Pages

mercoledì 3 settembre 2008

Tempo di Gare e scelte: Maratonina dei tre comuni Ossi Tissi Usini

E' il tempo, quello di ritornare alle gare.. da domenica in poi quante ce ne saranno. Ho deciso di partecipare alla Maratonina dei tre Comuni Ossi- Tissi- Usini, uan gara di 14 km molto dura, questo è quanto mi continua a ripetere Sebastiano, mio compagno di squadra, dell'Alghero marathon. Siamo al momento in 7, ma penso ne verranno altri..abbiamo la fortuna infatti che la gara è a pochi km da Alghero.
Io vado, cercherò di difendermi sulla salita (si narra che ci sian dei tratti dove si cammina, ma possibile..cioè più erta della gara di Villanova monteleone, non credo, non penso dai.. oh amici sardi, se state leggendo e l'avete già fatta dite la vostra!), di difendermi nella discesa abbondante anch'essa..insomma, di non sfigurare dai.
A seguire la settimana successiva ci sarebbe la cronoscalata Sassari Osilo, ma in ragione del fatto che poi le domeniche a seguire avrei la gara di Alghero, il viaggio a Colonna, di ritorno forse un'altra gara a Bidderosa e poi mezze maratone..Insomma penso di saltarmi la gara osilese, non posso gareggiare tutte le domeniche, sennò poi chi mi circonda inizia a guardarmi storto :-)

32 commenti:

GIAN CARLO ha detto...

Ciao Mathias, io se supero le 15 gare l'anno scatta il primo Warning, a 20 c'è il cartellino rosso.
Sono anche convinto che oltre le 20 vuol dire che spesso gareggi per fare numero(nel senso che non ci dai dentro).

Mic ha detto...

Giancarlo, io gareggio parecchio: l'anno scorso 35; quest'anno sono a 24 (credo..) Ma ti assicuro che ho fatto numero solo ad una gara di solidarietà femminile, corsa coi palloncini rosa.... ed altre 4 gare dal percorso per me troppo duro e ricco di salita, che ho fatto a mò di allenamento e senza grande agonismo, il resto delle gare, invece le ho corse sempre con grande impegno, ed anche i risultati sono stati sempre buoni (x le mie potenzialità). E pensa che l'unica gara che ho sbagliato è stata la prima importante di un circuito di gare su strada, dove ho avuto dolori addominali, e invece 3 giorni dopo ho fatto il personale sui 10km. So che forse corro troppe gare, ma penso che si possa andare oltre le 15. Che ne dici? Mi fanno sempre piacere i tuoi pareri.

Claudio ha detto...

Il mio personalissimo cartellino per quest'anno dice 20 gare; l'anno prossimo saremo più o meno lì solo che vorrei fare almeno 3 maratone.
Spesso le gare per me sono allenamento: se devo fare un paio d'ore di allenamento cerco una mezza in zona e m'iscrivo, pur facendola a "ritmo allenamento".

Mathias ha detto...

Dall'inizio dell'anno sono a 7 gare sarde(o 8 se vogliamo contare la non competitiva corsa tra di noi a maggio), più la maratona viennese..penso che finirò attorno alle 15..grosso modo il trand è una ogni tre settimane.. Capitano però dei periodi, come questo che si sta approssimando, che son tutte attaccate. Dispiace perderle, perchè queste di settembre ad esempio son tutte dietro casa (cosa che qui in sardegna è evento raro, solitamente l'una o le due gare del finesettimana si tengono ovunque sull'isola, il che vuole dire spostarsi di centinaia di km). Abbiamo noi corridori sardi un freno naturale a partecipare a troppe gare, dato dalla distanza.. Se non fossimo in un'isola probabilmente le occasioni di gareggiare ed eccedere moltiplicherebbero a dismisura :-)

Claudio72 ha detto...

Ma siete impazziti con tutte queste gare!?! Come si fa ad essere "in condizione"? Ho letto che dopo una maratonina ci vogliono almeno 4 settimane per recuperare pienamente..
Comunque.. tanto di cappello!

GIAN CARLO ha detto...

@Mic e altri, c'è gente forte in Villa che ha fatto lo stesso numero di gare tue con buoni risultati. Però in un anno fanno al massimo 1-2 mezze e mai maratone. E' chiaro che più le gare son lunghe più necessitano di recupero. Poi Calcaterra corre 20 maratone l'anno sotto a 2 e 30, vince il passatore e quest'anno riprova a vincere il mondiale della 100km.
Diciamo che il mio tetto massimo è 20 con 2 maratone, 5-6 mezze 2 gare da 15 tipo ora in pista etc e 10 gare da 10km....certo ad un passo dai 50anni sto già tagliando qualcosa.
Sarei anche interessato ad un vostro commento sul mio post di oggi(visto che è - sciocchino del solito).

Anonimo ha detto...

più si gareggia e meno si migliora. 15 all'anno va benissimo. luciano er califfo.

Mic ha detto...

Luciano, dissento: Penso che vadano distinte molto le gare: io, ad esempio ne corro 5 campestri di 5-6Km in primavera, sostituendole ad un lavoro di qualità (in genere 2 a sett), mentre ci sono altre gare cui finalizzo di più e scarico opportunamente. L'anno in cui ho fatto il salto di qualità migliore ho corso 4 mezze: febbraio1h19; marzo1h15, aprile 1h13; ottobre1h14. Penso che correre gare brevi sia il sistema più rapido e stimolante x migliorare la forma, mentre sono d'accordo che vadano limitate quelle lunghe, nel numero, oppure nel ritmo di corsa. Credo sia dannoso anche fare troppo poche gare, perchè le si carica di troppe aspettative.

Nick.12 ha detto...

Le gare fino alla mezza (21km), sono un OTTIMO ed ECCELLENTE allenamento, per le altre più lunghe dopo bisogna assolutamente riposare.
Noi quando a Ottobre Novembre abbiamo i trittico delle mezze maratone durante la settimana faccimao un solo allenamento, la gara ti aiuta tantissimo per le sucessive....
Ciao Nick

Anonimo ha detto...

Ciao, io conosco bene quei posti vicino a Usini e ti posso assicurare che mi hanno detto che sarà sali e scendi..credo con parti in asfalto abbastanza datato e sterrato..probabilmente invece che in strada provinciale si partirà da Ossi per prendere stradine interne..di più non sò perchè sarà la prima volta che la faccio. Peccato per la Sassari - Osilo è una gara che in passato è stata parecchio famosa. Hai ragione cmq settembre è pieno di gare..se riesco le farò tutte. Stò cercando di scoprire il percorso della 3 comuni ma non ci sono riuscito..anche io chiedo a qualcuno che passasse di quà e conosce la gara se ci può dire qualcosa..grazie in anticipo..ciao a tutti.

Anonimo ha detto...

Volevo aggiungere..secondo me quella di Alghero era molto più pesante..nella Sassari - Osilo ci sono 2 momenti importanti..uscendo sa Sassari e la salita vera e propria di Osilo..per il resto secondo me è scorrevole..sopratutto i pezzi della scorrimento veloce con tratti in salia si..ma anche di discesa con pendenze non esagerate.

Mathias ha detto...

grazie anonimo dell'informazione..ehi a proposito, come ti chiami?..guarda nel fotoalbum la mia faccia da losco individuo e se mi incroci alle gare fermami pure cosi ci facciamo due chiacchere..è sempre un piacere fare amicizia con gli amici corridori sardi che leggono il blog.. :-)

Anonimo ha detto...

ok, sono quello delle sensazioni..mi chiamo Davide..allora sicuramente ci vediamo alla maratonina dei 3 comuni..sarà la mia prima gara..dovevo fare quella di Alghero (dal mare alla montagna) ma ho avuto problemi col tesseramento..ho conosciuto il tuo blog perchè cercavo informazioni sulla gara di Alghero. ciao

Anonimo ha detto...

mic, ognuno ha le sue opinioni. magari se di mezze ne avessi fatte 2 saresti sceso a 1h11. anche ad alto livello, i nostri diecimilisti del passato facevano non più di 20 gare l'anno, di cui una mezza e 2 10000, e facevano 27'16! il fatto di fare troppe gare (li sordi!) è il motivo principale per cui l'atletica italiana è morente. parlando di amatori, tutto dipende dagli obiettivi: ma l'obiettivo di divertirsi non sempre combacia col migliorarsi. il problema di chi gareggia molto è che in genere non fa una programmazione annuale, necessaria per raggiungere alti obiettivi futuri.

mathias ha detto...

Alle gare ci si diverte di brutto..c'è il clima della vigilia, i commenti sul percorso, la gara stessa, e poi il dopo..la mangiata tutti insieme.. è questo che spinge molti a gareggiare molto.." curri che si magna!" bisogna trovare l'equilibrio.. a livello basso come il mio io penso che una gara ogni 3 settimane possa esser compatibile anche con la ricerca di un miglioramento. I professionisti, per l'altissimo numero di allenamenti settimanali (13/14)..non si possono sognare di gareggiare molto (qui son d'accordordo con luciano), che poi per loro gareggiare vuol dire giocarsela per la vittoria, se ne vanno un sacco di energie mentali..devono centellinare le energie, son mica noi che corriamo per la braciola del fine gara :-)

mathias ha detto...

Prima gara..eh eh..sarà un bell'esordio vedrai, vai Davide..

Davide ha detto...

Grazie! cerco d mettere il mio nome se riesco.

Mic ha detto...

Di sicuro molti atleti amatori hanno una programmazione improvvisata, che non consente di ottimizzare il lavoro e spesso si barcamenano su distanze molto diverse e poco compatibili; anche a me sorge il dubbio di gareggiare troppo, e sento la necessità di usare alcune gare come mezzo per raggiungere la forma, oppure come stimolo per mantenerne un minimo, quando la stagione è ormai terminata (campestri). Ultimamente seguo una tabella di Pizzolato x preparare una maratona (è praticamente l'esordio, laltra è vecchia di anni) che propone un programma di 18 settimane e nel quale ci sono bel 7 gare da 10a21km, che possono sostituire allenamenti veloci: insomma, il solo numero delle gare all'anno credo che sia indicativo fino ad un certo punto, poi bisogna vedere il tipo di gare ed il contesto della preparazione nella quale sono inserite.

Mathias ha detto...

poi secondo me ci sono gare propedeutiche ad altre.. Se come obiettivo abbiam una 10km, iscriverci ad una 21km la settimana prima è controproducente..magari diverso il discorso è se l'obiettivo è la 21km, allora una 10km penso non faccia male. Il concetto è la gara piccola fa bene alla gara grande (obiettivo)..lo so farnetico..

GIAN CARLO ha detto...

L'ultima considerazione è vera in linea di principio, anche se poi la letteratura è piena di personali sui 10km la settimana dopo la maratona.

Anonimo ha detto...

mic, 7 gare in 4 mesi e mezzo mi pare ragionevole. meucci aveva un personale di 28'48, è stato squalificato 6 mesi, non ha potuto gareggiare, a maggio al rientro, correndo da solo, ha fatto 28'08, abbassando il personale di 40": solo un caso? luciano er califfo.

Massimo ha detto...

Garette fino a oggi ne ho fatte 38,da marzo in poi...;cross,mezze,e maratone niente.
Sono dell' idea che per noi amatori,gareggiare spesso sia utile per mantenersi allenati...
e'chiaro che per un atleta il discorso diventerebbe diverso...

Anonimo ha detto...

massimo, io dico che se da marzo a oggi invece di 38 gare ne avessi fatte 12 avresti migliorato le tue medie di 20"/km, dirigendo le energie delle gare nell'allenamento. c'è gente che è felice se va piano, boh, contenti voi...

uscuru ha detto...

io nel 2004-5 ho fatto 58gare tra cui 4 maratone e parekkie mezze il 90% al massimo delle mie possibilita' ma...
era solo xke' davano dei punti interni alla soceta ke poi tirava fuori una class con premiazione a fine anno
ed erano i primi anni di euforia
poi ho rallentato di proposito e adesso me le scelgo e cerco di puntare piu' al personale specifico x ogni tipo di gara

Davide ha detto...

Io penso che bisogna vedere se uno vuole divertirsi perchè li piace il clima della gara o se pensa solo ai tempi..io la penso cosi: si possono fare anche parecchie gare per star fuori dal resto della vita quotidiana cercando poi di riposarsi bene senza distruggersi anche negli allenamenti..è solo un'opinione.

Anonimo ha detto...

MIGLIORARE DI 20" AL KM?ALLORA SEI UN MAGO!20" IN MENO OGNI KM E SAREI DA NAZIONALE, MA NON CREDO CHE CI ARRIVERò MAI.

Mic ha detto...

Luciano: grazie per l'indicazione, anche se va detto che qualcuna delle gare in prossimità della maratona, la correrò a ritmo maratona. A proposito di Meucci, non sapevo fosse stato squalificato; sai per che motivo? A me personalmente Meucci piace molto e ripongo tanta fiducia, mi sono fatto l'idea che un miglioramento tanto consistente a quel livello sia sintomo di grossi mezzi. Speriamo bene... Cmq, sono d'accordo con te, che Meucci corra troppe gare su strada, specie in questo periodo.

Anonimo ha detto...

massimo, scusa, non sapevo che eri ad alto livello. in questo caso 20"/km no, ma 10 sì! guarda meucci, che ha levato 4"/km in 6 mesi SENZA GAREGGIARE. cova e antibo facevano 15/20 gare l'anno e facevano 27', quelli di oggi ne fanno 50 e fanno 29'30, potrebbe esserci una correlazione, no? non me ne frega niente di dimostrarmi superiore, non volevo sembrare un mago, se ho dato quest'impressione me ne scuso. luciano er califfo.

Anonimo ha detto...

mic, meucci lo stanno rovinando con le gare su strada e tra un po' arriva il "capomafia" gigliotti e lo porterà anzitempo alla maratona (così lui guadagnerà di più). sono convinto che l'anno scorso caliandro FINSE di infortunarsi per non andare ai mondiali, poi nelle gare su strada come era arzillo! i malanni passarono per miracolo! ragazzi, ogni gara su strada sono molte migliaia di € (in nero) per atleta, allenatore, manager, società, visibilità degli sponsor...tutto ciò porta a gareggiare troppo e allenarsi poco. questo è il male dell'atletica italiana, non perchè siamo una razza inferiore. come mai in spagna e germania ci sono 4 atleti da 13'15 sui 5000? luciano er califfo.

Anonimo ha detto...

se parliamo di amatori, quella del numero di gare è una questione di gusti e psicologia individuale. io, personalmente, anche quando ero forte facevo 10-12 gare l'anno, perchè a me piace correre, correre forte, migliorare, non sono un agonista, di competere con gli altri non me ne frega niente, pensate che a volte subito dopo la gara me ne andavo senza nemmeno aspettare di sapere se avevo vinto qualche premio! il mio confronto è sempre stato solo col cronometro. ma questa è la MIA filosofia di vita e della corsa, non condanno chi la pensa diversamente. luciano er califfo.

Mathias ha detto...

però scusate.. se quelli sono proffessionisti, e di corsa ci campano..come dar torto alla loro presenza in tutte le gare? Devon portar a casa la pagnotta.. poche gare pochi soldi.. cioè, anche io lo farei.. o li pagano a prescindere dalle gare che fanno?

Anonimo ha detto...

mathias, certo, più gare fanno e più guadagnano...OGGI. peccato che poi non arrivano a livelli internazionali, guadagnando di più DOMANI (vedi baldini, l'ultimo eroe che di gare ne fa poche). ma la questione non era questa, quello che volevo sottolineare è che gareggiando troppo si migliora meno di quanto si potrebbe. luciano.