Pages

domenica 8 giugno 2008

Corsa borghese sulla costiera. Slalom tra i jogger

Poche veloci battute, tra mezz'ora parto per Orgosolo, in barbagia, con la mia Ele, andiamo a far una visita parenti.
Mi piace porre la lente sugli allenamenti più insignificanti, come quello di ieri. Conscio del fatto che oggi non avrei potuto allenarmi, che la giornata stava volgendo al termine, che non c'era tempo, solo mezz'ora..che ho fatto?
Ho corso dopo tanto, come un tempo, vestito da borghese..pantaloncini cinesi, magliettaccia bianca a maniche corte(sarebbe quella della friendship run del venerdì a new york, però è un pò lisa), quindi non tecnico, e mi son infilato sulla costiera nell'ora di punta, quella in cui si popola di aspiranti podisti.
Ho cercato di confondermi tra loro, di assumere la stessa espressione di fatica facendo finta di arrancare, facendomi anche superare, notando le piccolezze (avete visto che quando vi superano certi personaggi irrobustiscono il petto e accellerano l'andatura, per porsi poi morenti 25 metri avanti a voi).Questo fino al 3°km della Costiera.Poi al giro di boa che gusto, ho tolto la maschera del finto jogger improvvisato e sulla strada di ritorno ho iniziato, come si dice in gergo, a sverniciarne qualcuno. Ho mollato le gambe da corridore e con un 4'47" 4'31" e 4'48"(600 metri di salita inside) li ho ripresi tutti. Devo aver fatto impressione a qualcuno visto che viaggiavo almeno 2'/km più veloci..
Arrivato la maglia della friendship run era praticamente incollata al corpo per il sudore! Ogni tanto è bello far questi tuffi nel passato, quando allora veramente arrancavo sulla statale, ed ero un jogger.. Speriamo che qualcuno di quelli improvvisati riesca a sbocciare come ho fatto io e si faccia prendere dalla passione: l'Alghero Marathon li accoglierebbe a braccia aperte

4 commenti:

GIAN CARLO ha detto...

Piano tigre, se li unili troppo gli aspiranti non sbocciano...mollano

Massimo ha detto...

Al parco della Mandria qui a Venaria,in primavera c'e' un pullulare di novizi;il mio pensiero e' simile al tuo:quanti resisteranno?:Pochi,nessuno...,coltivano l'illusione della forma fisica x quella settimana al mare,poi non avranno piu' tempo,il lavoro,i figli,il caldo,il freddo,...tutto il contrario di tutto;correre e' fatica,c'e' un percorso interiore da compiere prima che sfoci in passione che prescinde dai problemi della vita...no?
Ciao

Tom ha detto...

Io fino a settembre scorso sono stato un podista stagionale per molti molti anni. Poi, per vari motivi, da quest'anno ho corso regolarmente anche d'inverno (all'aperto eh :) L'ultima volta, in 5a superiore... Spero di arrivare ai vostri tempi, beh, mi basterebbe anche un 5 secco al km. Ciao!

Mic ha detto...

Gli aspiranti atleti, i "primaverili"! A me fanno troppo ridere: tutti imbacuccati, concentrati al massimo sui tempi di un cronometro, frequenza cardiaca di guardia, con la sofferenza dipinta in faccia e l'enervitene nel marsupio... Ma sai una cosa, Mat? Anch'io che ho una buona percezione del ritmo, mi accorgo che tendo ad accelerare quando ho qualcuno davanti, oppure se corro in compagnia di atleti del mio valore o superiori. Credo cmq che sia comune a molti di noi e vorrei vedere uno qualsiasi del forum come corre quando è in vista di un gruppetto di ragazze...