami mati ma ormai dovresti avere l'esperienza inconfondibile delle scarpe vecchie,butale no

Alessandro Grippo ha detto...

Se era 90-60-90 era un pò più appetibile come miss, ma anche così va bene lo stesso! Ci dai dentro alla grande, bravo Mathias.

Mathias ha detto...

davide: son abituato a nuotare, anche quasta estate lo facevo..solo che magari era un pò che non ci andavo. Da valutare la tua considerazione, proverò a veder la correlazione. In ogni caso mi scarica moltissimo la mente, quindi a scapito di qualche secondo km il giorno dopo non ci rinuncierei :-P
@anonimo: infatti poi hanno fatto il volo dalla finestra.
@franchino: il garmin è nuovo. Il problema è che si spegne nei primi minuti di corsa così. Poi se lo riaccendo mi sta acceso e registra anche tre ore. credo sia il firmware, ancora non ho fatto nulla.
@alessandro: grazie :-P

Mic ha detto...

Math: riguardo al GPS a me era successa la stessa cosa col 405. Ricordi, te ne avevo anche parlato? Andava sistematicamente in crash in modalità training, spegnendosi dopo qualche decina di minuti. Tutto risolto con l'aggiornamento del firmware.
Hai più avuto notizie del plagio e del tipo di Barletta?
Riguardo alle scarpe: secondo me quelle sull'andante le puoi ancora usare per uscite sporadiche, ad esempio quando le condizioni sono pessime, mentre i danni peggiori sono quelli da uso continuato nel tempo, specie nei momenti di affaticamento.

Mathias ha detto...

mic: di barletta ancora nulla. tra poco uscirà il nuovo rw son curioso di veder che scrivono
del firmware ci devo provare. mi consola veder è un problema che qualcuno ha giù avuto, non mi ricordavo fossi tu. Comunque avviene proprio così..crash dopo pochi minuti. riaccensione e a quel punto può registrar sino all'indomani mattina.
Le scarpe: per questa fase di carico mi servon buonE. Le tengo in naftalina le altre..