Pages

mercoledì 21 gennaio 2009

30° maratonina dei 3 comuni Nepi. come correrla?


Come sapete Domenica parteciperò ad una gara molto tosta in provincia di Viterbo(22,3km), la mitica 3 Comuni di Nepi. Sarà occasione di correre con tutti gli amici blogtrotters e della running evolution. Non vedo l'ora..correre fuori dall'isola in nuovi posti è sempre molto stimolante.
Come correrla amici? vorrei che risultasse allenante e non so se partir
- al mio ritmo maratona(5'30/5"km circa) e cercare di tenerlo sino alla fine (smorzar questo solo nelle salite)?. Alla fine ne verrebbe un medio collinare.
- o se invece dar fondo a tutte le mie energie e cercar di arrivar in fondo nel minor tempo possibile compatibilmente alle caratteristiche del tracciato?
La mia tabella questo fine settimana avrebbe previsto questo
20' RIS. + 14 KM PROGRESSIVO + 5' DEF (correre all'incirca 19km)
Sopra potete notare l'elenco iscritti della running evolution alla gara, più un ufo (gliel'hanno proprio scritto a penna!!!) io..live to sardegna
Sotto la bella descrizione del percorso, che può servirvi per capire come sarà la gara.
La partenza avviene da Nepi, sotto l'imponente acquedotto romano, i primi 4 Km sono caratterizzati da dolci salite e discese. La strada è la S.S. 311 - via Nepesina, è dopo la famosa (in zona) Curva del Casotto che cominciano i 4 rettilinei, tutti in favorevole pendenza che in 6 Km ti portano al bivio per Civita Castellana, dove la strada in discesa si accentua maggiormente e ti porta a lambire il Forte Sangallo in un baleno. Ancora discesa, correndo sopra la cinta muraria del Belvedere Faleri Veteres, dove il paesaggio delle "forre" ti cattura. Ancora discesa, fin oltre l'uscita da Civita Castellana ed ancora discesa nel prendere la strada per Castel S. Elia, fino al 13° Km. Qui inizia la Salita dei Millecori, due Km di ascesa nel mezzo di una fenditura scavata nel tufo, con una pendenza dell' 8%. Risalito, la strada si fa in leggerissima ascesa, 1%, ed il panorama si mostra in tutta la sua bellezza, sullo sfondo il monte Soratte, intorno la campagna ed i suoi profumi. Arrivare a Castel S. Elia è un attimo, il 19° Km lascia alla tua sinistra il Santuario della Madonna ad Rupes, dove anche Giovanni Paolo II° si soffermò in meditazione, attraversi il paese tra mille colori e decorazioni, segnali di un carnevale che nel pomeriggio arriverà ad allietare e far sorridere coloro che vorranno sostare. Sei già uscito quando tocchi la mezza maratona, la strada è di nuovo favorevole, a sinistra scorgi Nepi, vi entri, davanti a te, l'Acquedotto dove sei partito, e le mura della possente Rocca dei Borgia, curvi verso sinistra, la gente fa il tifo e la vedi affacciata al Belvedere, un primo strappo di 100 metri ti porta al 22° Km, ancora 100 metri in leggera salita e ti accoglie Piazza del Comune, ancora pochi metri, 150, lungo Corso Matteotti gremito di persone che incitano anche Te, in fondo l'arco d'arrivo, il traguardo della Maratonina dei Tre Comuni.
Noi ci sentiamo poi Lunedi al rientro da Roma, cercherò di far un bel resoconto di tutta la giornata..farò slittare in avanti invece il mio post che riassume gli allenamenti di questi 7giorni..

16 commenti:

Anonimo ha detto...

parti tranquillo che la lunga discesa iniziale è come il canto delle sirene, se no arriverai alla base del salitone col cuore ancora riposato ma con le gambe già distrutte dalla necessità di ammortizzare in discesa. poi nella salitona di 2km inserisci il turbo. diciamo quindi un "progrellinare" (diritti siae a margantonio). luciano er califfo.

Mic ha detto...

Fossi in te sicuramente non la correrei al massimo per alcune ragioni: la mezza è utilissima come test nella preparazione della maratona, ma tu sei ancora in una fase iniziale. Ti mancano (almeno credo) dei lavori veloci o meglio ancora gare sui 10km. Io non mi sentirei tranquillo a correre la mezza senza dei riferimenti sulle distanze + brevi! Oppure potresti sfruttare gli stimoli della gara per fare un allenamento che in sè è abbastanza tosto ma decisamente utile: un medio prolungato, correndo almeno 18km a ritmo medio.

Anonimo ha detto...

Corri corri e corri, non ti risparmiare e soprattutto lascia stare il tempo...goditi tutte le emozioni che la gara ti regala questo sarà, insieme all'arrivo il più bel risultato!
A domenica "UFO"
Teresa

Fatdaddy ha detto...

Ormai sei un orange d'adozione a tutti gli effetti! ;)
Quel tuo "ritmo maratona a 5'30"-35" mi fa venire tanti dubbi (su di me): Mathias, ce la faremo?!?!

Mathias ha detto...

@teresa: arriva l'ufo..me la godrò sicuramente in vostra compagnia
@mic e califfo: sembra che mi stiate dicendo una cosa simile: "vai di progrellinare"
@fat: non so se ce la faremo, ma almeno potremo dire di averci provato..la gara magari, sto parlando di quella che c'è tra poco più di due mesi, poi potrà andar anche storta, ma non potrà mai cancellare il bellissimo percorso che sto facendo verso di essa: con gli allenamenti sto crescendo e mi sto divertendo, come dicono dalle nostre parti, un bè (bè= un sacco, molto) :-)

Daniele ha detto...

E cavolo… adesso mi tocca aspettare 7 giorni in più per leggere il resoconto settimanale dei tuoi allenamenti??? :-))))

Math, secondo me, vai tranquillo a ritmo maratona per 15 km, studi il percorso, ti preservi e poi dato che è una gara l’affronti e acceleri dando quello che hai! Vai Math!!!!

Anonimo ha detto...

amico dagliene alla grande a quanto ne hai :) io partirei all'attacco...partirei forte....e dopo la metà ...tentrerei di accellerare..
ivo

R. Davide ha detto...

Vai come ti senti!...appena sarai partito..dopo un pò dirai..accidenti mancano solo 5 km e il divertimento è finito...non ti accorgerai nemmeno dei km per quanto ti divertirai..
P.S. il commento del califfo me lo devo ricordare per Ozieri..che ci sarà quel discesone..

Brant ha detto...

Per me sarà la settima "Tre Comuni", secondo il mio modesto parere, la gara deve essere affrontata con molto rispetto, non bisogna strafare e farsi prendere dalla foga nelle discese che si incontreranno lungo il percorso (specialmente in quella ripida e lunga che si incontra uscendo da Civita Castellana, dal 12° al 13° km.) in quanto dal 13° al 18°, il percorso è tutto a salire (salita abbastanza impegnativa per i primi 2 km. poi la pendenza diminuisce e si va più agevolmente, ma è pur sempre salita...), c'è poi il salitone finale per entrare a Nepi, ma li i giochi sono fatti.
Per una comparazione cronometrica, calcola che io l'ultima Roma-Ostia l'ho corsa a 4,08/km mentre alla 3 Comuni non sono riuscito a far meglio di 4,27/km....
Comunque, Math, ci vediamo domenica.
A presto
Antonio

Marco ha detto...

Math vai come vuoi basta che vai!!! ;-)
Scherzo...
Bravo il nostro UFO!!! :-)
In bocca al lupo!

Anna ha detto...

Ciao Mathias!
Memorizzo il tuo viso sulla foto...se domenica riesco a vederti ti saluto con piacere!
Ciao Anna

Michele ha detto...

Arrivo tardi ma arrivo, io cercherei di farla a tutta. Tenendoti alla partenza per cercare di chiudere in progressione

uscuru ha detto...

puoi tirarla negli ultimi 10km, non strafare se no oltre alla discesa e alla salita ci sono dei lunghi ondulati ke ti potrebbero stroncare, quindi dai retta al califfo!
presa cosi' come allenamento, viene fuori medio progressivo.
se la prendi come gara, e' tosta!!!
ci vediamo "la'".

Mathias ha detto...

@anna: sono sotto il gazebo della running, con la maglietta azzurra dei blogtrotters..inconfondibile, poi dico aio ogni due parole..
@grazie a tutti

Sarah Burgarella ha detto...

Acquedotto romano, cinta muraria, fenditura scavata nel tufo, campagna intorno... Dev'essere un gran bel percorso! Buona corsa! E aspettiamo il racconto! Bye by Sarah

Anna ha detto...

Hai ragione sarah...posto stupendo,ma che fatica!
Math...felicissima di averti incontrato!
Annarella