Pages

lunedì 22 settembre 2008

Corri Stintino: gara come corto veloce

Bè come vi dicevo l'altro giorno ieri era il giorno di Stintino e del battezzo delle nuove scarpe da corsa, le nike skylon.
Vediamo come è andata:
-
Stintino è un paesino situato sulla punta nord ovest della Sardegna, che guarda l'isola dell'Asinara, quella dell'ex super carcere ora parco naturale. Posto stupendo, preda dei vacanzieri per quella che è una delle più belle spiaggie della sardegna, La pelosa (peccato che proprio d'estate non si possa goderne a pieno la bellezza di vederla deserta, con le sue lingue di sabbia che si protendono in acqua)
In questo paesino mai si era organizzata una corsa podistica, fino a ieri.
La Corri Stintino è stata una bella gara, essenziale dal punto di vista organizzativo, spartana quasi, nel senso che c'era il minimo indispensabile: un arco a segnar la partenza, un rinfresco rappresentato da qualche tramezzino, pacchi di pasta e confezioni di sospiri per premiar le categorie.
Certo, negli occhi avevo ancora la nostra gara..e mi sono reso conto, facendo il raffronto con Stintino, di quanto sia stata enorme la nostra macchina organizzativa. Comunque agli Stintinesi nessuna nota di demerito anzi, a me la gara è piaciuta.
Il percorso era confenzionato lungo la strada litoranea che corre a sud di Stintino in direzione delle Saline (forse una corsa a nord verso la Pelosa e l'asinara sarebbe stata scenicamente più bella, ma molto più difficile per chi conosce la salita di Capo Falcone!). Un'andata e ritorno per un totale di circa 6km, che poi son risultati esser 5,5km
Veniamo a me..Come mi son comportato?
A parte che devo premettere che continuavo a ripetere come un ossesso a tutti i miei compagni di squadra che quello di ieri per me era un allenamento, che mi stavo preparando per Colonna, la mia gara obiettivo, quasi a voler metter le mani avanti per la prestazione cronometrica che avrei realizzato.
Quando tutti l'hanno capito e le parole oramai eran prosciugate per spiegare che Colonna è a Roma, che andavo per la riunione degli amici blog-runner che tra l'altro c'era anche una scherzosa sfida con un amico (chi è giancarlo? ma ci viene anche il tuo amico Davide?)ecc ecc, eccoci sulla linea di partenza, al calar della sera (ore 19).
Son schizzati via quasi tutti. A fianco a me per un tratto c'era chi camminava..ma molto veloce, eran i marciatori di una squadra giovanile che, cavolo ragazzi..avevano il mio passo di corsa, ho allungato un pochino, giusto solo per non vedermeli a fianco.
Il ritmo lo sapete, volevo stare sul passo presunto dei 10km, psicologicamente è stato facile, sapendo che la distanza per il quale tenerlo era ridotta della metà. Come nel corto veloce di qualche giorno fa ho dovuto controllare sempre l'andatura, più dell'altra volta, la gara è canaglia, ti fai prendere dall'entusiasmo e ti trovi subito fuori giri..
Comunque il primo km è andato in 4' 53"(e 157 battiti il cuore)..il secondo 4'58" (165 bpm) con qualche leggera leggera pendenza a salire e uno spaventino: ho rischiato un frontale quasi con Paolo Rutigliano, il vincitore di Alghero. L'organizzazione aveva raccomandato di tener la destra, ma poi alla fine tutti tagliavano, così ho visto la locomotiva pugliese, già di rientro in paese, venir contromano rispetto al mio senso di marcia a 20 km/h, mi ha scartato veloce! Il terzo in 4'54" (168 bpm), dopo che avevo cambiato il senso di marcia ai 2,7km circa, un quarto in 4'56" (168 bpm), il 5° con in vista il paese, immersi nell'atmosfera del tramonto, a 4'58" (172 bpm) e qualche leggera pendenza a salire. Già da metà del 5° però avevo deciso..il mio corto veloce sarebbe finito allo scoccare dei 5km, poi avrei accellerato per i 500 metri finali. La decisione, vedete quanto sono emotivo, mi ha fatto salire l'adrenalina e i battiti..cioè mi sono detto tra poco cambio ritmo e già il pensiero mi ha mandato un pò il cuore in gola (forse ecco perchè i 172 bpm). Davanti a me avevo 3 atleti, un 30/40 metri.. al biribip della fine del km son partito, ho divorato il gap, li ho sopravvanzati sulla salita(l'unica che si possa definire tale) di 80 metri circa che immetteva sul vialone del traguardo finale. 500 metri a 4'13"/km(180 battiti), per abbassare la media finale del mio corto veloce (5km a 4'55 fino a quel momento) ad un complessivo 4'51"/km (e 5,5km in 26'52").
Se siete usciti indenni dai numeri delle ultime righe vi posso dire che correre con lo Skylon mi ha dato sensazioni nuove. Mi rendo conto che è una scarpa totalmente differente da quelle che son abituato ad usare, è più reattiva e si esalta quando l'andatura aumenta. Certo io non son in grado di valorizzarla, ma credo che qualche miglioramento me l'abbia dato. In gare di questo tipo la userò ancora (e in certi allenamenti veloci)!
Tirando le fila..la gara mi sembra sia andata come volevo, qualche km lo posso ancora reggere così, solo che so già cosa mi fregherà a me: l'adrenalina e i battiti che mi si alzano impazziti. Son quelli il mio vero avversario..
Comunque non sto più nella pelle, manca oramai poco..Venerdi si parte per Colonna.. evviva, non vedo l'ora di conoscere i miei amici :-)

14 commenti:

Frate_tack ha detto...

Bravo math non ti sei lasciato predenre dall'entusiasmo. Non è che in valigia ti metti un panino di Renato per me quando vieni a Colonna? Un VHG con patate grazie :-)

R. Davide ha detto...

hahaha, il panino di Renato mi mancava.. cmq Mathias..secondo me se hai fatto quei 500 metri cosi i -50' li superi!! Rutigliano ..uffa io ancora non sono riuscito a vederlo mentre corre!! per il resto hai ragione verso la pelosa sarebbe stata bellissima!!..adesso non vedo l'ora di leggere i post di Colonna!!

GIAN CARLO ha detto...

Contro di te correranno altre Skylon...sappiamo che saranno + veloci...ma forse non abbastanza.
Dai che se dimostri di avere un minimo di tenuta è fatta fai 49 netti e io a 39 non posso proprio arrivare.

Danirunner ha detto...

Bravo Mathias, comunque nella sfida con Giancarlo per la gara di Colonna tifo per te:)))

Michele ha detto...

occhio alle scarpe troppo leggere bisogna fare i temponi per usarle come si deve mi dispiace non essere a colonna

Furio ha detto...

Bell'allenamento Math ;-)

albertozan ha detto...

Quello scatto negli ultimi 500m mi mette un po' in apprensione..confido nelle pulsazioni e nelle salite di Colonna...sai ho scommesso sul Mister..;-)

P.s: che resti tra di noi...non potevo fare altrimenti addio consulenze ;-)

giampiero ha detto...

ti stai incartando..litighi con la fidal, controlli i tempi, stai sentendo troppo la gara di Colonna.. ti dovrò affidare ad un tutor di fiducia..
Le valigge fatte le hai?

Mic ha detto...

Ti dico una banalità, ripetendo che senti in maniera così forte le gare perchè ti manca l'abitudine! Anche se il califfo ed altri non sono d'accordo con me, io sono convinto che per un amatore le gare siano fondamentali; poi con l'abitudine viene naturale viverle più serenamente, anche se un pò di "farfalle nello stomaco" fanno sempre bene, perchè rientrano in quel contesto che ti fa rendere di più i gara che in qualsiasi allenamento veloce. Buona l'idea di usare una gara come allenamento per una gara successiva.

Mathias ha detto...

@frate tack: ok ti porto un panino di renato, però occhio..è doping!
@davide: aio, fai il biglietto al volo con ryan ayr e vieni anche tu..
@giancarlo: sarà mitica la nostra foto skylon contro skylon :-)
@michele: ne centellinerò l'utilizzo, pensa che sto pensando quando vado a far ripetute di tirarmi dietro anche le a3, per riscaldarmi i 20/30' poi fermarmi la macchina e cambiar le scarpe
@albertozan:alleluia qualcuno che tifa per il mister..comunque anche io tifo per lui. Diciamo lui sotto i 40 io sotto i 50 e siamo tutti felici, o almeno gli sfottò saranno più dolci :-)
@giampiero: chi mi viene a prendere sabato alle 9.30 a ciampino? o arrivo correndo all'albergo? :-)
@mic: lo so.. comunque piano piano ascolto i tuoi consigli..chi qualche mese fa mi diceva ad esempio di comprar la seconda scarpa? :-)

Mic ha detto...

Math, guarda che non è poi una pensata così balzana, la tua! Mi riferisco alle scarpe: anch'io, specie nei periodi di carico, cerco di fare riscaldamento e defaticamento con le A3, e limitare le intermedie solo per quei tratti dove il ritmo lo richiede. Anche se dipende soprattutto da quanto tempo ho...

Bellabigo ha detto...

quest'estate ero proprio in vacvanza a Stintino, e se ti devo dire la verità di tratti pianeggianti ne ricordo davvero pochi... Bravo Mathias!

Giulyrun ha detto...

ed andare a prendere il sole alla Pelosa!!!
Complimenti per la corsa e, anche se non è merito tuo, per il posto.

R. Davide ha detto...

emh..magari più avanti..l'anno prossimo.. magari un raduno in qualche gara Sarda ..