Pages

sabato 26 luglio 2008

Storie:Giuseppe l'impavido. Scalata di prova a Villanova

Giuseppe, la sintesi del perchè a noi runners ci manca qualche rotella. E' anche lui mio compagno di squadra, un ragazzo d'oro che sta per lasciare la categoria dei TM, così vi ho fatto anche capire l'età. Sposato, due figli, uno natogli giusto una decina di giorni fa(ancora Auguri!!), un uomo felice con tante passioni, come l'altra per la pesca subacquea che lo porta a immergersi all'alba quando ci si dedica. Tornando all'affermazione del primo periodo, bè non saprei definirla diversamente la decisione di oggi, dopo un paio di mesi di inattività, di seguirci nell'avventura di testare il percorso della gara del 17 di Agosto. Zero allenamento e quindi..perchè non distruggersi di salita, quasi 18km soffrendo, penando, ma intanto con il gusto intatto e genuino di esser presente.Ci piace la fatica, troviamo nel gesto fisico l'attività di redenzione dai nostri patimenti..e lui è degno esponente di questa filosofia. Come quella volta che di botto decise di seguir il gruppo nel lunghissimo in preparazione della maratona, 35km, lui che non è maratoneta ancora e che arrivò con la lingua penzoloni. Ama la sfida, come quella alla velocità( va molto molto forte), ma sa mettersi in discussione, senza pensarci su, nelle uscite in cui non ha ancora la preparazione!
Oggi quindi è sullo sfondo la mia buona prestazione (ho chiuso quella famosa salita in 35'03, contro 36'31" e 35'57" delle due volte precedenti, più di 20"/km di miglioramento!..le ripetute 5x800metri in salita di cui non vi ho dato conto si fan sentire) e il mio plauso va a Giuseppe, che mi fa sempre morir dal ridere quando racconta gli aneddoti sulla sua procare cognata, modella e diavolo tentatore della sua incolumità psichica. Storie di runners. Storie da Alghero Marathon..
ps: Oggi era presente un altro personaggio cui bisognerebbe dar risalto e che, come Giuseppe, è stato a dir poco stoico:Pierpaolo, ma questa è un'altra storia...

4 commenti:

GIAN CARLO ha detto...

E' come la storia dell'isola che non c'è, è senza qualche rotella chi la cerca, ma di sicuro anche chi smette di cercarla.

Master Runners ha detto...

Complimenti a Giuseppe... ma anche a te!
1min e 30 in salita è un miglioramento moooolto buono!!
Complimenti ....aio!! :)

Alessandro ha detto...

Bella storia...ma storia vera di gente VERA... anche se con qualche rotella in meno... pure io ne ho perse alcune di rotelle.
Complimenti per il tuo miglioramento.

Fatdaddy ha detto...

Giancarlo ha centrato il punto, citando il vecchio Bennato "e ti prendono in giro, se continui a cercarla, ma non darti per vinto perchè chi ci ha già rinunciato e ti ride alle spalle, forse è ancora più pazzo di te!"
Felicemente senza rotelle,
Daddy