Pages

domenica 18 maggio 2008

Corrinuoro 2008.Divertimento allo stato puro


Ragazzi, che bella giornata di sport ieri.
La Corrinuoro è la miglior gara al quale ho fino ad ora partecipato in Sardegna. Le ragioni sono molteplici, il percorso, la cena, la mia prestazione personale.

Il percorso: Bello perchè vario, pianura, falso piano a salire, discesa, salitona verso l'arrivo quando si entra in un pezzo del centro storico e 300 metri di rettilineo per arrivare sotto l'arco.Un giretto di quasi 2400 metri, che abbiamo ripetuto 4 volte(non 5 come raccontavo).
Il pezzo più duro è stato la salita di 540 metri circa, che a me personalmente ha esaltato non poco. Ma lo racconto dopo..

Cena e organizzazione. Be l'amatori nuoro ci ha trattato bene, il dopo gara è stato bagnato da fiumi di birra, salsiccia formaggio, carne, dolci..Unica pecca, la devo raccontare:Si faceva la fila per prendere il panino con la carne, accalcati..quindi qualche genitore ha pensato bene di far la fila anche per i figli, lasciandoli fuori dalla ressa ad aspettare. Giunti di fronte al tavolo un rigido e inspiegabile formalismo. Una persona=un panino. Senza sentire ragioni! Questo ha creato un battibecco tra una mia compagna di squadra, che aveva la figlia che l'aspettava e uno degli addetti. Ha la mia solidarietà anche perchè col trascorrere delle ore hanno iniziato a distribuire panini 2/3 alla volta. Io comunque ho vissuto la scena sullo sfondo, la serata mi è piaciuta, soprattutto lo stand della birra :-)
La gara.Ho fatto penso la mia miglior prestazione a livello tattico da quando corro. La chiusura in progressione era solo un sogno, che puntualmente si infrangeva nel momento in cui dovevo realizzarla.
I passaggi ad ogni giro mi han dato una media di questo tipo
1°giro: 5'15"/km
2°giro:5'13"/km
3°giro5'11"/km
4°giro:5'04"/km
Media finale 5'10"/km
Ho deciso di prendere i riferimenti sul giro e non sul km perchè ho capito sarebbe stato inutile. Con la continua variazione della pendenza della strada sarebbero stati tutti sfalsati l'uno rispetto all'altro. Psicologicamente mi ha giovato, correre senza l'assillo di pensare al parziale sul km è una mossa vincente. Capita infatti che se hai l'intertempo ogni mille metri inizi, anche inconsapevolmente, a fare calcoli del tipo" sono in media non lo sono, sto andando piano oh no"
Penso sarà un'esperienza che ripeterò..sto pensando come fa Simone di mettere il rilevamento ogni 5 km..
Mi sono lasciato andare progressivamente. Dopo un giro di ricognizione, non conoscevo il percorso, piano piano ho aumentato l'andatura e ci ho preso gusto a recuperare qualche podista. Non di certo lungo la discesa, che anzi(vi facessi vedere i parziali in quei tratti) è il terreno dove vado più piano, ma nel pezzo in salita del Centro Storico. Persone che non riuscivo ad avvicinare durante il resto del percorso, quando la strada si impennava me le mangiavo. I 4 tratti da 540 metri li ho fatti quasi tutti attorno e sotto i 5'km.
E poi quei 300 metri finali. In cima all'ultima salita ho preso una ragazza, con la quale ho dato vita allo sprint più bello che abbia mai fatto. Agonismo, quello che si accende quando due sconosciuti atleti si incrociano a poche decine di secondi dal traguardo. Mentre i primi già stavano mangiando il loro panino presumibilmente, chi ha assistito alla sfida tra me e la ragazza, ha sicuramente goduto di una bella e sconosciuta pagina di podismo.
Abbiamo iniziato a volare. Dalla salita sono uscito a 5'10"/km quando l'ho affiancata, l'ho passata.Lei ha accellerato, ripassandomi, l'ho riaffiancata..morale gli ultimi 200 metri li ho fatti ad una media di 3'45"/km..siamo arrivati insieme, morti al traguardo..Ho camminato qualche decina di metri verso il tavolino dell'acqua e lì ho potuto stringerle la mano. Muta riconoscenza per un finale elettrizzante.
Quando vivo queste emozioni mi viene da sorridere dolcemente a pensare che qualcuno ritenga la corsa noiosa. Noi che abbiam capito, lasciamoglielo pensare ...
ps: prima della gara, mi sono iscritto ad un trail di 21 km nell'Oasi di Bidderosa tra due settimane, ma questa è un'altra storia.. :)


23 commenti:

Ivo ha detto...

Quindi mi sembra di capire che sia andata bene.....io purtroppo me la sono persa..alla prox....leggevo invece di questa mezza a bidderosa che non sembra male.....

Mathias ha detto...

Si Ivo: è andata bene..non l'avevo detto ma ho quasi fatto la media del mio primato sui 10km in piano. Lo sò son tempi risibili, ma accorgersi di migliorare(e oggi posso dire che ho ampi margini di miglioramento) da sempre molto soddisfazione.
Aio a bidderosa dai, ci divertiamo e ci conosciamo, così ti racconto un pò di new york :-) Farò un bel post per presentare la gara nell'oasi uno di questi giorni..

Ivo ha detto...

ehehehe ti ho anticipato e mi sono appena iscritto.....la vedo dura a dire il vero...però leggo che il tempo massimo è 4 ore....dovrei farcela...mi stuzzica l'idea di confrontarmi con una gara così,non ne ho la minima idea delle difficoltà del percorso...ma piano piano già andremo...

Gianluca Pistore ha detto...

ciao, ti aspetto sul mio blog con un meme, il PREMIO [R]EVOLUTION!

www.gianlucapistore.com

Frate_tack ha detto...

Grande esperienza in terra sarda. Un giorno o l'altro riusciro pure io a venire li e farne una. Mi piacerebbe molto fare quella a Ss. Bravo al mio blogger preferito. :-) Anche e sopratutto per le tue origini. :-)

Anonimo ha detto...

E bravo Mathias!
Concordo che se hai corso in progressione vuole dire che ci sono bei margini per migliorare. Anch'io credo che i parziali ad ogni km, sebbene siano certamente utili, ti rendano anche un pò schiavo, togliendo parte del gusto che c'è nel correre. Mi sembri molto contento di te: te lo dicevo che il finale in progressione ti lascia sempre belle sensazioni! Io invece oggi ho fatto un lungo di 18Km, prendendo pioggia a gogo per + di metà. Altro che la tua pioggia nel pineto! Sembrava avessi fatto nuoto... CIAO Mic

Massimo ha detto...

Lo so che le gare molte organizzate in Sardegna sono molto generose...Ricordo sempre con piacere quei 20 giorni trascorsi nell' agosto del 2005:alla sera si andava a fare le garette-sagre paesane e dopo giu' di culingiones e mallorereduss !

franchino ha detto...

Bravo Mathias! E non correre con l'assillo della media al km che ti fa perdere il gusto della gara! Quella curala in allenamento. Ciao e ancora bravo!

Micio1970 ha detto...

Bravo Mathias: ottima prestazione!

Monica ha detto...

aio'....bella storia! vedi che fa bene non mangiare la nutella? :-)

Mathias ha detto...

@Ivo:grande qui ci sarai anche tu..vedrai che di divertiremo(se sopravviveremo al massacro
@Mik: che sfiga hai avuto..18 km di acqua!!per fortuna non ha piovuto a nuoro, sarebbe stato un casino col percorso bagnato in centro storico
@Frate tack: Ste io ti aspetto, se vieni però ne facciamo una carina carina..a meno che non venga per via della tua morosa, non ti farei scendere in sardegna per far 6km e mezzo(la lunghezza di quella di Sassari)..una tipo la gara che farò con ivo e a cui ora dedicherò un post. che ne dici di correre 21 km sulla sabbia? :-)
@Franchino: me ne sto accorgendo che non è bello guardare il parziale al km..Infatti come dicevo, meglio un parziale ogni tot km. Tu pensa questa volta, togliendomi questo assillo, mi sono divertito di più. Piano piano mi affino..sarei curioso di sapere voi come vi regolate in gara..
@Micio grazie per i complimenti
@Monica: la mia colazione di stamattina è stata condizionata dal tuo pensiero..mentre mangiavo fette biscottate con la nutella, pescando dal vasetto, mi veniva la malsana idea di batterti..se mi alleno penso di poter tenere i 28'/barattolo :-)

Daniele ha detto...

Ottimo Mathias, altra buona prova! Ma mi spieghi come cavolo è che vai più forte in salita che in piano? Ma i battiti che variazione hanno in salita? Vai più forte e i battiti di quanto salgono?

Quindi adesso ti fai una mezza?

Io invece l’ultima corsetta l’ho fatta martedì… :-(

albertozan ha detto...

Grande Mathias, sotto i 5'/km in salita, 3'45/km lo sprint finale! Vaiii

Anonimo ha detto...

Come mi regolo in gara? Intanto corro solo con un cronometro senza memorie o altro. Per giunta ho scelto uno da nuoto (?!),il + piccolo che ho trovato, per avere meno fastidio. Per le gare su strada, controllo sempre il primo Km, in modo da non sballare, perchè altrimenti ho la tendenza a farmi trascinare dal gruppo a ritmi per me insensati. Poi in genere cerco di avere dei riferimenti, tipo: il tempo ai 5 e 10Km per farmi un'idea della media; nelle gare lunghe controllo il passaggio all'ora di gara per avere la stima della media oraria e perchè mi confronto spesso con l'ora in pista e so già quanto posso valere. Solo nelle gare piatte (e dotate di rilevamenti kmetrici) cerco di farmi le rilevazioni ogni 1o2 Km; poi in genere so già a quanto sto andando, con buona approssimazione e mi basta dare un'occhiata ai secondi per ottenere la misura. Infine, queste cose le faccio finchè sto andando bene, ma se la gara va male, non guardo più nessun tempo e tiro avanti in qualche modo. Mik

Mathias ha detto...

@Daniele: vado meglio forse per la tanta bici che ho fatto. Ma comunque se la salita è lunga accuso anche io, non ho un allenamento specifico. Diciamo che sono "il re dei dossi" :-)
@Mik: adotti una buona tattica..io però non riuscirei a rinunciare al Gps.Diciamo che potrei impostare il garmin per farlo diventare un orologio normale. Ma poi devo aver la gara tutta registrata, così che poi a casa mi possa dedicare alle mie perversioni statistiche(iniziate di gran lunga prima dell'avvento del garmin, pensa che misuravo tutti i percorsi su google earth :-) )

franchino ha detto...

Mathias, anche io le prime volte che correvo le lunghe distanze davo sempre un occhio ai parziali. Poi però inizi a conoscerti, e al parziale inizi a guardare la tattica di gara e a chi ti sta intorno. Attualmente i parziali li prendo ogni 5km durante le mezze e basta, soprattutto se punto a fare un buon riscontro cronometrico. Ciao!

Anonimo ha detto...

Sarei curioso di sapere le tue impressioni dopo una corsa campestre. Lì i tempi al Km perdono di significato, a causa del terreno mosso, della presenza di curve strette e del tipo di fondo che trovi. Anche la gara diventa essenzialmente una gara contro gli altri, più che contro il tempo; chissà,..magari ti piacerebbe! Te lo dice uno che non va matto per le campestri. Anche se ci sono sempre le eccezioni, ed infatti la campestre degli italiani CSI a Paestum è stata una fra le gare che mi sono piaciute di più. Mic

Paolo ha detto...

Bravo Mathias! Mica stai sbandierando la bandiera del Lecce no??? ;)
Ciao!!

Nick.12 ha detto...

Porta bandiera.........
come alle Olimpiadi, questo vuol dire che sei UB MITO.

Ciao Nick

giampiero ha detto...

Ti hanno riempito di complimenti..cominciano a temerti!!! La sensazione che si prova ad andare forte in salita e a sorpassare di continuo è tra le cose più belle delle gare. Io tante volte preferisco correre così, in progressione sapendo di affrontare delle salite, mi piace vedere lo sguardo sofferente di chi sorpassi e leggere nei suoi occhi l'ammirazione per te che lo superi andando 2 secondi al chilometro più forte di lui!!!

Mathias ha detto...

@Paolo: quella è la bandiera dell'alghero :-)
@giampiero: troppi complimenti, già..poi il botto di presenze 145 ieri. Ma questo si spiega col fatto del mio l'esordio sul forum dell'Amatori nuoro che, con la loro simpatia, mi han sommerso di visite..e han pubblicato il mio racconto in prima pagina sul loro sito. troppo buoni..in giornata rinfresco la pagina e introduco la nuova sfida

Anonimo ha detto...

La nuova sfida?? Tirando a indovinare, credo possa riguardare o la ricerca di velocità, oppure il trail di 21 km, che dicevi (ma è sempre una mezza? Non credo di averla mai corsa una gara così). Io spero che ti butti sulle distanze più brevi, che restano cmq 10 km...Anche perchè se hai iniziato da poco e ti sei già dato alla maratona, potresti trarne beneficio. Aspetto impaziente.. CIAO! Mic

... E IO CORRO! ha detto...

se fai gli ultimi metri a 3'45" vuol dire che facendo una gara più oculata (e fiduciosa) puoi (ancora) migliorarti alla grande!!
Ciao

ps.concordo con Franchino anche se l'assillo del tempo prima o poi attanaglia tutti.. è inevitabile :)