Pages

lunedì 30 marzo 2009

Riscaldamento prima della corsa: il migliore (second me)

Dopo aver recuperato dall'acciacco ho avvertito la necessità di fare questo post. 
Siete tra quelli che fanno streching prima di iniziare a correre o che si riscaldano direttamente correndo?
Io appartenevo a questo secondo filone, ma la visione di un video di Orlando mi ha suggerito questa nuova metodologia di riscaldamento..e non riesco più a farne a meno(sia che debba correre mezz'ora che due ore).
Si tratta di riscaldare con movimenti dolci(mobilità articolare) quelle parti del corpo che andranno maggiormente impegnate nel gesto della corsa.  Il tempo di sintonizzare i satelliti con il garmin lo passo sempre così.  Guardate il video e ditemi che ne pensate.
Lo steching classico invece non l'ho mai considerato utile prima di una corsa (a freddo ci si fa male)
AGGIORNAMENTO: AVEVO SBAGLIATO A LEGARE IL VIDEO(VI HO FATTO VEDERE STRECHING CLASSICO). ANCHE CHI HA GIA' COMMENTATO SE VUOLE OSSERVARE QUELLO CHE STAVO DICENDO. CLICCANDO SULL'IMMAGINE VI MANDA ALLA PAGINA DEL FILMATO




12 commenti:

Mic ha detto...

Premetto che non ho ancora potuto vedere il video. Il riscaldamento è una questione molto personale e spesso, dipende da fattori mentali..ad esempio prima delle gare, dove si tende a ripetere le fasi di riscaldamento che sono state fatte prima di una gara ben riuscita. Quanto al tuo problemino a Roma, Math, io non credo nemmeno che sia dovuto alla mancanza del riscaldamento, ma posso tranquillamente sbagliare. Purtroppo noi amatori dobbiamo fare sempre i conti con il poco tempo a disposizione e così si corre, magari anche a ritmi discreti, ma tagliando riscaldamento, stretching, defaticamento, esercizi di tecnica di corsa. Io cerco di ovviare mantenendo un buon grado di elasticità, con sessioni di stretching quotidiane, lontane dalla corsa.

Anonimo ha detto...

io sono di quelli che parte ed il riscaldamento lo fà correndo...alle volte pure iniziando forte...ma stò migliorando ..anche perchè più tempo passa da quando ho iniziato a correre e più ne sento il bisogno prima di iniziare l'allenamento.
Davide R.

the yogi ha detto...

è scontato ma dipende da come e quanto devo correre: generalmente mi scaldo solo per la gare corte (10k max)....

the yogi ha detto...

ah, lo stretching a fine corsa....

Paolo ha detto...

Io ho sempre fatto e continuo a fare stretching sia prima che dopo una corsa...certo prima ci vado piano ma ne sento il bisogno sopratutto per i polpacci e i quadricipiti. Dopo la corsa farlo è un puro bisogno, necessità e anche piacere.

GIAN CARLO ha detto...

Io mai streching con i muscoli stanchi...quindi sempre (O QUASI) DOPO LA CORSA LENTA, MAI DOPO I LAVORI.
SEMMAI QUANDO DEVO FARE ripetute veloci inizio a tirare solo dopo aver fatto 15 minuti a ritmo molto lento, poi streching e poi degli allunghi.

Giuseppe ha detto...

Grande Mathias, come sempre...grande ed utile! Io non sono un patito dello strething, nè prima nè dopo la corsa. Spesso non faccio neppure un esercizio. Non mi va proprio! Eppure dal video ho trovato molto interessanti due cose: l'allungamento del tibiale (che ogni tanto in corsa mi si intorpidisce, soprattutto nei primissimi km) ed il retto femorale, che invece ultimamente mi da proprio fastidio superati i 6-7 km! Comincio dalla prossima uscita ad allungare questi due, vediamo che succede. Alla prossima!

Anonimo ha detto...

veramente io nel video ho visto stretching classico... io sono patito dello stretching, lo faccio tutti i giorni anche se non corro da decenni, alzo la gamba tesa che sembro carla fracci! a volte lo faccio anche dopo di... scherzo! luciano er califfo.

Mathias ha detto...

ma non è che ho sbagliato a collegare il video?..aspettate

paolo72 ha detto...

ciao mat. sempre interessanti i tuoi post, da par mio se devo fare una corsa lunga non faccio riscaldamento ne stetching, parto piu lento, alla fine faccio qualche allungo, mentre mi scaldo bene se devo fare dei lavori veloci, come spero di fare stasera se non piove ciao paolo

Anonimo ha detto...

oh, adesso c'è il video giusto. non si parla di riscaldamento pre-seduta specifica, ma pre-corsa generico. io corro sempre la mattina prestissimo e faccio a casa una mezz'ora mischiando mobilità e stretching, senza forzare. senza di ciò non riesco a correre. meglio ancora sarebbe far precedere questo da qualche minuto di camminata. se è vero che lo stretching viene male senza previo riscaldamento, è altresì vero che la mobilità viene male senza previo stretching. comunque sono entrambe tecniche fondamentali (insieme al potenziamento e alla tecnica) se l'obiettivo è la salute e l'efficienza, e non solo la corsa. luciano er califfo.

Alessandro Baffa ha detto...

Hai un blog fantastico! Mi affascina molto la corsa e mi piace, mi sto avvicinando solo ora ad essa e il tuo blog é molto utile. Ci sono tanti consigli, tanti link utili e tante informazioni anche per chi, come me, non sa proprio niente e deve farsi anche un background tecnico-culturale.
Grande!