Pages

martedì 1 settembre 2009

Ciclo allenamento Ugo Scheda 4 (week4): settimana balorda

Ehi me ne stavo dimenticando, devo dar conto di una settimana balorda.. si è risollevata nel finesettimana, ma ci son stati dei picchi down notevoli. I km gradualmente salgono. Siam a 63.

Lunedi le variazioni di velocità 60"-60" (x 40' più risc e def) in pista. ( C'era anche la Salvagno. Misteri come si allenano sti velocisti..son sempre sedute lei e le amiche a fare streching, poi si alzano a far un paio di scattini e tornano alla panchina :-P). Stò sul tartan finchè una squadra di calcio non viene ad allenarsi e invade la pista. Finisco in strada perciò. Buone variazioni con veloci attorno a 4' di media e lenti a 6'40 (è velocissimo per il mio solito!!)

Martedì: Ad Alghero nel culmine del pomeriggio hanno segnato 40°. Forse quando son uscito ce n'erano 37°. 8x500 in salita 5%? Dopo 6 a 5'05"/km ho tirato i remi in barca. Cotto. C'era Gandolfo che passava, lettore romano del blog qui in vacanza, così mi son accodato per un defaticamento sino alla macchina.. 9,5 km devastanti!

Mercoledì: mi potenzio in modo blando. Mi diverto nell'inserire un nuovo esercizio, di cui ancora non avevo dato conto nel blog. A piè pari compio un triplo balzo e atterro. E' un esercizio pliometrico molto divertente. Serve per acquistare reattività. Si balza appena si atterra, in modo veloce. All'ultimo atterraggio metto un sassolino, che cerco poi di raggiunger o superare nel balzo successivo(2/3 balzi recupero 3' e nuova serie). Gioco insomma! Sotto gli sguardi perplessi dei vicini.

Giovedì: 8x1000 (rec 500). Credo l'allenamento più balordo e brutto degli ultimi mesi. E' mattina presto ma le gambe non vanno. La sequenza parla da sè 4'19"- 4'22- 4'23- 4'47" (scoppiato letteralmente)- 4'27- sesta abortita ai 500 con stoppaggio-4'41"-4'38". I recuperi oltre i 7'/km. Nella scorsa analoga uscita qualche settimana fa viaggiavo tra i 4'20/25".
Sudo come poche cose (forse l'umidità al 90% delle 6 ha influito!), fisicamente però son ok. Accetto consapevole il calo, che già avevo evidenziato da un pò di tempo. Comunque sotto la doccia ci vado sempre contento. 13,5 km di corsa li ho messi in cascina!

Venerdì: Tre quarti d'ora di prato sconnesso. Trail. Corsa in skip in pratica. Lenta e divertentissima 6'/km. La mia preferita. Correrei ore per sentieri! Devo richiamar tutto il mio equilibrio e la mia coordinazione(scarse) per stare in piedi in certi avvallamenti

Sabato: riposo
Domenica: 13/15km di medio. Mi diceva la tabellina. Mattina presto. Mi incontro con il gruppo mi riscaldo 15' e parto. 10,6km a 5'06"/km (165 battiti). Poi il garmin si spegne. Ho una sete disperata. Faccio "al buio"un altro paio di km per raggiungere il minimo sindacale. Ne escono 15,6km.E la sera lo sapete..la garetta a Oschiri con il 5000 in 23'17!!!

Conclusioni: Sicuramente pago un pò l'estate. Come dicevo il calo di forma c'è, ma certi allenamenti che mi son "scontato", o in ritmo o in percorrenza (vedi le ripetute in salita), maturano così a causa del clima rovente in cui si svolgono. Non posso non tenerne conto. Strappo un primato sui 5mila da affaticato, son contento, ma son stato anche un pò irresponsabile. Il rischio di farsi male era elevato. Ora in questi giorni, mentre scrivo, sento ancora un pò lo strascico della gara e proseguon gli allenamenti scontati, con qualche ottimo sprazzo però. Mi placo con le gare per qualche settimana. Spero arrivi il fresco..

12 commenti:

alessandro ha detto...

e menomale che non sei venuto a putzu idu,li il rischio di infortunio era molto piu alto un percorso di 8 km di sali scendi con un terreno molto disconnesso pero'con un panorama mozzafiato,,io ho fatto lo stesso...il lunghissimo al mattino e la gara la sera rischiando parechio....e ora ho le gambe che sembrano 2 blocchi.

paolo72 ha detto...

veramente mat speriamo arrivi il fresco ciao

Mic ha detto...

Ciao Math, qui da me adesso la temperatura inizia ad aiutare gli allenamenti e, specie la mattina e la sera, c'è un gradevolissimo fresco. Cmq anche per me l'estate è stata dura, con una forma che non ne oleva sapere di uscire e difficoltà generali nel sostenere gli allenamenti. Il consiglio datomi dal coach mi è sembrato molto sensato: col gran caldo ridurre la percorrenza settimanale (da 90 a una 70ina) e limitare i lavori di qualità, che diventano più brevi e facili, ma frequenti. Vedi se puoi trarne qualcosa di buono, anche se c'è la grande differenza che io al contrario di te non sono maratoneta.

Ribichesu Davide ha detto...

Io ho sempre sonno..credo che ora che arriverà il fresco e che comunque stà già iniziando a cambiare il tempo dovrò mettermi in testa che cambierà anche la mia risposta alla corsa..spero in meglio.

the yogi ha detto...

già, il rischio era alto (ma preferisco non dire ;D)... i complimenti per il pb te li faccio adesso!

Mathias ha detto...

@alessandro: sarei venuto volentieri. mi piace veramente lo sterrato
@paolo: arrivrà..e ci lamenteremo di lui..as usual
@mic: qui dobbiam grattarcelo ancora un pò il calore, però quando smorza abbiam condizoni ideali per mesi. Anche in pieno inverno godiam di un clima mite ed invidiabile. Anche inconsciamente qualcosa ho mollato, cerco di svolgere sempre il nocciolo duro e allenante della seduta, preferisco tagliar qualcosa di defaticamento a volte, che ne sò..variazioni? dopo il risc+ 40' ecco anzichè defaticar 20' ne faccio la metà.. mi gira invece quando taglio la parte di qualità!
@davide: tu ora parti per eurodisney diciamolo a tutti :-)
@yogi: grazie marco.. festeggiam postumi, anche perchè lo strascico di sti giorni fortuna non son dolori, ma solo un pò di spossatezza generale per il troppo tirare. Fisicamente non son mai stato meglio...quegli acciacchi acciacchini che gli anni passati avevo non so dove siano (sgrat).

Francarun ha detto...

Allenarsi con questo caldo non aiuta sicuramente, ma vedrai che ti torneranno utili ugualmente gli allenamenti !

Anonimo ha detto...

Mat solo a leggere i tuoi allenamenti settimanali mi sono stancato, forse io faccio poco, ma molti di voi mi sembrate esagerati, allenamenti la mattina e gara la sera, poi vi lamentate, Alessandro ha le gambe come due blocchi, tu fra il caldo e la stanchezza non sei in una condizione ideale, Davide non sta meglio di voi, meno male che adesso se ne va a eurodisney, almeno si rigenera, il vostro mi sembra piu' un lavoro che uno sport, naturalmente scherzo non prendetevela ho fatto un po di ironia, una cosa e' certa il caldo influisce molto sulla condizione, un saluto a tutti gli amici da Peppino.

Mathias ha detto...

@Peppino: eh eh.. la doppia uscita è stata una parentesi, capitata 3 volte in 3 anni!
Sai noto anche rileggendomi che ..l'intensità mia nel raccontare dilata la percezione di certi allenamenti. Alla fine ne più ne meno mi alleno un'oretta /oretta dieci(come farsi una Pussetta poco più o una Nato) come molti. Le uscite di corsa son 4 alla settimana di media, più una di esercizi di potenziamento che capita svolgo anche in camera a volte(è non corsa e riposo per me), più a settimane alterne un'oretta di bici. Insomma faccio movimento aerobico attivo 5 giorni su 7. Quando correvo con il gruppo a cavallo tra il 2007 ed il 2008 macinavo anche 80/90km, lì si che esageravo, assecondando talvolta le voglie di lungo dell'uno, talvolta dell'altro.Ora 40/50km di media per mesi, con molto più metodo.La razionalità, a chi mi guarda da fuori può sembrar svuoti di gusto la corsa, io però che mi conosco mi ci crogiolo e mi diverte molto seguire questo stile.
Mi vedi poi sulla strada, non son mai triste o arrabbiato per un allenamento o una gara.Son anzi passionario.
Se qualcuno di carattere diverso dal mio seguisse il mio canovaccio di allenamenti magari potrebbe capitare che non si diverta come il sottoscritto..ma questo non perchè sia sbagliato il metodo in assoluto. Non esiste un unico metro di giudizio per definir il well-running, ma ci son tanti personali modi di interpretar questo sport. Bisogna trovar, fosse un vestito, quello che ci calza più a pennello!
ps: io trovo la tua alternanza bici-corsa ottima e credo sia la più giusta per te. :-P
pps: non l'ho detto, ma si capisce..la dovizia di dati e numeri serve anche per Ugo, per informarlo a distanza delle evoluzioni del suo adepto

alessandro ha detto...

mat non preocuparti non sei l'unico che carica cosi,io sopratutto in questo periodo sto arrivando a coprire anche 115km a settimana e se esco la mattina e vedo che sono stanco mollo tutto e riprendo tutto la sera,per di piu' ogni giorno oltre la corsa mi devo fare minimo quei 10-15 in bici in scioltezza seno' mi sembra che mi manca qualcosa,molti penseranno che sono esagerato pero sto bene cosi....

Mathias ha detto...

@alessandro: pensa a chi ha una irrefrenabile bisogno di fumarsi 40 sigarette al giorno e fugge da tutti i contesti per la "boccata d'aria". Noi abbiam lo stesso istinto..dobbiam muoverci e lo ricerchiamo il movimento. :-)
Per me il limite del tutto sta nell'elasticità. Di dar spazio anche a chi ci sta intorno, di riformulare o rimandare se è il caso un allenamento. Non ho mai ricevuto una lamentela dalla mia ragazza per dire. Ho sempre vissuto le sue passioni e condiviso altresì altri interessi extra-podistici. Son felice così.
Posta questa premessa, quelle 5ore di running a settimana le riempio d'intensità e "meno come un fabbro", mixando allenamenti strutturati a corse più contemplati (che poi per me ci vanno a braccetto ugualmente. Anche durante la ripetuta più tirata ho apprezzato la bellezza di un tramonto!). Vabbè è da farci un post su questa tematica, me l'appunto.
ps:ho visto sei di Oristano..sai che non ti ho presente facendo mente locale..ad una delle prossime gare che facciamo insieme(tanto lo sbandiero qui) avvicinati..son quello con la maglia blu dei blogtrotters :-P

alessandro ha detto...

in gara non mi e mai capitato neanche a me di vederti,eppure se vado a vedere le gare passate,per elencarne qualcuna recente (assemini-nurachi-xterra ecc)ne abbiamo fatte parecchie assieme,pero ti conosco solo via pc...la prossima gara che faccio dove ci sei anche tu mi avvicino,,,(dopo berlino)