Pages

giovedì 27 dicembre 2007

Iniziare a correre. Perchè e come

Premetto che non voglio convincere nessuno in particolare, il mio è solo un messaggio rivolto alla rete..a quei neofiti che, digitando su google le parole che danno il titolo a questo post, fossero desiderosi di avvicinarsi al mondo che io ho scoperto un anno e mezzo fa: quello magico della corsa..
Voglio fornire anche io, da questo mio piccolo spazio personale, ogni tanto un contributo, una testimonianza, delle indicazioni, che possano aiutare gli indecisi. Non so quanto sarò lungo, quindi chi non fosse interessato si fermi pure qui. In fondo vi fornisco un collegamento utile.
--
Perchè correre?
Io direi che la domanda sia da fare in senso negativo, perchè non farlo?..è la cosa più naturale e istintiva che possiamo fare. Fin dalla notte dei tempi i nostri antenati usavano le gambe per cacciare, fuggire ai pericoli..e per poterlo fare dovevano poter correre. La posizione eretta, che ci ha donato l'evoluzione, è congeniale a ciò.
La sedentarietà purtroppo ci ha fatto perdere di vista le nostre origini, oggi diamo per scontate molte cose. Non abbiamo più prede da inseguire o fiere dalle quali scappare, siamo i padroni del mondo, ci siamo inventati molte comodità..
Chi corre, e lo fa con continuità, agli occhi dei più è solo un matto o un fissato.
La normalità è diventata anormalità.Il primo blocco mentale da sciogliere è perciò questo.Bisogna dare la giusta collocazione alla corsa e non considerarla come un'attività che non ci appartiene. Siamo nati tutti corridori, alcuni sono ancora in grado di rendersene conto.
Ma a che mi serve correre?
Su internet si trovano decine di siti che a questa domanda rispondono con elenchi di validissime argomentazioni. Inutile stare ad elencarle tutte, vi rimando ad una delle tante pagine.
Mi soffermo comunque su una, che è tra le più intuitive.
Vi starete rispondendo da soli, la ragione è: per stare bene con se stessi ed il proprio corpo!
La perdita di peso è di solito la molla scatenante. Leggevo l'altro giorno su una rivista che gli Italiani sono tra le popolazioni che scoprono la corsa più tardi, solitamente non si avvicinano ad essa se non oltre i 30 anni..quando i corpi oramai deformati dal grasso impongono un tentativo di restauro!.
Il problema è che molti di costoro provano a correre non per se stessi, ma per gli altri..vivono l'approccio con questo sport come una purga, con atroci sofferenze.. Se la società non giudicasse il grasso come un inestetismo, forse non starebbero neanche a provarci.
Usualmente arrivano alla corsa dopo avere provato diete micidiali, digiuni inenarrabili. Per perdere peso si bardano di giacconi impermeabili..trovano soddisfazione (effimera) nel vedere la bilancia pesarli, subito dopo la corsa, un kg e mezzo di meno (acqua che verrà tutta recuperata nel giro di qualche ora).. Quanto possono durare? Poco, perchè smetteranno di correre nel giro di qualche giorno e riprenderanno le loro abitudini sedentarie.
Questo è il secondo blocco mentale da sciogliere. Se sei in sovrappeso correre ti servirà, ma fallo innanzitutto per te stesso..fregatene degli altri. Se un'estate passa con ancora qualche inestetismo, tu incassa e stai zitto..ma intanto segretamente, scopri il piacere di correre fine a se stesso, il piacere di raggiungiere dei piccoli traguardi..la modificazione del corpo è graduale e progressiva..stai lavorando sul tuo aspetto per il futuro! Se ti lasci coinvolgere, stai sicuro che stai per riprogrammare il tuo stile di vita!
Ok. Belle le tue parole ma..io non ho mai fatto questo sport .. Mi stanco subito, si fa troppo fatica, non ho costanza e poi correre è noioso diaciamocelo!
Un frasario di questo tipo è nel corredo di ogni persona che è lontana dalle scarpe da ginnastica..e vengono tirate fuori random come giustificazioni alla impossibilità di provarci.
Non c'è nulla che non possa essere smontato in queste affermazioni.
"..non ho mai fatto questo sport.."
Ogni persona, anche la più seduta, può avvicinarsi alla corsa, è solo questione di tempo.
C'è chi viene da una precedente vita sportiva, e avrà certo un'approccio più agevole, per fortuna il mondo è bello perchè è vario e sono stati creati programmi per tutte le tipologie di persone.
Basta essere molto critici con se stessi e sapersi collocare nella categoria giusta!.
" mi stanco subito, si fa troppa fatica.."
Ci son passate milioni di persone che hanno incominciato, la incontrerete anche voi, ma non dovete averne paura. E' fisiologica, è naturale. Il vostro corpo come vi dicevo vi chiede un adattamento al nuovo movimento. I vostri muscoli si erano abituati allo scarso movimento, sono atrofizzati e poco capillarizzati (se dico qualche castroneria in campo medico mi si perdoni)..il vostro circuito sanguigno ha bisogno di creare nuove vie per irrorare le zone periferiche che state sollecitando.
Solitamente la sensazione che si prova, a me è capitato così, è un forte pizzicorio, quasi un prurito alle gambe, mentre ci si muove le prime volte e poi la sensazione delle gambe sempre più dure e il fiato corto di li a qualche minuto (a seconda di come uno è messo..c'è chi questi fastidi li sente al 1°minuto, chi al 5° e così via) cosicchè ad un certo punto ci si ferma.Sconforto? Ma cosa dai..
Accettate semplicemente questa sensazione, e non ritenetevi poco portati per aver le gambe indolenzite per le ore a seguire! Nel corso delle vostre uscite spostere in avanti il senso di disagio e il margine che avrete recuperato sarà già indice del vostro miglioramento.
"non ho costanza"
Bè ci vuole anche un pò di metodo..correre non significa partire a fare tutti i giorni mezz'ora. Un sedentario già questo non potrebbe permetterselo..
Allenarsi tutti i giorni all'inizio è sbagliato, non deve diventare una psicosi.."devo iniziare a correre e lo devo fare subito e ora". Ecco che la costanza nel giro di poco andrà a farsi benedire.
Ricavatevi nella settimana dei giorni in cui cimentarvi, ne bastano 3..intervallateli possibilmente da giorni di riposo (l'ideale sarebbe far ogni tanto altri sport:bici, nuoto, palestra). Quando arriva uno dei giorni X, una mezz'ora in quel giorno dedicatevi alla vostra sfida segreta. Non ditemi che non potete trovare poche decine di minuti, bastano due minuti per infilarsi scarpe e tuta/calzoncini..un minuto a scendere in strada ed esser sul marciapiede di fronte a casa o nel cortile.Per cominciare vi basta anche prendere come riferimento un giro dell'isolato..i lampioni che illuminano le strade vi toglieranno la scusa della sera che rende impossibile l'uscire.
Seguite con umiltà la vostra tabella: se vi dice in principio di camminare un minuto e correre un minuto(molto piano, ad un ritmo facile senza fiatone), fermatevi a questo..nel tempo di qualche giro di lancetta avrete finito la seduta, e tutto sarà rimandato alla volta successiva.
Consiglio: meglio sottovalutare le proprie capacità e "stare al gioco" seguendo la tabella gradino per gradino. Avrete così la tranquillità di essere stati il più graduali possibili.
Costanza significa questo: stare al gioco le settimane che vi richiede la tabella, con un pizzico di intelligenza..saper magari essere flessibili, se un giorno non si ha veramente tempo(ma dovreste esser stati sequestrati e immobilizzati con delle corde :) ) spostar la seduta, cercando comunque di mantenere complessivamente il numero di uscite settimanali. Non vivete la corsa come un imposizione, certo un pò di rigore in principio ci vuole..ma non sentitelo come un dovere, vi deve spingere il piacere e la curiosita di testare le reazioni che essa produce sul vostro corpo.
"correre è noioso"
Se siete sopravvisuti al raggiungimento dei 30 minuti e li avrete metabolizzati, continuando a correrli tre volte la settimana difficilmente penserete questo. Probabilmente l'endorfina, l'ormone che correndo si produce, e che crea una piacevole dipendenza, avrà già avuto degli effetti positivi in voi..vi sentirete più vitali, desidererete ardentemente che venga il giorno X..la corsa potrebbe già esser diventata parte di voi!
Se invece noioso potrebbe risultarvi il percorso createvene di alternativi. Correte sempre sul tapis roulant della palestra?, la seduta successiva fatela nel parco sottocasa e così via.. Mixate!
-
Vi lascio alla tabella tra poco.
Non tutti possiamo ambire a diventare campioni olimpici, ma sfidare noi stessi quello possiamo, e come se lo possiamo!, non abbiate perciò paura di provare a indossare le scarpe..Il vostro miglioramento inizia adesso.

Ecco una tabella per iniziare da 0, molto adatta a coloro che non hanno fatto mai molto sport o partono da una situazione di sedentarietà più accentuata.
L'ho presa da questo sito , se vi sentite di un livello superiore cliccando ne troverete di più adatte
Mathias
ps: ho intenzione di scrivere ancora post tipo questo, che possano esser d'incentivo a correre, o che ne esaltino gli aspetti positivi. Vorrei anche dedicarmi a coloro che magari per i motivi più disparati non potessero nell'immediatezza correre ma solo camminare..per oggi chiudo :)
pps:mi dimenticavo, se per caso scopriste questo messaggio dopo mesi dalla sua pubblicazione e voleste commentarlo per aver chiarimenti, fate pure, mi accorgerei del vostro commento perchè qui a sinistra ho un riepilogo degli ultimi commenti lasciati
ppps: se avete iniziato e volete proseguire..andate a pescare tra le tabelle di allenamento per la corsa, post scritto mesi dopo questo, in cui do qualche indicazione su alcune tipologie di programmi per le distanze classiche.

-

Gli articoli più interessanti della sezione Iniziare a Correre
Iniziare a correre. Perchè e Come
Dimagrire camminando ..prima di iniziare a correre
Imparare a correre è un dono
Differenza tra running e jogging
Mia testimonianianza: corro da due anni e non smetto..il mio esempio
Mia testimonianza: la corsa è contagiosa. Il contagio ad amici e parenti
Tabelle di allenamento per iniziare a correre e per migliorare: da 0 a 30 minuti e distanze superiori ai 5km

22 commenti:

Micio1970 ha detto...

Gran bel post: credo che lo linkerò presto e lo segnalerò ad alcuni sedentari ...

Complimenti Mathias!

Furio ha detto...

Bravo Mathias :P

RafCos ha detto...

devo dire che leggendo post come questi viene un po' di voglia di provarci... chissà, magari se ne scrivi un altro comincio per davvero!

jani ha detto...

ma vuoi che veniamo a correre con te? basta chiederlo!

Mathias ha detto...

Se vuoi venire Jani ogni tanto :)..no qui sto cercando di parlare alle masse, ho puro spirito filantropico!..
C'è Linus che "spacca le balle" a radio deejay con i benefici della corsa, io invece ho solo questa pagina..faccio meno audience, ma almeno provo a farmi sentire!

LoryGlory ha detto...

ciao a tutti sono una simpatica sedentaria che da questa settimana si è messa in testa che inizierà a combattere la propria pigrizia...ce la farò Mathias con i tuoi mitici consigli?
A dir la la verità avrei ancora una cosa da chiedere quindi visto che magari qui qualcuno di voi potrebbe avere una gran risposta ne approfitto...è possibile correre in qualsiasi momento della giornata? mi spiego meglio...se sei in ufficio dalle 8 alle 7 quando si corre?!!!Mao

Mathias ha detto...

Ciao Mao, mi ha fatto piacere che qualcuno abbia apprezzato ciò che ho scritto.
Bè molte volte a me capita di tornare da una lunga giornata alle 20..e, divorato dalla passione, sono in grado di mettermi le scarpe, anche fosse solo per una corsetta di venti minuti, poi una bella doccia e cena e la notte si dorme che è una meraviglia! Molti si allenano la mattina presto, altri nella pausa pranzo..non ci sono orari impossibili..bisogna organizzarsi quello si. Non è però credimi un sacrificio trovare un pò di tempo da dedicare a se stessi!Il tempo di navigare su internet e rispondere alla mail di un amico ad esempio e hai già fatto il minutaggio di un'uscita in scarpe da ginnastica, provare per credere :)
Rimango a tua disposizione.. se vuoi ti segnalo un bel forum di cui faccio parte dedicato alla corsa..li puoi trovare i consigli, i supporti morali di gente esperta. Molti che vi scrivono sono amici di questo blog.. www.runningforum.it Ci vediamo lì magari!

il_lozzo ha detto...

grande Mathias! Io rientro nella categoria "sedentario estremo"... non più!! Grazie a queste parole a alla splendida tabella sono uscito dal tunnel del divano dedicando quei rari e preziosi minuti della mia giornata alla corsa. Sono ancora un po' alla fase "fantozzi" ma sto migliorando... piano piano!
a presto grazie ancora!

Mathias ha detto...

Ciao "il_lozzo" e quindi stai seguendo la tabella..bene bene..prendila con molta filosofia, non scoraggiarti, considerati una specie di cantiere in allestimento. Hai presente quando guardi nei buchi dei cantieri, che stanno costruendo un palazzo, e vedi solo un gran macello e pensi "ma ne uscirà mai un palazzo qui?".. tu considera la corsa il palazzo che devi costruire,gettane le fondamenta con calma, un mattoncino alla volta e col tempo lo vedrai crescere (sta a te decidere quanti piani lo vuoi far alto poi eh eh)! fammi sapere come va, scrivimi pure qui o vieni su www.runningforum.it

Anonimo ha detto...

Ci hai traditi!?!?!
Non vieni più su podistidoc!?!??!? :)

Javi

Mathias ha detto...

Ciao Javi..ora mi registrerò di nuovo su podistidoc..era rimasto chiuso tre mesi il forum! :) comunque www.podistidoc.it, a voi che leggete, è un altro mitico sito di cui è consigliata la frequentazione!

lory ha detto...

ciao Matthias, da qualche mese vado costantemente a camminare (con camminata veloce) 3/4 volte a settimana per una media 6 km ogni volta. Non riesco a passare alla corsa (però ci terrei a farlo) perchè quasi subito accuso dolori alle caviglie. Non ho problemi di articolazioni ne altro. Secondo te è un problema di poco allenamento, di chili di troppo (circa 8) o di scarpe? grazie ciao Lory

lory ha detto...

ciao Matthias, da qualche mese vado costantemente a camminare (con camminata veloce) 3/4 volte a settimana per una media 6 km ogni volta. Non riesco a passare alla corsa (però ci terrei a farlo) perchè quasi subito accuso dolori alle caviglie. Non ho problemi di articolazioni ne altro. Secondo te è un problema di poco allenamento, di chili di troppo (circa 8) o di scarpe? grazie ciao Lory

Mathias ha detto...

Lory di primo acchito propenderei per le scarpe. I kg di troppo non sono così eccessivi da creare impossibilità alla corsa..l'allenamento è logico che non c'è, ma si parte sempre da 0..Con che scarpe corri? se la scarpa è sbagliata i fastidi si presentano da subito..deve essere ben ammortizzata.Prova con un buon paio di scarpe da running..avevo fatto un post sulle scarpe, qui nelle etichette dovresti vederlo. Quando hai delle buone scarpe vediamo se riesci a correre, piano, almeno un minuto MA NON DI PIU', con alternanza di un minuto di riposo..insomma dovresti cercare d'innestarti nella tabella partendo dal primo gradino.Mantieni comunque le camminate, anzi prova questi esercizi di corsa durante di esse..

lory ha detto...

ciao Mathias, grazie della tua tempestiva risposta. Ho pensato anch'io di cambiare le scarpe perchè quelle che ho non sono ben ammortizzate. Spero di trovare, questa volta, un negoziante serio che mi sappia consigliare. Farò come mi consigli e poi ti farò sapere. grazie ancora lory

Anonimo ha detto...

ciao
ho trovato questo post interessantissimo!
oggi andrò a correre per la terza volta e mi hai molto motivata, pensavo di essere veramente un caso disperato ma ho capito che tutti coloro che partono da zero sono probabilmente nelle mie stesse condizioni.
prima di iniziare pensavo che sarei riuscita a correre almeno 10minuti e quando invece dopo 2 minuti tirati al massimo ho dovuto fermarmi per non stramazzare a terra sono rimasta malissimo dalla delusione. :-(
spero davvero di riuscire a seguire la tabella, sarà mai possibile allungare i tempi così in fretta?
il mio scopo non è dimagrire ma tonificarmi, ci riuscirò o mi arrenderò prima?
comunque grazie!

corsamatta ha detto...

Blog interessante! Io ho iniziato a correre da circa 2 anni. Ora sto facendo progressi e sono inserita in un programma per la perdita di peso ,con abbianmento di una dieta .
chiedo un consiglio: la temperatura aumenta e normamente i miei orari per correre sono fine serata ,ma c'è già molto caldo( abito nel sud sardegna).
Mi chiedevo se puo' essere problematico correre la mattina presto a digiuno, visto che poi devo correre al lavoro dopo una doccia e la colazione.Corro per 1 ora circa.Ci puo' essere pericolo di calo glicemico dopo il digiuno notturno? grazie

maxim28 ha detto...

come mai il sito runningforum.it no si apre sapete darmi una spiegazione...grazie

Mathias ha detto...

@maxim: perchè l'amministratore di runningforum sta provvedendo in questi giorni ad aggiornare il sito. l'aveva prannunciata qualche interruzione durante questo periodo..

artax8791 ha detto...

ciao,
mi sono da poco avvicinato al mondo della corsa soprattutto x la vita sedentaria che faccio!volevo chiedere un consiglio a qualcuno di voi!quando inizio a correre dopo un 5 minuti inizio ad accusare uno dolore pungente al di sotto delle piante dei piedi,tanto da non poter più continuare!Di conseguenza sono costretto a fermarmi fino a che il dolore non si attenua!Potete darmi una mano a risolvere questo problema?Grazie

Mathias ha detto...

non son un esperto..che scarpe usi? Magari è un problema di compressione!
Escluderei problemi come fascite plantare o simili, visto che solitamente prende un piede e tu il fastidio l'hai contemporaneamente alle due piante..

Giuseppe Esposito La Rossa ha detto...

Ciao e complimenti per il post. Io, aimè, fino ad un anno fa riuscivo a fare 50 min anche tutti i giorni, poi è nata mia figlia e ho smesso gradualmente.
Ho deciso di riprendere, che mi consigli? parto da zero seguendo la tabella o inizio fino a quando ce la faccio?