Pages

domenica 12 luglio 2009

Un mille metri fatto come i polpi: 3'49 nuovo record!

Anarchia. La pista mi ha gasato. Quello che vi vado a raccontare non c'entra con il tartan, ma scaturisce dalla consapevolezza dei miei mezzi che ho preso su quel manto. Io sapete ho dei pallini. Il 1000 metri è uno di questi. Nasce tutto da un discorso di Antonio Chessa, mentre mi provavo le scarpe.
"Ci verresti Venerdi 31 Luglio in serata a far un 1000 metri in una gara in pista qui a Sassari, poi doccia e ce ne andiamo tutti a mangiare una pizza.." Li per lì ho detto "perchè no". E' bastata quella proposta per lasciarmi inquieto. E' quasi un anno che non provo i mille io..quale sarà il mio primato.
In pista farò delle figure barbine..
Nella mia storia ho due mille lanciati sotto i 4, terminati con lo stesso tempo: 3'54. Due primati ex aequo celebrati con altrettanti post. Tempi uguali, ma nati in modo diverso. Il primo controllato sino ai 500 e chiuso in forte progressione (comunque sfiancato il sottoscritto dallo sforzo). Il secondo con crollo negli ultimi 300 metri. I minuti successivi a quello sforzo furono terribili, ho impiegato un sacco di tempo a recuperare. Mai provata una fatica così severa!
Avevo fatto pure la tabellina per raffrontarli

Ieri era una di quelle giornate con voglia di sfida. Avevo da osservare un giorno di riposo, ma la proposta dei mille era lì, indecente, che danzava nella mia testa. Verso sera così la decisione. Vado, sto via al massimo un quarto d'ora. Dieci minuti di riscaldamento e km lanciato. Devo in fondo capire che cosa valgo, caso mai decidessi di andar a quella gara.
Il mio percorso da strada vicino casa, i rituali del lentissimo incamminamento verso la zona di partenza. Mi siedo pure sul ciglio della strada una volta arrivato. Due esercizietti di mobilitazione, due allunghi. Sembro quasi serio. Sembro.
La strada diritta sotto di me, si perde lontano. Devo tornare a casa, più veloce di quanto abbia mai fatto. Partire per uno scatto così lungo dà sempre una certa emozione. In un istante dalla mente ti saltan fuori tutte le situazioni analoghe già vissute. Le fatiche passate ti si imprimono dentro come un marchio. A volte spaventano, a volte esaltano. Ero un pò più sullo spaventato. Mi son venuti in mente gli ultimi momenti di quel mille con crollo. Velocissimo pensiero, che come è venuto se ne è andato. Oggi rispetto ad allora vado via più sciolto. Corro veloce, ma non mi sto ammazzando. Mi sembra di essere in uno dei 400 in pista dell'altro giorno. Ho una precisa percezione di me, so riconoscere dal tipo di spinta, la velocità che sto producendo. Uno sguardo al garmin ed infatti sentenzia un circa 3'50"/km in questa prima fase. Ai 500 passo in 1'54. Esattamente a metà strada rispetto alle precedenti prove. Troppo piano, troppo forte?..oggi è la velocità giusta. Non sento fatica, ma me la aspetto. Mi impegno leggermente di più ora per tenere l'andatura, mi distraggo quasi guardando una macchina che esce da un incrocio. Qui a casa vedo che il Mathias di oggi tra gli 800 e i 900 metri prende e raggiunge quello in piena crisi del 30 di agosto 2008. Impatto anche stavolta?..No per nulla, perchè la freschezza è quella del primo mille sotto i 4 del 30 maggio 2008. Mantengo la velocità, non posso dire di esser in progressione, ma sono costante. Il record è ineluttabile: 3'49. Esulto, come sempre. Mi stupisco. Alla fine, dove è la stanchezza? Non ho bisogno di sedermi come le altre volte e riprendo subito a defaticare.. Cavolo ma ho sprintato? La sensazione è quella di una ripetuta tiratissima, non di una simulazione di gara.
Qui a casa noto la curiosità dei cento metri che si son succeduti in questo mille: 21"-24-"-22"-24"-23"-"23"-24"-22"-24"-22".
In pratica ho avuto la propulsione dei polpi in acqua, che si muovono in avanti rilanciandosi sempre. Ecco io mi son rilanciato sino alla fine, oscillando tra un cento in 24 ed uno in 22.Ho la certezza che forse ancora qualche centinaio di metri potevo resistere a questa velocità, più dubbioso invece sulla possibilità di fare meglio sui 1000 secchi. Si entra nel mondo di Lucky. Il cambio di passo, sua peculiarità non ce l'ho nelle mie freccie; così come la resistenza a velocità superiori. Sono doti che si devono acquisire con l'allenamento. Questo è un bel mille per quel che mi riguarda, ottenuto con il mio attuale e non specifico (per la distanza) bagaglio podistico.
In un quarto d'ora son rientrato, lo dicevo, felice come non mai. Felice per il tempo e perchè mi son portato in strada a mettermi in discussione. E' una caratteristica nostra, importante e che va tramandata: il gusto della sfida!
Dobbiamo aspettare che ce lo dica qualcuno, che sia la società, un'occasione o un evento particolare, che sia la moda a organizzarci, ad istituzionalizzarci la nostra sfida? NO..nasce tutta dall'istinto ed è bello assecondarlo quando chiama. Tutti in strada a far il mille aioo :-)

20 commenti:

Ribichesu Davide ha detto...

...ma questa gara dei mille..bisogna iscriversi?? chissà che all'ultmo momento non venga farla..non mi costa niente..Mathias questo 3'49'' credo che sia la conferma che stai evolvendo! Ma sai che la pista, nonostante non la sopporti per via delle curve continue mi ha lasciato un bel senso di rivincita..a te no? quei 200 li voglio fare in 27'' prima o poi!! Saluti a presto, spero giovedi!

Paolo ha detto...

Grande Math! Anche per me la pista ha un fascino particolare...nonostante non abbia nessuna esperienza in merito. :( Però appena scendo per le vacanze estive mi fiondo al Coni di Lecce e mi sparo qualche test.. Ci stiamo Luckycizzando! :D

Monica ha detto...

e chi ti ferma piu' a te??? bravo math!

the yogi ha detto...

uh, niente male... non avrai neanche sudato! :) sto test dovrò farlo prima o poi, a naso mi sà che siamo lì...

Danirunner ha detto...

Ma i polpi sono così veloci? ottimo Math!!!
Queste sono cose che fanno morale e ti lanciano a far sempre meglio!!!

GIAN CARLO ha detto...

Lo sai che c'è quando si è al limite tenere precisi è difficile.
Se io faccio 3.50 ti faccio 10 volte 23 netto.
Se faccio 3.15... e ora non è detto che lo faccio alterno da 18 a 21

Anonimo ha detto...

se continua così bisognerà formare le squadre-blogtrotter 4x100 e 4x400. provate le staffette col testimone, è divertente da paura!
luciano er califfo.

p.s.: e il salto in lungo?

Anonimo ha detto...

math in prima frazione conquista una buona posizione, davide in seconda incrementa, paolo in terza resiste alla risposta avversaria, lucky in quarta s'invola col suo proverbiale finale!!! e la salvagno festeggia col califfo!!!!!!!!!!!!

Lucky73 ha detto...

Il 1.000 è FANTASTICO!! Io ho fatto una sola gara su quella distanza come test e ancora oggi credo di non aver dato tutto!

Venerdì 31/07 ...caz...non potete farmi questo ....la mia ragazza m'ammazza ...già c'è la non competitiva...poi il tuo 5.000 ...ma il 1.000 è il 1.000 e anche se arriverò un po' incartato dai lunghi non vorrei rinunciare eh eh

Ah sono disponibile anche per le staffette :-))))

P.S. con un 3.49 in strada fatto "così" ...puoi puntare tranquillamente a stare sotto i 3.40 ....vedrai che hai margini enormi ...

Mathias ha detto...

@Lucky: ti scrivo poi una mail pro corsa. Qui direi..spazio al mare :-) le gare e le uscite insieme vedrai che le incastriamo per render inoffensiva la girlfriend. Le accompagniamo a mangiate( o le inseriamo nella fase post o ante mare). Il mio 5000..lo sacrifico per uno scala piccada in compagnia. La gara del 31 non so, facciam un consulto tutti insieme appena ho i dettagli. E' una cosa buttata lì..mi devon dire l'orario.Il giorno dopo in effetti ci sarebbe la gara della mercede..forse le consorti s'incazzano. Ele però già a quella data forse non c'è perchè fa la stagione, quindi potrei farmele tutte ah ah
@grazie raga. Quelle curve Davide fanno migliorare. La frequenteremo più spesso ora. Correre con voi è da stimolo, anche il solo tentare di tenere la scia!.. Marco, fai il test per vedere a quanto sei ci vuole un mille ogni tanto, è una botta di salute. Giancarlo senza ossigeno anche i migliori calcolatori vanno in panne! :-) Califfo carina l'idea della staffetta..ci proviamo raga? stabiliamo un record che poi cerchiamo di migliorare!!

paolo72 ha detto...

caspita mat che tempone ,,,e alla fine i discorsi filano che una meraviglia il lavoro paga sempre certo che quella staffetta sarebbe fantastica anche se il finale .... per noi che abbiamo corso niente...

Edoardo ha detto...

Grandissimo! Voglio provare anche io a fare i 1000... il problema è trovare 1000m piani, in pista non riesco più ad andarci... e il mio percorso è tutto in leggera pendenza, un pezzo a salire e un pezzo a scendere, uff!
Ieri ho macinato le ripetute 40"/1'20", sono partito con l'idea di farne 20 come te, ma alla 15a ho gettato la spugna, anche perchè sono andato alle 17... Però buoni tempi!!! (stavolta il Garmin l'ho guardato solo alla fine)

Ribichesu Davide ha detto...

Dopo i 100 dell'altro giorno ci può anche stare hihihi! e anche il mille ..ma in pista..la pista mi piace molto perchè non sgarri di un metro..ci son addiritura le striscie ed hai sotto controllo la distanza da fare..a differenza dei miei percorsi stradali.
P.S. ho recuperato solo oggi i dolori muscolari..

Mathias ha detto...

@Edoardo: ma infatti io son partito, se risali i post, con 15 variazioni. In origine eran quelle 40"-1'20. Solo da questa 3° scheda ci sono i 60-60 e sale a 20 il numero di esecuzioni :-P
In pista devo provare anche io. Il casino è trovar percorsi ad hoc, senza neanche tante curve sennò il garmin sballa (qui praticamente ho un rettilineo, son fortunato). Non ce l'hai una zona industriale a portata..quelle belle strade che servono i capannoni
@paoletto: magari la prox volta in pista cazzeggiamo e la proviamo per scherzo! al posto del testimone ci passiamo l'orologio da stoppare sulla linea del traguardo eh eh

Lucky73 ha detto...

Un 1.000 a tutta se non sei abituato il giorno dopo lo senti di brutto sui muscoli.

In pista quando cominci a martellare vanno in crisi prima i bicicipi femorali, poi a ruota il surale e il quadricipite poi addominali e spalle.....

Quindi forse meglio una bella non competitiva :)e capita il giorno dopo....

Mathias ha detto...

addirittura gli addominali!!..

Master Runners ha detto...

Gran bella prova Math!
E chi te lo fa più il pacer a te ormai!!! ;)

Daniele ha detto...

Ammazza! E cosa sei diventato!? Grande!!

Anonimo ha detto...

molto intiresno, grazie

roby ha detto...

io a 14 anni facevo 3'10"!! ora sono vecchio ho 24 anni e voglio tornare a correre! ti voglio fare i complimenti x il blog ;)