Pages

domenica 7 settembre 2008

Maratonina dei tre comuni.. che fatica..

Amici, sono reduce da una gara veramente dura.. la Maratonina dei tre comuni Ossi Tissi Usini ha graffiato! Io, che vivevo sugli allori dopo la prova di Villanova Monteleone pensando a quale salita d'ora in poi mi avrebbe potuto fermare, ho impattato con questa gara tosta, non nel chilometraggio, bè..14km per noi indomiti faticatori sono distanza risibile, ma la tipologia di terreno sul quale si è svolta meriterà un approfondimento particolare.
Una variabile imprevista ha un pò penalizzato la mia prestazione. Qualche giorno fa, mettendo in fallo un piede su uno scoglio, ho preso una botta tra il collo del piede e la tibia. Vi lascio perdere l'incidenza negativa che questo fastidio, localizzato nella zona della botta, ha avuto sui miei allenamenti settimanali. Never mind, passati due giorni di riposo completo mi son presentato stamani a Ossi..cielo plumbeo e atmosfera rovente, caldo. Lì la prima piacevole sorpresa, credo che poi sarà la cosa che più mi farà piacere in questa giornata. Conosco Davide, mio coetaneo e neo-corridore(4mesi) fortissimo, lettore di blog, con il quale da subito è nata una bella amicizia. Abbiamo chiaccherato veramente tanto, ed è stato bello partire a far conoscenza con chi già in fondo ti conosce..è proprio in questi frangenti che capisci di quanto sia dirompente il mezzo informatico. Scrivo per afferrare dei ricordi, ma allo stesso tempo li condivido e diventano patrimonio comune di questo immenso mare che è la rete. Ora chissà, magari anche Davide, da tanto che gli ho riempito la testa si aprirà un blog e diventerà un blog-runner, chi può dirlo..di sicuro lo tiro dentro il torbido mondo delle gare sarde! :-)
Questa di gara dicevo, era strana..lo potevi capire guardando i paesi nei quali si sarebbe dipanata. Sono incassati nelle colline..collegati da minuscole vie di campagna (si vabbè ci sono anche le strade provinciali, però non le abbiam toccate) che correrci sembra un pò di esser come Don Abbondio..io però il breviario non l'avevo e non ho incontrato i bravi. Sono partito un pò timoroso, il fastidio alla gamba mi ha trattenuto, ed in effetti comunque ho fatto bene a non forzare. Della prima parte di gara, diciamo i primi 10km le cose che più mi hanno spaventato sono state le discese..di una ripidità impressionante, colate di cemento che come scivoli scendevano giù dalla collina di Ossi per immergersi nella rurale atmosfera della campagna sarda. Ho fatto gara solitaria, qualcuno dietro, qualcuno d'avanti..ma non ho raggiunto nè superato nessuno. Non c'era niente da fare, quando mi si presentavano queste pendenze scendevo a velocità prossime ai 6'30 al km, per esser generoso. Sopravvivi fino alla prossima curva e vai avanti, questa la filosofia, le salitelle le salutavo con entusiasmo e le facevo a 5'15/5'30..dove c'era poco pendenza magari riuscivo a portarmi un pò più a ridosso dei 5'/km, ma questo era l'andazzo e non ho mai incontrato un tratto di pianura in questa gara. E per dirla breve attorno al 10° transitavo in 57'... poi, poi fu l'inferno. Prendete la salita della Villanova mare, quella dura, inaspritene la pendenza.. un muro, vicino al 20 per cento forse..non so quante centinaia di metri. Inevitabile il cammino, salivo meglio..poi un pò di respiro, sali scendi e di nuovo piccoli muri mano a mano che risalivamo ad Ossi (non l'ho detto, ma nel frangente eravamo transitati anche per Usini[mitica per la sagra del vino] e Tissi).. bè raga, se vi dico che gli ultimi 4km li ho fatti in 28' è tutto dire..non son l'unico che ha camminato, a me è successo in 3 punti, ma mai come sta volta sono stato orgoglioso della scelta!Ho superato 3 persone. Chiudo in 1h25' durante i quali la gamba un pò si è fatta sentire, specie nelle discese, ma nel complesso direi che non ha dato più di tanto fastidio. La forma fisica, ora un pò down, spero risalga nei prossimi giorni..
Ah piccolo appunto, attorno a mezzogiorno ho finita la mia fatica, ma abbiamo aspettato parecchio prima che l'organizzazione ci premiasse con una lauta mangiata(forse abbiam addentato qualcosa alle 14.30).. comunque è stata veramente una bella pagina di sport anche questa domenica, in cui avevo il pensiero rivolto alla contemporaneità dei raduni blogtrotters in giro per l'Italia, chissà se Daniele, che mi ha messaggiato, ha gia fatto il post sul suo tempone a Bologna..io lo sò :-)

16 commenti:

Davide ha detto...

Ciao, aspettavo questo intervento. Ed ecco il mio commento..la pistola improvvisa ci fà partire..Mathias mi aveva detto di stare attento a non farmi travolgere, ma fortunatamente non eravamo tantissimi. Parto ed effetivamente davanti formano subito un gruppetino, anche se siamo quasi tutti compatti. Ecco la prima sorpresa, un discesone lunghissimo di cemento dove inizio ad aver subito problemi alla tibia ed i primi li vedo già allungare, persino le ragazze si buttano giù alla grande. Inizia la prima salita dentro Ossi ed ancora tutto va bene..ritorniamo sul piano e davanti i primi hanno già 70 metri di vantaggio. Cerco di stare con un gruppetto dietro e mi affianco a quella che credo fosse la 2 delle ragazze. Inizia la 2 discesa in asfalto, il muscolo tibiale destro mi fà male e lascio andare la compagnia, inizia qualche dubbio e spero che il dolore sparisca. Faccio il mio passo e mi accorgo che è solo il 3° km. Fino ad Usini tutto bene ed il gruppetto è davanti a me sfilaciato ma non riesco a prenderlo. I primi sono scomparsi. Prima di Usini segnalo che molti signori mi recuperano e mi superano ma io faccio il mio passo e recupero qualche secondo nella salita. Penso che la gara forse non sarà più tanto dura d'ora in avanti ma non ho la conferma. Scendiamo in una discesa paurosa dopo Usini..sula valle un cavallo imbizzarrito ci riempie di polvere. Inizia dopo un poco una saita con pendenze da ritiro strategico che credo sia quella che dice Mathias. Tutti camminano ed io riesco a non farlo e recupero 6 - 7 posizioni. Tengo duro e negli ultimi km la famosa discesa in sterrato, pericolosissima, con canali scavati dall'acqua veramente profondi. Scendo tutto a sinistra, piano piano, perchè le gambe cedono. Dietro non ho nessuno e davanti solo un corridore a circa 200 metri. Penso che non cambiera niente. Mi sbaglio. All'ennesima salita, nel finale, prima lo avvicino e dopo un breve saliscendi moderato lo raggiungo a 500 metri dalla fine mentre cammina e non riesce ad andare avanti. Lo supero e mancano 200 metri..mi ricompongo e faccio un sorriso al pubblico.
Una figata di gara! veramente durissima nelle pendenze e sopratutto nelle discese! I polpacci si fanno sentire, la pendenza era veramente da paura!
Come ha detto Mathias, ci siamo conosciuti ed ho scoperto che è un'appassionato della natura ed un vero corridore per passione! Fantastici i giri che ha fatto, di cui abbiamo parlato in modo esauriente a pranzo. Ho notato anche che si documenta parecchio (un'altro punto alla passione). Infine che dire..oltre che mi sono divetito tantissimo e non vedo l'ora di fare la prossima gara, mi sono trovato molto bene in questo sport, sia per quanto riguarda le persone che il movimento in generale! Ciao Mathias e grazie per le belle parole nel tuo intervento. Ci vediamo presto.

GIAN CARLO ha detto...

Ciao Mathias, più che la gara sei lodevole nella tua azione di proselitismo al mondo dei Bloggers.

@Davide, il tuo primo post l'hai già scritto in questo commento. Benvenuto a bordo.

Danirunner ha detto...

@mathias, non è stata una corsa ma un'odissea, comunque bravo te la sei cavata e prendila come un ottimo allenamento.
@davide, dopo questo commento devi per forza aprire un tuo blog, ti aspettiamo.

Monica ha detto...

bravo mathias, ottima gara! ormai non ti ferma piu' nessuno...ah anche io LO SO!!! ma quand'e' che posta??????

davide - ormai non hai piu' scuse: il prossimo passo e' aprirsi un blog :)

Bacchini Fabio ha detto...

Ciao Mathias,
oggi al 20° km...ti ho pensato...e alla fine...come promesso, ti pagherò una pizza, perchè ho piazzato un 1h 53 56.
Daniele che tempo ha fatto, purtroppo non ci siamo visti nel fine gara...questa mattina era molto carico, è partito a palla, e secondo me, ha fatto 1h 45.
A presto.

uscuru ha detto...

nun te preoccupa' mat.. vai cosi'
pero' lascia perde i consigli de gian carlo (x quanto bravo po' esse .. e' sempre dell'inter)
a riguardo dell'ultimo arrivato...
come si dice ... dio li fa' e poi
li accoppia !!!!!
@davide
ora non scappi dai apri sto blog e...
prenota la nave x colonna !!!!

Fatdaddy ha detto...

Mathias sei sempre un poeta ed è bello vedere che la tua passione coinvolgente miete sempre nuove "vittime".
Davide, welcome aboard! ;)

Daniele ha detto...

In effetti mi fischiavano un po’ le orecchie… :-) Scritto il post…

Mathias, tu ti stai trasformando in una specie di Ironman con queste corse spaccagambe… Come ti ho già detto complimenti per averla finita e per non mollare mai! Ma son troppo dure…

Francarun ha detto...

Bella gara mathias viste le condizioni del percorso, io non avrei saputo fare meglio....e complimenti per il tuo bellissimo racconto !

@ Ma sto davide non apre bottega?

Mathias ha detto...

@Davide: ahi ahi..sentili i miei amici..ora son cacchi tuoi, ti voglion runner sul web dopo questo post cammuffato da commento :-)..oh senza impegno c'è chi aggiorna ogni mese la sua pagina, però perchè non narrare le gesta di chi arriva dal nulla e insidia quasi da subito le classifiche dei TM..4°di categoria in 1h4' su un terreno del genere eh eh..col proseguio degli allenamenti povero il marocchino che primeggia qui!
@fabio: vendetta..tremenda vendetta
@Daniele: mica come te che scegli le gare piatte per volare..appena riesco a farti venire in sardegna ti faccio assaggiare una di queste competizioni! :-)
@gli altri: ma graziee..

Davide ha detto...

Grazie, siete stati molto gentili.
Mathias adesso aspetto nel sito della Fidal la graduatoria cosi vedo se sono proprio arrivato 4..cmq sono contento cosi.
Per tutti gli altri: adesso vedo un pò se aprirlo, per adesso faccio i commenti..però prenderò in considerazione, molto seriamente, la proposta di aprire il Blog.
Grazie ancora per il calore

GIAN CARLO ha detto...

@Davide Ok prendila in considerazione...ti diamo 10 minuti....che dici Math troppi ?

Yervs ha detto...

Bella gara, ma vi invidio sopratutto una cosa, di voi sardi. Il bel bagno rinfrescante che vi potete fare dopo l'attività fisica.
Forza Davide entra tra i blog runner anche te

albertozan ha detto...

Bene così Mathias tutta esperienza che ti servirà per altre gare del genere! in effetti certe pendenze in discesa sono veramente "indigeste", ma anche qui si migliora con l'esperienza! Ma avete fatto anche il bagno dopo?...bas....i? ;-)

Davide date na mossa!!

Furio ha detto...

Bravo Mathias; camminare in salita non è demerito, ma saggezza; se si fa troppa fatica a correre è meglio camminare ;-) ...lo fanno anche i campioni di corsa in montagna.

Anonimo ha detto...

ciao Mathias ti devo ringraziare perchè grazie al tuo blog ho scoperto da maratonina dei tre comuni. Sai da sardo che corre e vive a Roma volevo fare una garetta nella mia amata isola nell'unica settimana di vacanze sarde e che garetta mi vado a beccare una "passeggiatina" sulle adorabili colline di Ossi e dintorni. Se mi passi un commento ormai a freddo (mecojo). io volevo fare una garetta in vista della Maratona di Carpi sai in gara uno spinge di più che in allenamento ma certe salitacce come quelle che abbiamo affrontato domenica non le dimenticherò con facilita'. Oggi finalmente sono riuscito ad andare a correre ma che dolore nelle gambe a inizio allenamento ma si sa più si fatica e piu ci si tempra noi runners siamo fatti cosi siamo nati per soffrire e i runners sardi sono anche piu coriacei. una precunta ma a colonna oltre all'incontro deiblogrunners ci sarà anche una gara? e se si di quanti km? fatemi sapere. p.s. ho letto tutti i vostri commenti siete fortissimi. un saluto a tutti e spero di beccarvi presto in rete.
ma la classifica dove la pubblicano?
ciao Giuanneluisi.
giangichessa@live.it