Pages

venerdì 29 agosto 2008

Storie di corsa..dal profondo dei blogs

Il tempo passa, le scarpe si consumano e le storie quotidiane di noi blog-runners vengono scolpite sul web, quante ne ho lette, quante mi hanno appassionato.
Molte probabilmente mi sfuggono anche..ma è normale dato che siamo molti e non possiamo che aumentare esponenzialmente. Oggi forse un centinaio, domani mille..in questa galassia sarebbe un peccato però perdersi alcune pagine che varrebbe la pena leggere e che permettano di esaltare la nostra passione per la corsa, una tra le tante che si possono coltivare diceva qualcuno giustamente, ma è quella che ci appartiene ed è giusto omaggiarla, essere, in questi nostri spazi abbastanza tematici, a volte un pò ripetitivi e magari riuscire a catturarne qualcun'altro..
A fronte di certi post sconosciuti ai molti, dimenticati magari da altri, dicevo..ho così deciso di fermarmi e guardarmi indietro, scavando nell'album dei ricordi. A voi amici che mi leggete da poco o che siete qui per caso e magari amate le storie di corsa, e a voi amici di vecchia data..rispolvero questi racconti perchè possiate apprezzarne la bellezza.


Iniziare..
Uno dei post più affascinanti che abbia mai letto, è la storia degli esordi di Furio. Quella sua corsa nel bosco, su per le montagne per 3ore e mezza, quasi perso e rapito nel suo vagabondaggio, è mirabile. E' il racconto, sospeso nel tempo, di un persona che ha vissuto un richiamo nella foresta.
Mi è capitata di leggerla più di una volta per riuscire a comprendere perchè, nel volger di pochi giorni, in lui, che mai aveva corso prima, si sia insinuata la pazzia..scrutava i monti, e le strade possibili per salirci, mentre lavorava nell'azienda di taglio del marmo..poi..sarebbe il caso che leggeste!


Finire..una maratona
Sono stato partecipe di questa storia, perchè è quella di un mio amico ed io ero là con lui a New York in quel Novembre dell'anno di nostro vita 2007..Daniele e l'emozione di un mitico traguardo da tagliare. E' bella e val la pena non dimenticarla, conoscerla o riviverla, perchè è una storia viva, che intreccia il racconto con i filmati e tutto ciò risulta di forte impatto emotivo. Il suo groppo in gola a pochi metri dal traguardo è chiaramente percepibile.


Vincere una maratona

Simone è un italiano volante in terra d' Irlanda, non è da molto maratoneta, ma ha scoperto di avere una grande dote..corre forte! In quel di Connemara, stupenda località dell'isola, quest'anno ha piazzato il jolly..ha vinto! Il suo racconto ripercorre la gara, con lucidità e tanto di dati tecnici, ma anche tanta passione..sembra di volare con lui..l'ho letto più volte. Una lettura che ci porta dritti al traguardo..

Un traguardo lontano 100 km..inseguito su una pista d'Atletica.

Antonio è uno di quei maratoneti tosti..oltre il centinaio sono le sue maratone sotto le 3ore..alla ricerca di nuove sfide ha affrontato il Passatore più volte, gara podistica di 100 km che da Firenze porta a Faenza. Ma si sà in una gara del genere il rischio di un ritiro è sempre dietro l'angolo! Da una delusione ricevuta al Passatore nasce questa pazzia. Vendetta e voglia di riscatto lo portano a concepire l'impresa: affrontare una 100 km in pista cercando di stare sotto le 9ore. Anche questo racconto rapisce e l'ho letto più volte sbalordendomi di come la nostra volontà ci possa portare lontano..

Furio, Daniele, Simone e Antonio sono solo alcuni esempi di cosa sia in grado di produrre questo nostro mondo amatoriale.. Sulla colonna di destra come vedete ogni giorno arrivano gli aggiornamenti dai blog amici.. è bello seguirli, ma è altresì bello scavare a fondo delle persone che scrivono, non fermandosi solo all'oggi. Io per lo meno ho deciso ognitanto di far così..cercherò nelle profondità dei blog che apprezzo queste belle testimonianze..

15 commenti:

Furio ha detto...

Ehi Mathias, non ho parole..Grazie :-)

Furio ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Furio ha detto...

...e ancora grazie per avermi segnalato alcune "piccole" perle perse ;-)

Daniele ha detto...

Ma grazie Mathias, che sorpresa!!! Tra l'altro in questi giorni sto superando quota mille visualizzazioni su youtube del solo filmato dell'arrivo... a rivedermi sembro un po' deficiente però sono emozioni... e si vede.. :-)

Per l'anniversario della maratona metterò online una sorta di deluxe edition dei video... la sto preparando...

Danirunner ha detto...

Hai ragione Mathias, si potrebbe fare un libro con i racconti di persone realmente appassionate del loro mondo, del nostro mondo. Ognuno porta in dote una piccola o grande storia che l'ha condotto a correre, a sudare, a sacrificarsi fisicamente e mentalmente per realizzare il proprio sogno o semplicemente a star bene con se stesso.

Pimpe ha detto...

..ciao grande!! che bella compagnia che siamo :-)
Gente che Corre !!
Anche a me e' piaciuto il racconto di Furio (l'avevo letto ancora prima di creare il mio blog..) ; credo che dentro un corridore lo sia sempre stato !
i compliments glieli avevo gia fatti ..
ciao

Monica ha detto...

ottima idea mathias, come sempre. di quei racconti l'unico che non conosco e' quello di furio. provvedero' immediatamente.

Micio1970 ha detto...

Bel post: il post di Furio sul suo inzio è il mio preferito: lo uso spesso come "spot" per la corsa e ha convinto più di una persona a iniziare a correre!

Yervs ha detto...

Veramente un bel Post. Complimenti

Fatdaddy ha detto...

Ecco, perle che da neo-lettore, rischiavo di perdermi.
Grazie!

albertozan ha detto...

Grande Mathias! anch'io tra le diverse storie podistiche quella di Furio mi ha "segnato"..come dice Pimpe siamo una bella compagnia..!!

GIAN CARLO ha detto...

Come sempre bello, originale e soprattuto non banale

Mathias ha detto...

sono contento ragazzi che vi siano piaciuti(ri-piaciuti), il merito è di chi li a scritti.. oh, ogni tanto se vi capita di leggere qualcosa di bello segnalatelo anche voi!.. purtroppo ciò che scrivevo nel post è vero. Molti post sfuggono da tanti che siamo..
una raccolta di post raccolta in un libro..mumble mumble..dovremmo pensarci magari a colonna ne parliamo.. :)

Claudio72 ha detto...

Grazie Mathias. A volte le emozioni di un momento rimangono sepolte in un post che è già passato in seconda pagina. Riprendeli e ridargli vita aiuta tutti noi. Complimenti.

runners per caso ha detto...

io ho anvche un aidea su come fare un libro o una rivista on line a cadenza che so mensile
dove fare un sunto e raccogliere le piu' belle storie che ci sono nei blog di tutti noi, anzi di tutti voi visto che io spesso scrivo articolini (o almeno ci provo) facendo info e lasciando da parte i sentimenti

ciao Mathi