Pages

sabato 13 dicembre 2008

Alghero marathon: Non sono stato eletto

Ci tengo a che il post precedente sia ancora oggetto di dibattito/commento per chi se lo sia perso perchè c'ho messo veramente l'anima nello scriverlo, ma volevo dar conto con questo post del fatto che ieri ci son state le elezioni della Società e c'è stata una fumata nera per il sottoscritto: non son stato eletto.
Come forse diceva Marco l'eccesso di entusiasmo non giova talvolta . Col senno di poi forse è meglio continuare a correre e basta, non preoccuparsi di questioni societarie. Meno impicci, anche se spero che certe cose vengano portate avanti: gli incentivi agli atleti sotto qualsiasi forma (materiale tecnico, visite mediche, gare) sarebbero auspicabili. Una Società di corsa che non cura gli interessi di chi corre altrimenti non è una società di corsa. L'associazione è giovane e son sicuro che qualcosa si farà in tal senso, le mie precedenti eran infatti idee buone da sviluppare e non volevano essere, caso mai qualcuno travisasse, polemiche per il non fatto. E' stato fatto tantissimo (squadre che si muovon con il pullman non se ne vedono molte in sardegna ad es), si deve proseguire.
Dicevo, per me meno preoccupazioni ed energie mentali(è vero ci si riunisce estemporaneamente, ma le problematiche penso possano portarti via tempo anche fuori dalla riunione), da destinare altrove e ne avrò bisogno  (ad es da martedi a venerdi sarò a cagliari per l'avvocatura e una preselezione ad un concorso in P.A). Il mio rapporto con la corsa si limiterà alla pratica e alla scrittura su questo spazio personale. Lo dico qui, mi tiro fuori dalla gestione dell'eventuale sito societario.  E' un impegno non banale a pensarci, a concepirlo come lo volevo concepire io, lo visiterò e pubblicizzerò volentieri se si svilupperà, ma è giusto che le redini di esso le abbia chi dirige e tenga il polso di ciò che succede alla società nel suo insieme. Non vorrei inoltre toglier spazio al blog, cui sapete tengo molto..
Buone corse a tutti..

10 commenti:

ugo ha detto...

Sincerità senza pietose bugie,caro mat.
Prendo in considerazione punto per punto:
-Instabile, ti sei fatto un gran complimento e forse il tuo problema è la quieta stabilità degli altri.
-Il tuo post precedente? lo considero un gradino fondamentale,una pietra miliare per comprendere finalmente che cosa è correre e che cosa può cambiare di noi correndo
-Il perchè poi tu abbia commentato in termini di risparmio la tua mancata elezione sinceramente non lo condivido,se vivi di entusiasmo e disponibilità e non puoi esprimerlo, non si può cercare compenso nella consolazione,si è amareggiati o delusi a casa mia ma non ci si rassegna oppure ci si orienta lucidamente e senza comprmessi in altre direzioni.
-sono sinceramente sorpreso dalla scarsa partecipazione al tuo post, o non ti legge nessuno oppure.....ricorda cosa ti ho scritto nella mail,rischi che la tua "instabilità" ti renda impopolare.
Le risposte non te le posso dare io, noi orange abbiamo vissuto in un sonno letargico per anni eppure eravamo le stesse persone e le nostre idee,quelle che ci rappresentano ora, erano presenti anche allora. Forse a noi non è mancata proprio quella instabilità a cui ti richiami,forse è stata semplice follia ma non dimentichiamo che correre è anche il contesto degli stimoli delle persone che ci circondano.Anche io ti farò in questi giorni una sorpresa sul blog tematico di allenamento della mia società, forse con questo avremo modo di conoscerci meglio e tu di scoprire, come ripeto costantemente a Mery, che non sono per niente buono!!!!
un abbraccio ed a presto!

Massimo ha detto...

Come ho scritto nel precedente post:''occhio alle gelosie''...!;a buttarla li',senza conoscere l' ambiente,mi viene da dire che per fare delle cose,in tutti gli ambienti,sia di svago,di lavoro,di volontariato,bisogna entrare in punta di piedi per essere accettato,poi dopo,un po' alla volta si cambiano le cose con gradualita'...

ivo ha detto...

heheh in questi giorni ho vissuto quasi nell'ombra dopo l'operazione....ora rivedo la luce!!!e da martedì,dopo la visita di controllo si riprende a correre verso i prossimi obiettivi!!tu come stai????

R. Davide ha detto...

Fà niente Mathias, tanto avrai modo sempre di inserire le tue idee, ogni volta che parli qualcosa cambia, quindi la tua esperienza e intelligenza non sarà fermata da questa non elezione..in ogni caso ci sarà tempo per provare questa eseperienza. ciao

Anonimo ha detto...

le persone più innovative e riflessive rischiano spesso l'impopolarità...
Jackie

Michele ha detto...

Se il tuo sentimento è di partecipazione devi dare quello che hai da dare senza aspettarti niente in cambio, lo devi fare perchè lo devi fare e basta. non scoraggiarti devi tenere duro come se fosse una maratona se ci tieni devi metterci energie e andare avanti a testa bassa.
per quanto riguarda l'elezione ti ho sempre detto che la corruzzione dei votanti è il metodo migliore, ti devo sempre spiegare tutto ? :)

Mathias ha detto...

ragazzi apprezzo il vostro sostegno. A te ugo ho risposto in mail
A massimo dico che ha ragione, meglio la discrezione e purtroppo attraverso questo blog che ogni giorno è letto da un sacco di persone del posto io tutto sono fuorche discreto
Ringrazio anche gli altri e dico che Michele ha centrato il metodo migliore per vincere le elezioni. Ma io sono nato ieri, devo ancora imparare :-)

Gianluca Rigon ha detto...

Prendila bene....ma dico una cosa superflua ! Vedrai che quando sarai + conosciuto ti apprezzeranno e verrai eletto ! Ciao !

Teresa ha detto...

Ciao Matthias,
ho letto il tuo post sulla tua "non elezione" e sono rimasta senza parole, perchè da quello che scrivi si capisce quanto tu ami correre e soprattutto ami avere una società che si definisca tale .Ti scrive una che ha cominciato a correre da due anni circa, prima faceva un altro sport e apparteneva ad una società satellite se vogliamo..Appena mi sono iscritta alla running ho trovato un clima che sembrava surreale e le mia prima impressione è stata quella di dire : "ma qua sono tutti matti" La corsa è uno sport a detta di molti individuale perchè ogni volta che si mettono le scarpette inizia una nuova sfida contro se stessi...le società nascono per volere di pochi e dovrebbero invece crescere con l'aiuto di molti...anche se non è sempre è così.Le idee, la voglia di fare, sempre e comunque, anche andando contro corrente sono alcune delle mie caratteristiche ,infatti il più delle volte vengo additata come la cattiva, quella che non ne lascia passare una, però è proprio così che si vince la propria partita che il più delle volte è la partita di tutti quelli che mi stanno accanto .Fare parte di una società attivamente, non è per niente facile anzi il contrario,e chi la dirige ti assicuro che, se non fosse supportato da altri non riuscirebbe ad andare avanti. La società e' un pò come una piramide dove in cima c'è chi "comanda"(o meglio a chi spetta la decisione finale) ma alla cui base ci sono le idee il lavoro , la voglia di arrivare dei componenti senza i quali la piramide non riuscirebbe a stare in piedi.Detto questo continua a correre, non sentire la sconfitta di una "non elezione"anzi vivila come l'inizio di una battaglia che quando meno te lo aspetti ti farà risultare vincitore.Di sempre la tua, anche se quello che dici può essere considertato banale perchè solo allora non sentirai più il bisogno di far parte di una società perchè la società sarai tu!.Un abbraccio Teresa

P.s. corri corri e ancora corri

Anonimo ha detto...

Ciao, Mathias sono il trombato dell'Alghero Martahon, le cose che scrivi sono reali e vere, gli impicci societari tolgono solo tempo. La corsa, il sudore e le levatacce sono altra cosa. Ma c'è chi vive di di burocrazia e quindi abile nel muovere e trattenere poltrone. Ma sono convinto che continuando a correre e facendo gruppo gli operai della corsa faranno le scarpe ai colletti bianchi. Ti invito quindi a non pensare di mollare e continuare con lo spirito di corpo che ti ha fatto amare il gruppo e non i singoli. Ti saluto Massimiliano