Pages

giovedì 1 ottobre 2009

Nuovo record..301km/mese.

E dir che ieri dell'oretta lenta in programma ne ho potuto fare solo metà. Il computo mensile per la prima volta nella storia podistica sale oltre i 300km mensili. Non me ne sono neanche accorto. Son oramai lontani i tempi in cui guardavo le percorrenze. Ci stavo più attento. Ora però questo dato salta agli occhi e non lo faccio passar in sordina.
Guardo il mio archivio, per trovar qualcosa che si avvicini devo risalire a Gennaio 2007..(quasi 270), ma là stavo cannando di brutto. Appena iscritto a New York, neo podista allo sbaraglio, mi distruggevo di lunghi e giri massacranti tutte le settimane, come più volte ho scritto ricordando quel periodo. Un quasi infortunio alla bandeletta mi fece tornar sulla terra.
Adesso no, è diverso. C'è una costruzione certosina e lunghissima dietro questo chilometraggio. Ho passato una prima parte di estate sotto o attorno i 50/settimana in pratica (per due mesi ho fatto i 200 di poco), ma tanta salita e potenziamento. Uscite brevi, che non portavan via tanto tempo, epperò intense.
Poi quasi senza accorgermene il volume è aumentato ed ora mi trovo a gestir questo carico senza problemi.
Strizzo le palle, ma lo devo scrivere a livello statistico. In queste prime 23 settimane di new trainings segnalo anche la mancanza di un acciacco che uno, non un dolorino. Sarà la gioventù(che poi viaggio verso i 30 in pratica..mica giovinissimo ) eppure sin a qualche mese fa che ero più giovinetto, di questi doloretti ne pativo. E' uno stupore che mi porto dentro e rinnovo di tanto in tanto.
Decripto per gli anonimi astiosi che magari pensino mi stia imbrodando ed autocelebrando. Sono freddo e razionale nel dire ciò. Discorro di crudi numeri. Son calcolatore e mai assolutista (La mia strada non è la migliore in assoluto, ma una buona strada. Giusta per me e buona anche per qualcuno che si è ispirato.).I sentimenti nella statistica non li riverso. Quelli li faccio cadere a cascata, al più, sul gesto della corsa in sè e fuori da questo ambiente sulle persone cui voglio bene. Credo sempre più che la corsa, decontestualizzata dal sovrastato emotivo, sia una scienza.

22 commenti:

Ale_1957 ha detto...

Io non faccio testo ma per quanto riguarda la salute non farei cambio col me stesso di 20 anni di età. Adesso che sono un giovane di 51 anni sarà per la corsa o sarà che ne sò, mi sento veramente bene (e qui le strizzo pure io le palle).
Vedo che stai lavorando bene e duramente, mi sà che i tuoi progressi sono solo agli inizi. Vai Math.

Paolo ha detto...

300 Km??? Azz..ne stai macinando di strada! Io sono sui 220/240...vabè ma ora che ci penso tu sei maratoneta!!

@Ale: La corsa è il vero elisir di giovinezza!

Drugo ha detto...

Grande. Settembre è stato un mese produttivo per tutti.
Pure io per la prima volta sopra ai 300 km...e anche di un bel po' a dirla tutta.

Daniele ha detto...

Ma quanto corri!?!?

Perchè non metti anche te un "contachilometri" in una colonna? A quanto sei tot. km nell'anno?

Alfredo ha detto...

Aspita... complimenti
ed io che mi stavo gongolando per i miei 174 (che miseri...)
anche se bisogna dire che ho iniziato solamente da maggio in modo quasi semiserio, da quando ho preso il nostro giocattolino preferito (gf305)...
A proposito ma quello che hai vinto te lo hanno già mandato?

Fatdaddy ha detto...

In questo momento ho il boss che strizza le mie palle al posto mio, però complimenti Math, un gran traguardo raggiunto senza quasi neanche pensarci vale anche di più! ;)

Ribichesu Davide ha detto...

Commento (come Paolo di sopra) in tipica esclamazione Sassarese per la prima volta: caaazz!!!

the yogi ha detto...

sai che neanche in auto...? ;) e adesso traduciamo il tutto in un qualche pb da annale!

GIAN CARLO ha detto...

Io 300km li faccio tutti i mesi.

Mathias ha detto...

@ale e paolo: si è tutti giovincielli noi che si corre. Si nota la differenza con i coetanei sedentarii con la pratica costante(a tutti i livelli)
@drugo e giancarlo: un 300ntino per la prima volta ed un habituè
@daniele: se metto il contachilometri poi lo devo aggiornare e son pigro :-P in sporttracks si archivia tutto in automatico facile facile ed ogni tanto ricavo qualche dato da sparar sul blog..i km al momento sono 2159..

Graziano ha detto...

E più vai in alto e più la linea dell'orizzonte si allontana. Vai Mathias vai...

Lucky73 ha detto...

Mi vengono le vertigini solo a leggere :))

Alfredo ha detto...

Ah ecco il concorso era 2008... scusa per la gaffe, ti leggo da poco ma trovo molto interessante quello che scrivi perciò lo faccio (al contrario di altri) e talvolta sei riuscito anche ad emozionarmi (vedasi New York).
Un consiglio... non ti curar di loro ma guarda e passa...

Mathias ha detto...

@Alfredo: ti ringrazio. :-) fa piacere aver nuovi amici. Sei anche tu della cerchia degli instancabili runner?
Ascolterò il tuo consiglio. Gli ho già dato troppa corda in passato a quello sfigatello..

Anonimo ha detto...

le opinioni di tutti sono rispettabili... ma secondo me l'autostima è una grandissima cosa, e mathias può permettersela! se la passa piuttosto bene nella vita ed è normale che abbia orgoglio di sè stesso.
così come sarebbe rispettabile mathias se volesse cancellare i commenti meno piacevoli.
"...mi hai pensato.SI...": che bello, sta sbocciando un amore omosex!
luciano er califfo.

Ele ha detto...

@luciano:mathias mi ha detto che oggi è il tuo compleanno...AUGURI!!!..anche se in ritardo :-)

Anonimo ha detto...

Ciao, Mat è un po che non ci si vede. Rconosco i tuoi progressi, ma più che una scienza la corsa mi pare sia diventata un lavoro. Resto sempre dell'idea che correre è un piacere e come sai quando il mio piacere finisce salgo in auto. Ma sicuramente per te ciò che fai è un piacere. Punti di vista. Vedo che hai acquisito un fan sfegatato. Ma attribuirgli una squadra mi pare illogico. Uno cosi non merita di stare in un gruppo.

Massimiliano ha detto...

scusami per errore non mi sono firmato

insane ha detto...

Quanto corri uomo!
A Firenze mi massacri... ;)

Anonimo ha detto...

grazie ele!!!
er califfo.

Mathias ha detto...

@Massi: qual buon vento amico mio. Bè se non ci fosse quel piacere di sottofondo non lo farei. Mi emoziona e mi diverte..come dicevo una volta il mio timore più grande è un altro. Esser schiavo di una gara per forza da preparare. Timbrar obbligatoriamente il cartellino di una maratona ogni tot mesi, perchè ti fa perder di vista le garette dove si posson trovar gli amici. Quanto all'allenarmi, come dice un amico mi piace farlo con razionalità e quando mi vedi che analizzo lucido la prestazione mi spoglio, per un attimo, della mia natura emotiva. L'anonimo non credo neanche io meriti una squadra

Furio ha detto...

300km è proprio una bella cifretta!!